VASCO ROSSI VADO AL MASSIMO 40th Rplay Special Edition IN OCCASIONE DELL’ANNIVERSARIO ESCE PER LA PRIMA VOLTA DALLA SUA PUBBLICAZIONE IL VIDEO DI “OGNI VOLTA”


CAROSELLO RECORDS FESTEGGIA I 40 ANNI DELL’ALBUM “VADO AL MASSIMO” UNO DEI CAPOLAVORI ROCK DELLA MUSICA ITALIANA, CON UNA RIEDIZIONE RIMASTERIZZATA SPECIALE  Carosello Records storica etichetta di Vasco, ha da poco pubblicato una speciale riedizione rimasterizzata di VADO AL MASSIMO, il rivoluzionario disco del 1982, in occasione del suo quarantesimo anniversario. Ma le sorprese non finiscono qui: per questo speciale compleanno esce per la prima volta dalla sua pubblicazione il video di “Ogni volta”: dopo “Jenny è pazza”, “Anima fragile” e “Siamo solo noi”, ecco il nuovo video animato della serie. «Tra le canzoni entrate nella storia della musica italiana, e tra le più amate di Vasco, Ogni volta è quella che ha il minor numero di parole, massima sintesi della sintesi poetica di Vasco, che ha portato a lavorare in sottrazione sulla sceneggiatura e sulla grafica» spiega Arturo Bertusi che si è occupato della regia e della direzione artistica. «Ogni volta, una canzone autobiografica, intima e introspettiva, un affresco impressionistico di emozioni e stati d’animo, ha una struttura simile a una filastrocca, con poche variazioni (un cambio di tonalità, un assolo di violino e uno di chitarra) ed è tutta in prima persona. Per questa ragione è stato naturale ideare un video tutto in soggettiva, con un unico protagonista e un unico sguardo, quello di Vasco. L’idea alla base del video è che “ogni volta” siano emozioni e sensazioni che variano nelle varie fasi della vita, vissute sempre nella stessa casa, tra ciò che resta uguale e ciò che cambia, in un viaggio simbolico tra sogno e incubo. Nel video, la stanza della casa riproduce la vera casa di Vasco dell’epoca, che era all’interno del capannone». Il soggetto e la sceneggiatura sono stati realizzati con la scrittrice Veronica Raimo: «ci siamo letteralmente innamorati del suo ultimo libro, Premio Strega Giovani 2022; l’ho contattata per proporle questo progetto e dopo poche ore abbiamo iniziato a lavorarci. Veronica era nel tour promozionale dello Strega, noi in tour con Vasco; poche telefonate e qualche mail durante l’estate sono bastate per scrivere insieme la sceneggiatura definitiva, senza esserci mai incontrati! Come per i precedenti, a creare il video è stata un’interazione tra l’animazione tradizionale e l’innovazione tecnologica più sperimentale e all’avanguardia, prodotta da una piccola squadra agguerrita di professionisti con l’anima da bottega artigianale e una buona dose di follia.»
“VADO AL MASSIMO 40th Rplay Special Edition” (etichetta Carosello Records - distribuzione Universal Music) include il cd, il vinile, un inedito libro cartonato e a colori, a cura del giornalista Marco Mangiarotti nato da una lunga e recente chiacchierata con Vasco, in cui racconta la storia di “Vado al massimo”, la sua esperienza al Festival, le interviste a coloro che hanno partecipato alla realizzazione del disco e foto inedite di quel periodo. Nel cofanetto da collezione, a tiratura limitata, sarà presente una cartolina per il download gratuito dello storico remix di “Una splendida giornata” e in versione rimasterizzata anche il 45 giri culto di Vado al massimo, canzone portata al Festival di Sanremo, e come b side “Ogni volta”. “VADO AL MASSIMO 40th Rplay Special Edition” è stato inoltre masterizzato da Maurizio Biancani, che ha dato nuova vita alle 9 tracce dell’album del 1982, per un ascolto eccezionale come mai avuto prima. Biancani non è solo uno dei più importanti ingegneri del suono della musica italiana, ma è stato anche lo storico fonico della versione originale dell’album “VADO AL MASSIMO”. Tracklist completa: 1. Sono ancora in coma 2. Cosa ti fai 3. Ogni volta 4. Vado al massimo 5. Credi davvero 6. Amore... aiuto 7. Canzone 8. Splendida giornata 9. La noia

SICK LUKE FUORI ORA IL VIDEO DI “MARY POPPIN” IL PRIMO VIDEO UFFICIALE TRATTO DALLA VERSIONE DELUXE DELL’ALBUM “X2”

Sick Luke rende omaggio alla scena trap romana di cui è stato uno dei principali fautori con il video di “MARY POPPIN”, pubblicando di fatto quello che è il primo video ufficiale di “X2 DELUXE”, uno degli album più venduti dell’anno, certificato ieri doppio disco di platino (fonte: FIMI / GfK).  Il videoclip diretto da LateMilk con la produzione di Borotalco TV vede la partecipazione di Sick Luke e Side Baby – ex membro della Dark Polo Gang, di cui Sick Luke è lo storico produttore che ne segnò la svolta agli arbori della trap “made in Italy” – assieme a tre nomi accuratamente selezionati per celebrare la nuova scena romana: Thelonious B., Zyrtck e Radical. anno di grandi successi e soddisfazioni legati alla pubblicazione dell’album “X2”, ripubblicato nella versione deluxe venerdì 2 dicembre per Carosello Records (distribuzione Virgin/Universal) con l’aggiunta di 6 nuovi brani ed inedite collaborazioni che coinvolgono bnkr44, Bresh, Capo Plaza, Gemitaiz, Giorgio Poi, J Lord, Lil Kvneki, Mara Sattei, Massimo Pericolo, Paky, Radical, Rhove, Side Baby, Tananai, Thelonious B., Tony Effe, Zyrtck. “X2 DELUXE” è disponibile in digitale e in fisico in diversi formati, acquistabili anche tramite 18app: • CD • LP con CD • LP autografato con CD (in esclusiva per Amazon) • CD con manga volume 2 (in esclusiva per Amazon): il sequel dell’apprezzatissimo manga “Sick Luke: Il potere del farfastrello” curato da Andrea Scanarini e Roberta Trocchia, andato subito sold out con la prima tiratura del disco • CD con maglia longsleeve (in esclusiva per Universal Music Shop)
Crediti video: Regia: LateMilk Una produzione Borotalco tv Ex producer: Matteo Stefani Line producer: Alessandro Guida Producer: Daniele Masini per Fulcrolucem Fotografia: Francesco Pratesi Supervisione produzione: Andrea Vetralla 1 AC: Gian Marco de Roma Editing: LateMilk Creative Executive: Sachidanand Marco Gentile Creative studio: Oceancode Postproduzione: Oceancode VFX supervisor: Nicholas Cravedi VFX: Spirit studio Make up artist: Erika Nardini Fotografo di scena: gianfelizz Fotografo Backstage: Gianmarco Mantarro Video backstage: Andrea Catini Dronista: Gian Marco Mantarro Runner: Francesco Russo, Silvia Cervellin, Alessandro Gerardi Amministrazione: Agnese Incurvati Extras: Luca Petrosino, Matteo Ferretti, Nicolas Petrosino, Daniele Forcina, Alessandro Caroli, Andrea Nastari, Gabriele della Vedova, Matteo Bernabei, Jurepietro Rigatti, Barbara Pardito, Antonazzo Massimo Armando, Paola Girma M’bia BIO dell’artista Sick Luke è uno dei più giovani e prolifici producer d’Italia. Ha assorbito dal padre DUKE MONTANA, uno dei primi esponenti del rap in Italia, la passione per la musica, esibendo sin dalla prima adolescenza un innato talento nella produzione musicale. Creativo, estroso, visionario: così è stato definito negli anni dai fan e dagli innumerevoli artisti (Sfera Ebbasta, Ghali, Guè Pequeno, Mecna, Marracash, Fabri Fibra, Dark Polo Gang solo per citarne alcuni) che hanno scelto Luke per curare le produzioni dei loro pezzi. Le certificazioni e i numeri che Luke ha ottenuto con le sue produzioni lo rendono oggi uno dei producer più di successo e certificati d’Italia.

LEVANTE “VIVO” è il brano in gara al prossimo Festival di Sanremo Il 17 febbraio esce il nuovo album “OPERA FUTURA”

Cantautrice, icona di stile naturale e versatile, 4 album di successo per pubblico e critica, tre libri bestseller, live espressione di potenza ed energia, Levante torna al Festival di Sanremo dopo la hit TIKIBOMBOM del 2020 che ha scalato non solo le classifiche di vendita raggiungendo la certificazione Platino, ma anche quelle radiofoniche rimanendo per 5 settimane al n.1 dell’airplay.  “VIVO” è il titolo del brano che porterà sul placo dell’Ariston e anticipa la pubblicazione del suo nuovo album di inediti “OPERA FUTURA” in uscita il 17 febbraio per Parlophone/ Warner Music Italy a tre anni di distanza da Magmamemoria (Disco d’Oro). “Opera Futura è il racconto di un tempo in cui non sono mai stata, di una speranza che mai avrei saputo immaginare ma che sento di voler provare” – così descrive Levante il nuovo album.

IRAMA
Online il video di
“A L I”
Un vero e proprio film scritto da Irama e dal collettivo Broga’s
Il nuovo singolo che sta scalando le classifiche e nella top 10 dei suoni più usati da TikTok
contenuto in
“IL GIORNO IN CUI HO SMESSO DI PENSARE DELUXE”
(l’album certificato doppio platino)

È online il nuovo videoclip di A L I il nuovo singolo di Irama contenuto nella versione Deluxe di IL GIORNO IN CUI HO SMESSO DI PENSARE (uscita il 25 novembre) e in continua crescita su Spotify e già nella top 10 dei suoni più utilizzati su TikTok.
Realizzato dal collettivo Broga’s (Francesco Lorusso, Gabriele Licchelli, Andrea Settembrini), prodotto da Antonio Giampaolo e Martino Benvenuti per Maestro e Think Cattleya e con la fotografia di Emanuele Zarlenga, è un vero film scritto da Irama e Broga’s con un pensiero cardine che lo conduce.
Un ricordo che fa male e bene allo stesso tempo. Rivolgere lo sguardo a qualcuno o qualcosa lontano, lontano nel tempo. Lontano come una stella che continua a emettere la propria luce, una luce proveniente da anni fa, di una stella che non esiste più. Come si supera il passato? Come si affrontano i ricordi, quelli che ti fanno ridere a dirotto e piangere incessantemente al contempo? Non esiste un modo, non esiste una forma giusta. Alle volte bisogna semplicemente sprofondarci dentro, lottarci, trovare la luce e riuscire a convivere insieme alle proprie paure, ai propri ricordi lontani.
La versione deluxe di “Il giorno in cui ho smesso di pensare” ( certificato Doppio Platino), sempre con la direzione artistica di Shablo, è arricchito, oltre da A L I, con la produzione di Giulio Nenna, anche da PAMPAMPAMPAMPAMPAMPAMPAM, il singolo estivo certificato Platino, oltre agli inediti scritti da Irama: Canzoni Tristi (feat. Rose Villain) con la produzione di Sick Luke e Moonlight, prodotto da Junior K, Bongi, Giulio Nenna e Andrea DB Debernardi.
A soli 26 anni, IRAMA è uno degli artisti di maggior successo nell'attuale panorama musicale italiano e, con le sue hit, ha già collezionato 39 dischi di platino, 4 dischi d'oro con oltre 1 miliardo e 800 milioni streaming e oltre 800 milioni views per i suoi video.
Il 2022 è stato un anno straordinario con numeri impressionanti, “Ovunque sarai” e “5 Gocce” hanno ottenuto il terzo Platino e l’artista ha trionfato ai Tim Music Awards con 4 Premi, per i singoli multiplatino, per l’album e per i biglietti venduti dei live.
Irama ha dimostrato in questi anni di essere un artista completo, capace di proporre generi diversi e di esprimere sempre il suo talento evolvendosi in ogni situazione.

VOODOO KID
AFFRONTA I PROPRI DEMONI INTERIORI NELLA NUOVA RACCOLTA DI CANZONI
"anche i demoni piangono"

Fuori oggi venerdì 16 dicembre in tutti i formati digitali “anche i demoni piangono” (Carosello Records), la nuova raccolta di brani dell’eclettico artista queer Voodoo Kid che apre con coraggio un dialogo intimo e delicato su alcuni momenti di grande difficoltà vissuti dall’artista.
«Ero arrivato ad un punto in cui non volevo più fare musica né scrivere canzoni. Il peso che sentivo addosso era dovuto all’incapacità di apprezzarmi e concretizzare me stesso. Iniziare un percorso di terapia dallo psicologo mi ha sbloccato, tanto che ho scritto il primo pezzo della raccolta il giorno dopo la mia prima seduta con lui. Ho capito che se non ti conosci, non ti apprezzi e non ti ami per come sei non puoi comunicare niente di te agli altri, perché saranno sempre e solo immagini distorte della realtà. Con “anche i demoni piangono” voglio tendere una mano a chi si sente come mi sono sentito io e dirgli che è solo un momento, brucia come nessun’altra ferita, ma se ci si lascia aiutare si può stare meglio. Ricordiamoci che anche i demoni piangono. Ascoltiamoli.» - Voodoo Kid
Già anticipato nel corso dell’anno dai singoli “buco nero”, “alice 02” e “guardare giù”, il nuovo progetto discografico dell’artista bresciano racconta in prima persona il suo personale rapporto con il benessere psicologico, la ridefinizione della propria identità, il rapporto con sé stessi e con gli altri, il dualismo vita reale/vita virtuale e altre tematiche complesse e talvolta ingombranti, metaforicamente intese come “demoni interiori” con i quali fare i conti nel proprio privato, ma che Voodoo Kid decide di condividere pubblicamente nei testi delle sue canzoni. Si tratta di brani maturati con adeguato tempo e consapevolezza, frutto di una crescita che si è concretizzata anche grazie a un percorso di psicoterapia sostenuto dall’artista.
Proprio per questa ragione “anche i demoni piangono” è un punto di partenza per aprire un dialogo intimo e delicato che si spera possa essere d’aiuto a tutti coloro che ascolteranno la sua musica, combattendo la stigmatizzazione verso temi spesso lasciati ai margini del dibattito pubblico.
Tracklist de “anche i demoni piangono”:
1. buco nero
2. alice 02
3. guardare giù
4. tutto bene
5. acquario
6. fino a te
7. demoni
La raccolta è caratterizzata da suoni che sfociano nel synth pop e più in generale nell’elettronica da club, da sempre tra i generi più rappresentativi di Voodoo Kid che si cimenta anche dietro la consolle da DJ, passando dal groove drum and bass degli anni ‘90 ai banger dal basso ipnotico e ritmiche incalzanti.
La produzione è affidata a Renzo Stone, producer di fiducia con il quale Voodoo Kid ha realizzato anche parte dell’album di debutto “amor, requiem” (Carosello Records; 2020), mentre per i testi Voodoo Kid ha collaborato con autori come Andrea Bonomo, Andrea Pugliese, Fabrizio Fusaro e Martina Vinci.
L’artwork della raccolta è un’opera dipinta su tela e digitalizzata dall'artista Luca Poma (già autore degli artwork dei singoli “buco nero”, “alice 02” e “guardare giù”) che ritrae un demone color nero pece uscire dal corpo ricurvo in avanti di Voodoo Kid.
Si conclude così l’attesa di un progetto che nei mesi scorsi si è fatto notare in diverse occasioni: Voodoo Kid è stato scelto come Artista del mese da MTV Italia e da Apple Music (Up Next Italia), ha curato alcuni dj set esclusivi per Vino Kilo, Rocket Club e Tea Hacic, ha partecipato a tre appuntamenti della Milano Music Week, tra cui il podcast sul benessere mentale Coming Clean No Pasa Nada Live!, oltre a essere stato selezionato da Italia Music Lab tra i progetti più interessanti di Facce Nuove 2022.
BIO dell’artista
Voodoo Kid incarna perfettamente - nel sound, nell’immaginario, nelle tematiche - la generazione cresciuta a cavallo tra i millennials e la generazione Z che vive con coraggio, ostinazione e un irrefrenabile impeto verso tutto ciò che prova.
Una generazione libera, fluida e genderless che non conosce barriere per l’amore, che non ha paura di mostrare i propri sentimenti, di buttarli in faccia addosso al mondo intero senza vergogna. La libertà è insita nel suo nome: scegli di chiamarsi kid, che è un termine neutro, slegato da ogni appartenenza di genere, perché ama definirsi più attraverso quello che è - un “mai adulto” come si presenta lui - piuttosto quello che sembra.
Voodoo Kid arde di passione: passione verso le persone di cui si innamora, verso ciò che gli interessa (la musica, i manga giapponesi, i videogames, la letteratura, il cinema d’autore e le serie Tv) e lotta per ciò in cui crede: la salvaguardia dell’ambiente e i diritti della comunità LGBTQIA+.
Da Brescia è volato a Londra per studiare musica con ottimi risultati.
Il suo stile musicale lo rispecchia in pieno, con un sound che volutamente non ha un genere di appartenenza ma che è frutto di ascolti e contaminazioni analogiche e digitali: da The weeknd a 070shake, da Gesaffelstein a Justin Bieber.
Voodoo Kid ha attirato l’attenzione di producer come Renzo Stone (Ghali, Mike Lennon), 2nd Roof (Salmo, Marracash, ecc.), Mamakass (Coma Cose), Dario Bass (metà di LNDFK) che hanno lavorato con lui alla realizzazione del suo primo disco “amor, requiem”, pubblicato nel 2020 per Carosello Records e annoverato tra i migliori dischi esordienti dell’anno. Uno dei singoli estratti dal disco, “lolita”, è stato inoltre inserito nella colonna sonora della terza stagione della serie Netflix “Summertime”.
Il 15 giungo, invece, esce “buco nero”, il primo singolo del nuovo progetto discografico di Voodoo Kid per Carosello Records, seguito dal nuovo brano “alice 02” con cui è stato scelto come Artista del mese per Up Next Italia di Apple Music. Entrambi i brani, assieme al nuovo singolo “guardare giù” con cui è entrato in alta rotazione come Artista del mese su MTV Italia, sono parte della raccolta “anche i demoni piangono” pubblicato il 16 dicembre 2022.

QUEVEDO
L’ARTISTA LATIN DEL MOMENTO
pubblica
‘PLAYA DEL INGLÉS’
featuring MYKE TOWERS

Quevedo è l’artista latin del momento che ha raggiunto la #1 global Spotify rimanendoci per 7 settimane ed è attualmente al n°1 della chart singoli italiana con la hit multiplatino “Bizarrap”. Ora pubblica il suo nuovo brano con Myke Towers intitolato ‘Playa Del Ingles’, pronto a catapultarci su una spiaggia di Gran Canaria per un party perfetto e a lasciare di nuovo il segno.
Il video ufficiale è stato girato Miami, e diretto da Jasz, con la direzione creative affidata a Vélodrome. La produzione è stata invece affidata a Wildhouse, sotto il cappello dell’etichetta Taste The Floor Records.
Attraverso il video comprendiamo che il brano parla della storia di due amici il cui sogno era dedicare la propria vita alla musica ma il cui vero lavoro per sostenersi è lavorare come ragazzi che puliscono le piscine. La storia continua quando i due scoprono uno studio di registrazione all’interno della villa, dove si intrufolano e registrano un pezzo. Il proprietario li scopre immediatamente e li licenzia. Il tutto finisce con il brano che diventa una hit e i loro sogni diventano improvvisamente realtà.
‘Playa Del Ingles’anticipa l’album di debutto e fa seguito alla hit di Quevedo Doppio platino in Italia e a Punto G, Vista Al Mar e Sin Señal realizzati entrambi come Playa del Ingles in collaborazione con Ovy On The Drums alla produzione.

LLEGO’ NAVIDAD

I più cari auguri di BUON NATALE ,
a tempo di bachata , con un allegro video realizzato nel cuore di Milano , in Galleria Vittorio Emanuele II,
da un gruppo di artisti della musica latina :
El Mena, Marquito & Vivian, Shaki Ventura, Joshua, Edgar,
Jim Marlon, Marcelo
Galletti – Boston Edizioni Musicali e Discografiche

Alexia MY XMAS LIVE TOUR fa tappa a San Marino
Appuntamento il 27 dicembre alle ore 21.00 presso Teatro Titano

La regina della dance anni '90 presenta il suo nuovo album, “My Xmas”, con i più bei brani di Natale in versione inglese, rivisitate con l’anima soul e blues tipica della cantautrice. L’appuntamento è per martedì 27 dicembre 2022 alle ore 21.00 (apertura al pubblico alle ore 20.00) al Teatro Titano.
My Xmas, il primo disco di cover natalizie di Alexia, è un progetto nato con la voglia di trasmettere le emozioni legate a questo periodo speciale dell’anno. Ci riporterà negli anni '60, '70 e '80 con i più bei brani di Natale di icone quali Stevie Wonder, Darlene Love e John Lennon. Uno spettacolo elettrizzante, pieno di energia e di allegria, con momenti scoppiettanti ma anche momenti solenni che fanno sentire la gioia nel cuore e tutte le emozioni che ognuno di noi desidera provare per vivere a pieno il senso del Natale.
La prevendita dei posti numerati della tappa sammarinese del Tour di Alexia “MY XMAS LIVE TOUR” è online sulla piattaforma VivaTicket e presso il punto vendita Free Shop (Centro Atlante di Dogana – Repubblica di San Marino).
L’incasso verrà devoluto in beneficenza al reparto Pediatria dell’Ospedale di Stato della Repubblica di San Marino.
L’evento è patrocinato dalla Segreteria di Stato per il Turismo e dalla Segreteria di Stato per la Cultura, realizzato dall’Ufficio del Turismo in collaborazione con gli Istituti Culturali della Repubblica di San Marino.

SETHU
IN GARA A SANREMO GIOVANI CON IL SINGOLO
"SOTTOTERRA"

 Fuori oggi, venerdì 9 dicembre, “SOTTOTERRA” (Carosello Records), il brano con cui Sethu parteciperà a Sanremo Giovani il 16 dicembre in diretta su Rai 1 per conquistarsi un posto tra i big del Festival di Sanremo.

Crudo, scuro, inquieto, euforico: Sethu è un misterioso animale notturno che con la musica racconta la sua generazione che vive tra incertezze, ansie e paure per il futuro. Ragazzi stanchi, abbandonati ai ritmi della provincia e della noia e che combattono spesso per la loro sanità mentale.

Nella musica di Sethu rabbia, tristezza ed euforia si mischiano e si alternano, passando da momenti intimi e introspettivi a passaggi frenetici e caotici. Un mood “schizofrenico” che non ha bisogno di essere etichettato in un genere preciso, convergendo in uno stile meticcio figlio da una parte del rap e del metal fino alle ultime contaminazioni con il pop e l’urban.

E “Sottoterra” si pone esattamente in questo mood: prodotta dall’inseparabile fratello gemello Jiz, il brano è un’atipica dichiarazione d’amore in cui Sethu dichiara la sua dipendenza verso un amore che gli regala “un’ora d’aria” in un mondo che lo fa sentire, appunto, sottoterra.

«È una dichiarazione d’amore un po’ atipica: mi piace scrivere utilizzando immagini forti che richiamino al mio immaginario dark e che creino contrasto. Ho voluto farlo anche in questo pezzo che è un brano che parla d’amore e della sua amarezza, di quando trovi una persona che ti fa stare così bene che crea un’ora d’aria in cui respirare in questo mondo così complicato e difficile», racconta Sethu.

BIO dell’artista
Marco De Lauri, in arte Sethu, è un artista nato a Savona nel 1997.
Sviluppa la sua identità artistica assieme al fratello gemello Jiz, con il quale comincia a fare musica e a muovere i primi passi nella scena punk/rap ligure, per poi espandersi verso ulteriori orizzonti musicali. Forte dell’unione con Jiz, Sethu trova nella musica un modo per evadere dalla realtà provinciale savonese, il cui mood malinconico e crudo si riflette spesso nei suoi testi e nell’estetica.
Nelle sue canzoni, Sethu racconta la sua generazione che vive tra incertezze, ansie e paure per il futuro. Ragazzi stanchi, abbandonati ai ritmi della provincia e della noia e che combattono spesso per la loro sanità mentale.
Nella musica di Sethu rabbia, tristezza ed euforia si mischiano e si alternano, passando da momenti intimi e introspettivi a passaggi frenetici e caotici. Un mood “schizofrenico” che non ha bisogno di essere etichettato in un genere preciso, convergendo in uno stile fluido e pieno di contaminazioni.
Il primo progetto pubblicato dall’artista ufficialmente nel 2018 è l’EP “Spero ti renda triste?”. Questo progetto nasce con il trasferimento a Milano dei due gemelli e contiene 6 brani che evidenziano le due dimensioni di Sethu che saranno poi la base del suono che svilupperà negli anni a venire.
Nel 2019 Sethu attira l’interesse degli addetti ai lavori con i singoli “Butterfly Knife”, pubblicato sul canale Trash Gang, e “Hotspot” (ft. Lil Sadape) che diventano virali grazie al carattere “Metal Trap” che contraddistingueva l’artista in quel periodo. Viene inserito tra i “CBCR” dell’anno del magazine Rockit.
Nel 2020 Sethu pubblica 3 singoli: “Blacklist”, “Calmo” e “Pioverà per Sempre”. L’ultima pubblicazione vede un’apertura del percorso dell’artista verso la direzione di una Trap più melodica, alternando lo scream alla voce in un’ottica più pop.

I pezzi vengono inseriti nelle playlist editoriali di Spotify “Raptopia”, “Novità Rap italiano”, “New Music Friday”, “Sangue giovane”, “Ragazzo Triste” (di cui è stato anche in cover) e “Generazione Z”. Nell’anno della prima epidemia di Covid Sethu si vede cancellare le due esibizioni al Mi Ami e al Nameless.

Il 2021 e il 2022 sono anni in cui vengono pubblicati diversi featuring: Sethu è presente in “f*cked up” di Tish, in “Rebecca” di Don Said, nell’album “ANATOMIA CRISTALLO” degli ISIDE nella traccia “BREAKOUT v10”, nell’unico singolo pubblicato “QUALCOSA È ANDATO STORTO” con gli ISIDE, in “Crush” con Wako, in “A/B” di Claudym e infine in “AURORA” di Don Said. Questo ha consentito di aumentare la brand awarness e la diffusione tra diversi segmenti di pubblico denotando anche una progressiva definizione del suo lato melodico.

Nel 2022 Sethu firma con Carosello Records e pubblica il nuovo singolo “Giro di notte”, che lo porta ad essere scelto da MTV Italia come Artista del mese, da Spotify come volto della playlist “sanguegiovane” e da PLUG MI tra gli artisti invitati a esibirsi dal vivo.

Sethu ama gli anime, gli scheletri e il colore nero.

Il suo idolo è Kanye West e fondamentalmente è un inguaribile doomer.

VASCO ROSSI
VADO AL MASSIMO
40th Rplay Special Edition

CAROSELLO RECORDS FESTEGGIA I 40 ANNI DELL’ALBUM “VADO AL MASSIMO” UNO DEI CAPOLAVORI ROCK DELLA MUSICA ITALIANA, CON UNA RIEDIZIONE RIMASTERIZZATA SPECIALE
In occasione del quarantesimo anniversario di “VADO AL MASSIMO”, Carosello Records storica etichetta di Vasco, pubblica una speciale riedizione rimasterizzata del rivoluzionario disco del 1982, che contiene, oltre alla title track, brani straordinari come “Ogni volta”, “Canzone”, “Splendida giornata”, “La noia” disponibile ovunque da domani 9 dicembre.
La special edition include il cd, il vinile, un inedito libro cartonato e a colori, a cura del giornalista Marco Mangiarotti nato da una lunga e recente chiacchierata con Vasco, in cui racconta la storia di “Vado al massimo”, la sua esperienza al Festival, le interviste a coloro che hanno partecipato alla realizzazione del disco e foto inedite di quel periodo.
Nel cofanetto da collezione, a tiratura limitata, è presente una cartolina per il download gratuito dello storico remix di “Una splendida giornata” e in versione rimasterizzata anche il 45 giri culto di Vado al massimo, canzone portata al Festival di Sanremo, e come b side “Ogni volta”.
“VADO AL MASSIMO 40th Rplay Special Edition” (etichetta Carosello Records - distribuzione Universal Music) è stato masterizzato da Maurizio Biancani, che ha dato nuova vita alle 9 tracce dell’album del 1982, per un ascolto eccezionale come mai avuto prima. Biancani non è solo uno dei più importanti ingegneri del suono della musica italiana, ma è stato anche lo storico fonico della versione originale dell’album “VADO AL MASSIMO”.
“VADO AL MASSIMO”, considerato uno vero spartiacque della musica italiana, è il primo disco pubblicato per Carosello Records, che vendette allora oltre 200.000 copie restando in classifica per ben 16 settimane, tanto da valergli la certificazione di disco di platino. Il titolo è ovviamente legato all’omonimo brano “Vado al massimo” che lo vide esordire sul palco del Festival di Sanremo su invito di Gianni Ravera che da buon intenditore, aveva capito che Vasco rappresentava il nuovo rispetto a tutta la musica che circolava allora. In un mercato discografico dominato da cantanti melodici leggeri e da cantautori “politicamente impegnati”, e un crescente interesse radiofonico verso la “Disco Music”, il suo rock genuino e provocatorio era qualcosa di raro, quasi unico.
Vasco decise di accettare l’invito di Ravera e mettersi in gioco, seguendo quella sincera urgenza comunicativa che segnò la sua partecipazione al Festival come uno dei momenti emblematici della sua carriera che lo hanno consacrato nel tempo come la più grande rockstar del nostro Paese.
Si presentò in modo rock, spontaneo e irriverente come nessun altro, impersonando lo spirito provocatorio e goliardico sia del testo che della musica di “Vado al massimo” in una performance che rimase impressa nella memoria collettiva di tutta la nazione, un vero e proprio evento della storia della canzone italiana.
Ad affiancare il brano “Vado al massimo” ci sono capolavori come “Canzone”, che apre con le strofe dedicate al padre, “Ogni volta” brano intimo e personale che la critica non comprese immediatamente, le intramontabili hit “La noia” e “Splendida giornata”, “Amore… aiuto” che Vasco ha riportato sul palco nel tour dei record di quest’anno.
Tracklist completa:
1. Sono ancora in coma
2. Cosa ti fai
3. Ogni volta
4. Vado al massimo
5. Credi davvero
6. Amore... aiuto
7. Canzone
8. Splendida giornata
9. La noia

CAFFELLATTE
L’ARTISTA MULTIFORME
CANTAUTRICE, ATTRICE E SCRITTRICE
È TRA LE NUOVI VOCI DEL POP ITALIANO
IL NUOVO SINGOLO È “BAMBINA”

“Se parlassi alla me di 15 anni fa le canterei ‘Bambina’, per dirle tutto quello che non ero capace di dirmi”, così Caffellatte descrive il suo ultimo singolo “Bambina”.
Caffellatte – cantautrice e artista eclettica e fuori dagli schemi, capace di mettersi in gioco in vari campi – dopo gli ironici “Nonchalance” e “TSO”, in questo singolo torna a parlare della Generazione Z e della sua visione del mondo, nello stile diretto e pungente a cui ci ha abituato.
“Ero un’adolescente in guerra e sono andata via di casa perché forse era l’unica cosa che potessi fare” continua Caffellatte. Questo brano parla di rapporti familiari complicati, anche a causa di un malessere, e di cosa vuol dire tornare a casa dopo anni e sentire ancora sulla pelle le stesse sensazioni di una quattordicenne ingabbiata da se stessa. Parla di senso di colpa e parla di perdono”.
Il brano verrà presentato live per la prima volta il 16 dicembre al Kioene Arena in occasione del “Tutto Accade tour” di Alessandra Amoroso che con Spotify EQUAL ha unito le forze per sostenere una musica senza genere e con pari opportunità accendendo i riflettori sul gender gap ancora molto evidente nella musica italiana, lanciando un messaggio concreto di condivisione e di supporto. Caffellatte si esibirà durante il concerto di Alessandra proponendo alcuni dei suoi brani.
Caffellatte, nome d’arte di Giorgia Groccia, è scrittrice, attrice e musicista. Ha presentato al festival di Cannes (sezione Short film Corner) un cortometraggio indipendente in cui interpreta la protagonista e per il quale ha scritto la colonna sonora. Come cantautrice dal 2020 ha pubblicato diversi singoli ed è stata inserita da Spotify Italia nel programma RADAR insieme ad altri nove giovani e promettenti artisti del panorama nazionale. I suoi singoli più recenti sono “TSO”, “Nonchalance” e la collaborazione con Deddy in “Non mi fa dormire”.
Caffellatte nasce ad Acquaviva Delle Fonti (Ba), e già a 3 anni era il jukebox di casa. La sua passione per la musica nasce durante i viaggi in macchina con il papà verso la Calabria, con la radio che trasmetteva le canzoni del suo primo grande amore, Battiato, e di Concato. Poi è arrivato il rap e lo studio per la musica e nel 2016 la laurea a Lecce in Scienze e Tecniche Psicologiche. Due sono le cose fondamentali nella sua vita: la musica e la scrittura, a cui, nel suo lavoro, cerca di unire sempre intelligenza emotiva ed empatia, per dar luogo a qualcosa di autentico e, forse, unico.
Il nome Caffellatte nasce per caso quando, su Facebook, Giorgia ha inserito accanto al suo nome la parola caffellatte. Ha usato lo stesso nickname su Instagram e da lì in poi tutti l’hanno sempre chiamata Caffellatte.

THE STROKES - THE SINGLES VOL 01
DISPONIBILE DAL 24 FEBBRAIO 2023
In arrivo una raccolta di 10 vinili in formato 7" che include rarità, hit e le tracce preferite dei fan.

I video musicali dei primi 3 album saranno disponibili in HD per l'occasione.
I The Strokes confermano l'uscita di The Singles - Volume 01, un cofanetto che raccoglie gli elettrizzanti primi singoli della band, in uscita per RCA Records/Legacy Recordings, la divisione catalogo di Sony Music Entertainment.
The Singles - Volume 01 sarà disponibile nei negozi e online dal 24 Febbraio.
Il cofanetto contiene 10 indimenticabili singoli tratti dai primi tre album della band - Is This It (2001), Room on Fire (2003) e First Impressions of Earth (2006) - oltre a rare B-sides tratte dai singoli originali. Tutti e 10 i singoli saranno stampati su vinile nero da 7", con l'artwork di ogni uscita originale replicato nella confezione.
I video di tutte le 10 A-sides, tra cui "Hard to Explain", "Last Nite", "Reptilia", "Juicebox" e "Heart in a Cage", sono ora disponibili in alta definizione.
Nati a Manhattan nel 1999, i The Strokes - il cantante Julian Casablancas, i chitarristi Nick Valensi e Albert Hammond Jr, il bassista Nikolai Fraiture e il batterista Fabrizio Moretti - sono stati al centro di una vivace scena musicale a New York City all'inizio del XXI secolo.
Il loro EP di debutto The Modern Age, pubblicato dalla venerabile etichetta indie Rough Trade, ha scatenato una frenesia mondiale; il debutto per la major Is This It, pubblicato più tardi nello stesso anno, è stato salutato come il miglior album dell'anno da Billboard, NME, Entertainment Weekly, Time e CMJ. Inoltre, entra nelle classifiche di fine anno del New York Times, di Rolling Stone, di USA Today, del MOJO e al secondo posto del prestigioso sondaggio Pazz & Jop del Village Voice.

SICK LUKE
FINALMENTE SVELATA LA TRACKLIST DI
“X2 DELUXE”
LA VERSIONE DELL’ALBUM MANIFESTO “X2” ARRICCHITA DA NUOVI BRANI E INEDITE COLLABORAZIONI
FUORI VENERDÌ 2 DICEMBRE
IN STREAMING, DOWNLOAD ED ESCLUSIVI FORMATI FISICI

Dopo aver postato una serie di spoiler sui suoi profili social di Instagram e TikTok negli scorsi giorni, Sick Luke ha pubblicato la tracklist di “X2 DELUXE”, disponibile ora in presave/preorder online e in uscita venerdì 2 dicembre in fisico e digitale per Carosello Records (distribuzione Virgin/Universal), svelando finalmente le inedite combinazioni di artisti coinvolti nelle 6 nuove tracce che vanno ad arricchire la versione originale dell’album “X2”, già attestato come uno degli album più venduti dell’anno.
Questi i 6 nuovi brani inclusi in “X2 DELUXE”:
OCCHI COLTELLO
Sick Luke feat. Gemitaiz, Giorgio Poi, Lil Kvneki & Massimo Pericolo
AUDI
Sick Luke feat. Rhove & Capo Plaza
DOMANI TI CHIAMO
Sick Luke feat. Tananai & bnkr44
NELLA CASA DI DIO
Sick Luke feat. Tony Effe, Paky & J Lord
VUOTO DENTRO
Sick Luke feat. Mara Sattei & Bresh
MARY POPPIN
Sick Luke feat. Thelonious B., Zyrtck, Radical & Side Baby
“X2 DELUXE” sarà quindi disponibile dal 2 dicembre in digitale e in fisico in diversi formati, acquistabili anche tramite 18app:
• CD
• LP con CD
• LP autografato con CD (in esclusiva per Amazon)
• CD con manga volume 2 (in esclusiva per Amazon): il sequel dell’apprezzatissimo manga “Sick Luke: Il potere del farfastrello” curato da Andrea Scanarini e Roberta Trocchia, andato subito sold out con la prima tiratura del disco
• CD con maglia longsleeve (in esclusiva per Universal Music Shop)
L’album “X2” è già certificato disco di platino ed è classificato come il 5° album più venduto del primo semestre dell’anno con oltre 175 milioni di stream complessivi, collezionando anche le certificazioni di doppio disco di platino con il brano “Solite pare”, disco di platino con “Dream team” e disco d’oro con “Falena” e “La Strega del frutteto”. Tutte le tracce del disco, inoltre, hanno già ampiamente superato il milione di stream sulle piattaforme, incluso il singolo di anticipazione della deluxe edition, “Vuoto Dentro” feat. Mara Sattei & Bresh.
In “X2 DELUXE” l’originale copertina del disco muta forma e appare ora in chiave gotica grazie al contribuito del graphic artist Sathyan Rizzo. Un immaginario, quello dark e horror, da sempre caro al producer multiplatino.
Dopo anni passati dietro le quinte attuando una delle più impattanti rivoluzioni musicali degli ultimi tempi, Sick Luke apre le porte del suo mondo con la deluxe edition di un album che è diventato un vero e proprio manifesto dello stato attuale della musica italiana, ma non solo: grazie alla pubblicazione del suo primo libro autobiografico “Qui Non Piove Più – storia di un producer” (Cairo Editore) si racconta a 360 gradi, condividendo luci ed ombre del suo vissuto personale a partire dai primi ricordi di infanzia, vissuti con difficoltà tra Londra, Los Angeles e Centocelle (Roma), fino alle enormi soddisfazioni e riconoscimenti che oggi lo accreditano come uno dei più rinomati e apprezzati producer del momento.
BIO
Sick Luke è uno dei più giovani e prolifici producer d’Italia. Ha assorbito dal padre DUKE MONTANA, uno dei primi esponenti del rap in Italia, la passione per la musica, esibendo sin dalla prima adolescenza un innato talento nella produzione musicale. Creativo, estroso, visionario: così è stato definito negli anni dai fan e dagli innumerevoli artisti (Sfera Ebbasta, Ghali, Guè Pequeno, Mecna, Marracash, Fabri Fibra, Dark Polo Gang solo per citarne alcuni) che hanno scelto Luke per curare le produzioni dei loro pezzi.
Le certificazioni e i numeri che Luke ha ottenuto con le sue produzioni lo rendono oggi uno dei producer più di successo e certificati d’Italia.

ALESSANDRO MARTIRE
IL NUOVO ALBUM
“WIND OF GEA”

Il pianista e compositore di fama internazionale Alessandro Martire pubblica il suo nuovo album “WIND OF GEA”, fuori per Carosello Records, andando ad arricchire un curriculum che vanta performance mozzafiato in contesti naturali e urbani ricercati di tutto il mondo, l’ideazione dei format musicali Floating Waves Concert e Ice Waves Concert, la direzione artistica del Lake Endless Joy Festival, un’intervista one-to-one su Forbes US e la freschissima collaborazione con Woolrich e Wanderlust Vision sulla cima innevata del Kronplatz (Plan de Corones).
“Wind of Gea” è un album che inizia a formarsi a partire dal 2020. Molte delle sue musiche sono state scritte nei primi mesi di quell’anno, durante il lockdown e nei mesi di presentazione del disco precedente e dei tanti nuovi progetti concertistici. L’esplorazione di nuove terre con gli occhi pieni di curiosità e meraviglia hanno spinto Alessandro Martire verso nuove sfide: una di queste, quella più intima e spontanea, è stata proprio la realizzazione di questo album.
Alessandro ha, infatti, trasformato in musica sensazioni ed emozioni di questi ultimi due anni tra viaggi, esperienze uniche e incontri, ma anche momenti di raccoglimento e riflessione, immergendosi in una nuova dimensione creativa dove, dopo un primo momento di esitazione, ha trovato nuove idee e ispirazione sulle quali porre le basi di questo nuovo progetto.
Dal Polo Nord ai fari di Formentera, ciascun brano racconta come musica e natura si fondano e creino un vento interiore, profondo ed emozionale, come una sorta di colonna sonora di luoghi che rimangono impressi indelebilmente.
Uno di questi luoghi è il Kazakistan, Paese in cui Alessandro Martire ha registrato il video suggestivo di uno dei nuovi brani del disco, “Larme” nel Charyn Canyon e dove è recentemente stato ospite per una serie di appuntamenti concertistici.
L’Ambasciatore d’Italia in Kazakistan e Kirghizistan, Marco Alberti, descrive così la collaborazione nata con l’artista: «Siamo felici di aver collaborato a questa iniziativa. Per noi Larme resterà la “colonna sonora” dei 30 anni di relazioni fra Italia e Kazakistan, celebrati nel 2022. Questa musica esprime l’idea dell’armonia come riferimento dei rapporti fra i popoli, ma anche fra la persona e la natura, rappresentato dal Charyn canyon. Il talento di un giovane italiano, come Alessandro, proposto in un Paese di giovani, come il Kazakistan, che amano l’Italia. Successivamente riproposto con grande successo anche in Kirghizistan».
Tracklist:
1. Larme
2. Sedna
3. Aria
4. Victory
5. Faro de la Isla
6. Vikôy
7. Reitia
8. Clouds
9. Flowers
10. St. Francis
11. Wind of Gea
I primi appuntamenti per ascoltare dal vivo i brani del nuovo album “Wind Of Gea” sono il concerto piano solo presso la Pinacoteca Civica di Como (20 dicembre), il concerto piano solo per Ice Waves Experience presso La Tchavana di Mandriou-Champoluc (27 dicembre) e, andando oltre i confini nazionali, il concerto ad Alula in Arabia Saudita (7 marzo 2023).
CREDITS
Producer: Alessandro Martire
Orchestra: Czech National Symphony Orchestra
Arranger: Jeffrey Emerson Gaiser (Victory), Matteo Lipari ( Aria, Vikôy, Reitia, Clouds, St. Francis ) Katharine Petkovski ( Sedna)
Mix-Master: Gianluca Mancini
BIO
Alessandro Martire è un giovane compositore e pianista italiano, nato a Como il 12 luglio 1992.
A 15 anni scrive le sue prime composizioni pianistiche con un crescente interesse per la musica classica contemporanea con l’innesto di elementi derivati dalla musica pop, minimalista e crossover, raggiungendo uno stile personalissimo.
La sua attività concertistica con musiche originali lo hanno portato ad esibirsi in prestigiosi teatri di tutto il mondo, proseguendo tuttavia i suoi studi musicali e pianistici sotto la guida del pianista e compositore M. Giusto Franco.
Entra nel ramo Composizione New Age del prestigioso Berklee College of Music a Boston e nel 2013 si cimenta nel suo primo tour mondiale, il Melodia di Vita World Tour, al quale seguono altre svariate tournée internazionali, tra le quali il Da Sempre in Tour (2015) e il Flames of Joy Tour (2016) che lo portano in numerose grandi mete di Europa, Asia e America. In questi anni si laurea in Relazioni Internazionali all’Università degli Studi di Milano e suona anche per la famiglia reale serba al Royal Palace di Belgrado e assieme alla Soul Academy Orchestra a Ho Chi Minh City.
Nel 2018 sigla un importante accordo editoriale con la prestigiosa Ultra International Publishing a New York, mentre nel 2019 inaugura un format unico di sua ideazione: il Floating Waves Concert, un concerto in movimento realizzato su una piattaforma fluttuante sullo specchio d’acqua del lago di Como godibile da tutto il lungolago e a bordo barca.
Nello stesso anno firma con Carosello Records e inaugura il nuovo percorso discografico che porterà alla pubblicazione dell’album di 11 tracce “Share The World” (10 aprile 2020). Il lancio in anteprima del video ufficiale della title track dell’album viene realizzato in partnership con National Geographic Italia, inserendo il brano come intersigla dell’iniziativa “Cosa ti dice la terra – National Geographic Live Streaming Event” trasmesso in diretta sul sito di National Geographic e sui siti partner del progetto in occasione dell’Earth Day (22 aprile 2020). Il video di “Breath”, altro brano contenuto nell’album, è stato invece condiviso in anteprima sul profilo Instagram globale di Steinway & Sons.
Viene invitato a esibirsi al Teatro Antico di Taormina per il “Premio Cinematografico delle Nazioni”, dove viene premiato con il Nations Artistic Award.
Quattro brani dell’album “Share The World” vengono remixati con il coinvolgono dei dj internazionali John Talabot, Havoc & Lawn, Mathame e BLR, raccolti nell’EP “Share The World Remix Pack” pubblicato nel 2021. Tra questi, il remix “Breath – Mathame Rmx” viene messo in onda anche su BBC Radio 1 da Pete Tong.
Nel 2021 il Floating Waves Concert, evento divenuto cardine del Lake Endless Joy Festival di cui Alessandro è direttore artistico, è stato riproposto in esclusiva mondiale su TikTok, risultando essere la terza trasmissione live più seguita in piattaforma di quell’anno dal pubblico italiano, dopo i Maneskin e Andrea Griminelli.
Il format è stato anche cornice della sorpresa di anniversario architettata da Fedez per la moglie Chiara Ferragni, dove Alessandro ha accompagnato il rapper nell’esecuzione del brano “Meglio del cinema” a lei dedicato.
Nella stessa estate si esibisce per due serate consecutive a Portofino per un evento privato della catena di hotel Belmond in occasione dell’apertura del rinnovato Belmond Splendido Mare.
Sempre nel 2021 viene realizzata l’Ice Waves Experience, anch’esso un format originale di Alessandro Martire che lo vede protagonista di un’esibizione mozzafiato in contesti montani innevati come ghiacciai, laghi e fiumi ghiacciati, ecc. Il video dell’esibizione del brano originale “Heart” eseguito in questa occasione ha visto la partecipazione della pattinatrice Felicitas Joy Fischer.
L’anno seguente il format è stato riproposto su più tappe e con l’aggiunta di una spedizione alle Isole Svalbard (Norvegia).
Nel 2021 prende parte al video per lo svelamento dell’emblema dei Giochi Olimpici di Milano Cortina 2026, durante il quale ha suonato la sua composizione inedita “Aria”.
Compone la colonna sonora del corto “Ottocentonovantasei nuvole” – diretto da Andrea Basile e premiato come Best Documentary al Nursind Care Film Festival, Best Short Movie all’APOR Film Festival, Press Awards al Wolf Film Festival, Territori Award al Malescort, ecc. – per il quale riceve il suo secondo Nations Awards.
A febbraio 2022, invece, si esibisce a 3000m di altitudine per una declinazione in alta quota del format Ice Waves, ribattezzato Ice Waves Experience Champoluc per l’occasione. A maggio dà vita a “Flowers”, una composizione ispirata al sontuoso roseto Domaine de la Rose di Lancôme, e organizza due suggestive performance ai fari di Formentera, più precisamente al Far de la Mola all’alba e a Cap De Barbaria al tramonto. Nei mesi estivi si esibisce anche tra le cave marmoree di Carrara, porta il format del Floating Waves Concert tra i canali di Venezia e sale sulle terrazze del Duomo di Milano esibendosi in un suggestivo concerto al tramonto, dando vita, ancora una volta, a un evento esclusivo di rara bellezza.
Per la IV edizione del Lake Endless Joy Festival, Alessandro Martire presenta dal vivo alcuni dei brani del nuovo album, “Wind of Gea” (pubblicato il 25 novembre per Carosello Records), e viene intervistato da Forbes US.

CAROSELLO RECORDS E 232 APS
LA MUSICA COME OPPORTUNITÀ DI RIVALSA
L’etichetta incontra l’Associazione 232 che promuove percorsi educativi attraverso la musica tra il carcere Beccaria, le comunità e i quartieri di Milano

Negli scorsi mesi Carosello Records è entrata in contatto con 232 APS, l’Associazione che dal 2019 promuove percorsi artistici ed educativi rivolti a minori e giovani adulti in difficoltà, all’interno del carcere minorile “C. Beccaria”, di comunità civili e penali, centri di aggregazione giovanile. Il risultato di questo incontro è “232 Mixtape” il primo progetto discografico di 13 giovanissimi ragazzi, 10 rapper e 3 producer provenienti dall’Associazione in uscita il 24 novembre.
Il disco non sarà in vendita ma è disponibile sul canale Youtube della 232: https://www.youtube.com/c/232APS
https://www.youtube.com/playlist...
Carosello infatti facendo fede al suo motto storico “valore alla musica” ha messo la sua conoscenza dell’industria musicale, l’esperienza, la professionalità e gli strumenti di cui è in possesso a disposizione di questi giovani artisti: Kenzoo, Uelboo, Jen, Luchino, Torricelli Posse, Yambore, Perruz, Elija con le produzioni di MØ.BRA, Lazzino e Nuar .
Carosello Records in collaborazione con l’Associazione 232 ha deciso di offrire loro l’occasione di mettersi in gioco, confrontarsi con produttori e professionisti del settore e dare voce alla loro passione registrando un proprio brano nello studio di registrazione dell’etichetta, che è stato prodotto dal producer Renzo Stone dando vita a “232 Mixtape”.
“In questo album troverai sogni, speranze, mode, culture, abitudini, stili, emozioni, errori. Le note e le rime ti accompagneranno a conoscere ciò che ogni artista ha deciso di regalarti, storie che trovano nel canale dell'arte un modo per essere raccontate, pensate e rielaborate. È il cuore dell'essere umano pronto ad esprimersi, dando voce alle paure e alle aspettative, gridando di rabbia e di gioia, sprigionando lacrime e sorrisi. Il disco che avete tra le mani raccoglie il lavoro dell'associazione 232, frutto dell'impegno costante nell'istituto penale per minori "Cesare Beccaria", nella comunità penale "Kayros" Onlus, nelle scuole, nei quartieri, nei laboratori rivolti a ragazzi e ragazze in difficoltà e a chi chiede di essere aiutato. Il nostro obiettivo è quello di accompagnare chiunque, senza distinzione, nel suo processo di crescita. In questo viaggio troverai l'arte sul sedile del passeggero e l'educazione alla guida, ti saranno donate esperienze, visioni del mondo, critiche alla società, ma soprattutto guarderai l'attualità con gli occhi dei ragazzi che abbiamo conosciuto”.
Questa la tracklist del disco:
Kenzoo - Simo
Prod. by Voluptyk
Uelboo - Giro
Prod. by Jodzi
Jen - Anche col maltempo
Prod. by MØ.BRA
Luchino - Storia triste
prod. by Brosky Secret Weapon
Torricelli Posse - Scrivo per rinascere
prod. by Lazzino
Yambore - Parto
Prod. by Skuza
Perruz - Soldi
prod. by Nuar
Elija - Bussano alla porta
prod. by Donn Suave
L’Associazione 232 nasce da un gruppo di giovani educatori, educatrici e psicologi che dopo anni di lavoro educativo in solitaria decidono di unire le forze e portare avanti il proprio credo: realizzare attività di promozione sociale attraverso l’hip hop e, in genere, la musica. Realizzano quindi laboratori artistico-espressivi con una forte impronta educativa all’interno di scuole, centri di aggregazione giovanili, istituti penali (tra cui il carcere minorile Cesare Beccaria di Milano, oratori, comunità civili e penali, centri di prima accoglienza, luoghi di aggregazione).
“Un ringraziamento particolare va alla Direzione e al personale dell’Istituto Penale per Minorenni “C. Beccaria” di Milano, agli educatori e le educatrici delle comunità Kayros e a tutte le persone che a vario titolo ci hanno aiutato e sostenuto in questo percorso”- 232 APS.

CRISTINA D’AVENA
“40 - Il sogno continua”
 il cofanetto per i festeggiamenti dei 40 anni di carriera di Cristina D’Avena.

Il progetto esce in duplice versione, Standard e Deluxe Edition, mentre II 9 dicembre verrà pubblicato in un’edizione limitata e numerata il vinile color cristallo già in pre-order.
L’album, che nella sua versione deluxe contiene 100 canzoni, vanta 9 duetti inediti e completamente rifatti con artisti di più generazioni del panorama musicale italiano, da Orietta Berti a Myss Keta, da Lorella Cuccarini a Elettra Lamborghini, da Cristiano Malgioglio ad Albe per passare a Alfa, Jr Stit e Dj Matrix & Amedeo Preziosi, un inedito di Natale dal titolo “L’altro Natale” scritto da Niccolò Agliardi e Bungaro, oltre alle incisioni originali delle sigle più amate dal 1982 al 2019, le canzoni dei telefilm che l’hanno vista protagonista negli anni 80’ e ’90 e alcuni inediti e rarità.
In versione digitale saranno disponibili i duetti e l’inedito natalizio.
Dal 1982 ad oggi Cristina D’Avena è l'unico personaggio dello spettacolo la cui voce è presente sulla tv italiana ininterrottamente dai primi anni '80 almeno una volta al giorno, 7 giorni su 7, 365 giorni l'anno.
Tutto iniziò esattamente 40 anni fa, nel 1982, quando una diciassettenne Cristina D’Avena si presentò ad un provino per interpretare la sigla italiana della serie animata giapponese "Pinocchio", vinto il quale firmò un contratto di esclusiva con la Five Record, storica etichetta dell’allora nascente Canale 5. Quella prima sigla, “Bambino Pinocchio" composta da Augusto Martelli, cui seguì l’omonimo 45 giri dall’importante successo commerciale, diede inizio alla lunga e prolifica carriera di Cristina, con centinaia di sigle e concerti al suo attivo.
“40 - Il sogno continua”
Formati:
- STANDARD EDITION: 3 CD / 1 VINILE
- DELUXE EDITION: 5 CD + GADGET ESCLUSIVO
Tracklist dell’album:
CD 1 – DUETTI & NOVITA’
1. Il valzer del moscerino (feat. Orietta Berti)
“Il valzer del moscerino” è la primissima canzone in assoluto che ho cantato allo Zecchino d’Oro all’età di tre anni e mezzo e per me ha un valore incredibile. Lo Zecchino è stato un po’ il mio trampolino di lancio. Quando ho chiesto ad Orietta se voleva cantarla con me ha detto subito di sì perché la conosceva e la cantava spessissimo alla sua nipotina. Tutto questo mi ha fatto tantissimo piacere. Mi sono emozionata a sentirla cantare in studio. È stata dolcissima e devo ringraziarla per questo meraviglioso regalo.
Cristina D’Avena
Per me poter incidere “Il valzer del moscerino” è stata un’emozione e una cosa molto bella. MI ricorda quando ero una ragazzina e ascoltavo lo Zecchino d’Oro. Ora che sono nonna lo è ancora di più perché la mia nipotina Ottavia l’ascolta sempre e le piace cantarla.
Orietta Berti
2. Magica Doremì (feat. Lorella Cuccarini)
È sicuramente uno tra i brani più ballato e cantato dai giovani della nuova generazione cresciuti negli anni 2000. L’arrangiamento ha una chiave dance che farà scatenare tutti. Mi ha fatto molto piacere interpretarlo con Lorella, una grande professionista, che come me è una donna molto energica, solare e frizzante. Siamo nate quasi insieme con la tv degli anni ’80, ci siamo incontrate in varie trasmissioni ma non abbiamo mai collaborato. Questa era la volta buona. Il brano è venuto benissimo e ringrazio di cuore Lorella per questa collaborazione.
Cristina D’Avena
Partecipare a questa canzone è come partecipare a questo grande compleanno di Cristina che è una giovane ragazza che ha cominciato con me negli anni 80.
Ho sempre stimato tantissimo lei come artista ma non c’eravamo mai incontrate prima. L’idea di cantare un pezzo del suo repertorio per me è stato un grande regalo, mi ha colpito questo brano, la sua grande solarità e l’energia comune alla musica che ascolto.
Lorella Cuccarini
3. Hamtaro, piccoli criceti grandi avventure (feat. Myss Keta)
Non avrei mai pensato che un personaggio così irriverente come Myss Keta potesse interpretare una mia sigla... Invece è stato proprio così! Hamtaro è un altro dei cartoni più gettonati degli anni 2000, la storia di questi “cricetini” ha appassionato migliaia di bambini. Una di queste è stata proprio “La Myss” che conosceva benissimo questo brano e ha realizzato un connubio perfetto... Molti diranno “Il diavolo e l’acqua Santa”. Con lei Hamtaro ha assunto una veste nuova, moderna, proprio alla “Myss Keta” come solo lei poteva fare. Un brano tutto da ballare!
Cristina D’Avena
Sono molto orgogliosa di presentare il mio personale remix di Hamtaro, piccoli criceti grandi avventure ed è stata anche una grande avventura quella di realizzare e registrare questa canzone, dalla chiamata di Cristina alla vera e proprio realizzazione. È stato un piacere lavorarci e spero che tutti possano godersela quanto me la sono goduta io nello scriverla e nel registrarla.
Myss Keta
4. Tazmania (feat. Albe)
Chi non conosce il “simpaticissimo, mitico Taz”? Questo è un brano degli anni ’90 importantissimo della mia discografia. Lo conoscono davvero tutti perché ancora oggi in onda. Non potevo non scegliere Albe per questa collaborazione, un artista giovane, un ragazzo che ha interpretato benissimo il brano. Ha aggiunto anche il suo motto “Strabello!” all’interno del testo. Albe è stato super disponibile cantando con freschezza questa sigla regalandole una veste nuova vicino alle sonorità di oggi. All’interno del brano (come nella versione originale) c’è anche il mitico Pietro Ubaldi, uno dei più grandi doppiatori italiani, nonché voce originale di Taz. Con lui è stato come tornare indietro nel tempo.
Cristina D’Avena
È stato bellissimo cantare “Tazmania”, come tornare indietro nel tempo quando ero piccolo. Taz è un po’ come me, un po’ pazzo e divertente
.
Albe
5. Mew Mew amiche vincenti (feat. Elettra Lamborghini)
Un brano supersonico e il cartone è strepitoso! Elettra ha scelto personalmente questa canzone in quanto guardava sempre la serie e cantava la sigla quando era piccolina. All’inizio della traccia non poteva mancare il “tag di garanzia” di Elettra. Ci siamo scatenate come matte a cantare insieme “Mew Mew amiche vincenti”!
Cristina D’Avena
Non vedo l’ora che esca il singolo fatto con Cristina e sono contentissima che abbia scelto me sia perché si pala di amiche vincenti sia perché per me è stato come tornare bambina quando vedevo quei cartoni. È stato emozionante e la canzone è venuta molto bene, mentre cantavo (e sapevo già tutte le parole a memoria) ballavo come una pazza.
Elettra Lamborghini
6. Pokemon (feat. Alfa)
Alfa conosceva benissimo i Pokèmon! Appena è stato chiamato a partecipare a questo progetto ne è stato entusiasta e non solo lo ha interpretato, ma ha prodotto anche l’arrangiamento inserendo delle barre inedite che hanno reso il brano ancora più attuale.
Cristina D’Avena
Lavorare con Cristina è stato più che un piacere un onore perché io come tanti ho dei ricordi bellissimi legati alla sua musica e ho avuto la fortuna di remixare e scrivere una strofa della sigla del mio cartone preferito che è Pokemon.
Alfa
7. Calimero (feat. Cristiano Malgioglio)
Che divertimento
! Cristiano ha cantato Calimero, il pulcino nero più famoso d’Italia, sono strafelice! E’ stato super ironico come solo lui può fare. Con lui la famosissima “Coco-Dance” è diventata ancora più dance, il brano è diventato un po’ “latineggiante” proprio su richiesta di Cristiano che ha interpretato il pezzo con una simpatia e verve incredibili. Calimero dance farà rallegrare tutti.
Cristina D’Avena
Finalmente siamo riusciti a fare un duetto insieme, in un brano pazzesco che piacerà a tutti “Calimero dance”. Ringrazio Cristina per avermi invitato., all’inizio ero un po’ titubante, non sapevo se sarei riuscito a cantare questa canzone ma poi mi sono fatto forza e ho iniziato a cantare e a cantare e già dalla prima prova è venuto bene e penso di aver fatto una belle versione.
Cristiano Malgioglio
8. What’s my destiny Dragon Ball (feat. JrStit)
Chi non conosce la mitica sigla che narra le avventure di Goku e delle 7 sfere del drago? Ho deciso di interpretare questa sigla con un dj molto in voga su TikTok, Jr Stit. La chiave dell’arrangiamento è dance e super moderno.
Cristina D’Avena
Per me è stato letteralmente un onore lavorare con Cristina, ho potuto apprezzare tutta la sua professionalità ed esperienza. Il pezzo di Dragonball poi rappresenta parte della mia infanzia, e aver avuto la possibilità di collaborare su questo pezzo è stato un sogno. Dal lato tecnico mi sono molto ispirato a ció che il cartone rappresenta: forza, determinazione ed epicità. Tutto ciò visto in chiave moderna rielaborando la sigla originale con sfumature della musica elettronica contemporanea.
JrStit
9. Faccio la brava (feat. DJ Matrix, Amedeo Preziosi)
10. L’altro Natale
È un brano inedito scritto per me da Niccolò Agliardi, grande poeta! Questa canzone è un po’ come un vestito che ho indossato per la prima volta, non una sigla, ma una canzone che dedico a tutti affinchè arrivi un messaggio d’amore, di pace e di serenità in questo periodo un po’ “buio” delle nostre vite. Spero che entri nel cuore di tutti coloro che lo ascolteranno, proprio come è successo a me.
Cristina D’Avena
CD 2 - LE INCISIONI ORIGINALI DELLE SIGLE PIÙ AMATE (Parte 1)
1. Bambino Pinocchio 2’40’’ - 1982
2. Georgie 2’29’’ - 1984
3. Pollon, Pollon combinaguai 3’00’’ - 1984
4. L’incantevole Creamy 2’44’’ - 1985
5. Evelyn e la magia di un sogno d’amore 3’43’’ - 1985
6. Kiss me Licia 3’15’’ - 1985
7. Occhi di gatto 3’24’’ - 1985
8. Memole dolce Memole 3’11’’ - 1986
9. Mila e Shiro due cuori nella pallavolo 2’57’’ - 1986
10. Lovely Sara 3’12’’ - 1986
11. Magica, magica Emi 3’17’’ - 1986
12. Alla scoperta di Babbo Natale 3’14’’ - 1986
13. Pollyanna 2’44’’ - 1987
14. Jem 2’53 - 1987
15. D’Artagnan e i moschettieri del re 3’21’’ - 1989
16. È quasi magia Johnny 2’38’’ - 1989
17. Milly un giorno dopo l’altro 3’49’’ - 1989
18. Siamo fatti così 2’48’’ - 1989
19. Ti voglio bene Denver 3’06’’ - 1989
20. Alvin rock’n’roll 3’06’’ - 1990
21. Peter Pan 3’25’’ - 1991
22. Scuola di polizia 3’25’’ - 1991
23. Papà Gambalunga 3’13’’ - 1991
24. Il mistero della pietra azzurra 3’47’’ - 1991
CD 3 - LE INCISIONI ORIGINALI DELLE SIGLE PIÙ AMATE (Parte 2)
1. Una spada per Lady Oscar 3’31’’ - 1991
2. Robin Hood 3’18’’ - 1992
3. Gemelli nel segno del destino 3’13’’ - 1993
4. Tazmania 3’08’’ - 1993
5. Batman 3’28’’ - 1993
6. L’isola della piccola Flo 3’58’’ - 1994
7. Fiocchi di cotone per Jeanie 3’09’’ - 1994
8. Sailor Moon 3’20’’ - 1995
9. Che campioni Holly e Benji 3’14’’ - 1995
10. Brividi e polvere con Pelleossa 3’11’’ - 1995
11. E’ un po’ magia per Terry e Maggie 3’35’’ - 1996
12. Piccoli problemi di cuore 4’06’’ - 1997
13. Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo 3’44’’ - 1997
14. Pesca la tua carta Sakura 4’42’’ - 1999
15. Il laboratorio di Dexter 4’11’’ - 1999
16. Rossana 4’38’’ - 2000
17. What a mess Slump e Arale 3’27’’ - 2001
18. All’arrembaggio! 3’09’’ - 2001
19. Hamtaro piccoli criceti, grandi avventure 3’13’’ - 2002
20. Doraemon 3’07’’ - 2003
21. Tutta d’un fiato (fino al fischio finale) 3’08’’ - 2019
CD 4 - LE CANZONI DEI TELEFILM
1. Love me Licia 2’46’’ - 1986 (sigla della serie TV “Love Me Licia”)
2. Andrea 2’00’’ - 1987 (tratto dalla serie TV “Licia Dolce Licia”)
3. Noi, insieme noi 2’45’’- 1987 (tratto dalla serie TV “Licia Dolce Licia”)
4. Quando arrivi tu 2’40’’- 1987 (tratto dalla serie TV “Teneramente Licia”)
5. Amore mio 2’54’’ - 1987 (tratto dalla serie TV “Teneramente Licia”)
6. La poesia sei tu 3’48’’ - 1987 (tratto dalla serie TV “Teneramente Licia”)
7. Il silenzio è 3’45’’- 1988 (tratto dalla serie TV “Balliamo e cantiamo con Licia”)
8. Rimboccata dalla luna la città già dorme 3’49’’ - 1988 (tratto dalla serie TV “Balliamo e cantiamo con Licia”)
9. Con la primavera nel cuore 3’39’’ - 1988 (tratto dalla serie TV “Balliamo e cantiamo con Licia”)
10. Arriva Cristina 3’03’’ - 1988 (sigla della serie TV “Arriva Cristina”)
11. Meravigliosa libertà 3’03’’ - 1988 (tratto dalla serie TV “Arriva Cristina”)
12. Day by day 4’00’’ - 1988 (tratto dalla serie TV “Arriva Cristina”)
13. Domande, risposte 3’09’’ (con Ricky Belloni) INEDITO - 1989 (tratto dalla serie TV “Cristina”)
14. Rimani te stesso 4’33’’ - 1989 (tratto della serie TV “Cristina”)
15. Noi vorremmo 3’47’’ (con Cast di “L’allegria fa 90”) 1989 (tratto della serie TV “Cristina”)
16. Dai parla un po’ con noi 4’16’’ - 1990 (tratto della serie TV “Cri Cri”)
17. Tredici anni 3’48’’ - 1990 (tratto della serie TV “Cri Cri”)
18. Crescerai 3’07’’ - 1990 (tratto della serie TV “Cri Cri”)
19. Esci dal tuo guscio 3’45’’ - 1991 (tratto della serie TV “Cristina, l’Europa siamo noi”)
20. W la mountain bike 3’54’’ - 1991 (tratto della serie TV “Cristina, l’Europa siamo noi”)
21. I nonni ascoltano 3’28’’ - 1991 (tratto della serie TV “Cristina, l’Europa siamo noi”)
CD 5 – INEDITI & RARITA’
1. Cristina grande sorellina 4’09’’ (INEDITO) - 1991
2. Noi Puffi siam così 3’40’’ - 2017
3. L’estate migliore che c’è 3’17’’ - 2017
4. I colori del cuore (Club Mix) 4’50’’ - 2002 (INEDITO)
5. Nel cuore solo il calcio 3’01’’ - 2021
6. Holly e Benji due fuoriclasse 2’46’’ - 2021
7. Sagwa 3’50’’ - 2004 (INEDITO)
8. Shizuku 3’38’’ - 2009 (INEDITO)
9. Emily della Luna Nuova 3’32’’ - 2011 (INEDITO)
10. Alla ricerca della valle incantata 3’02’’ - 2008 (INEDITO)
11. Cinque amici sottosopra 2’56’’ - 1995 (INEDITO)
12. Parola d’ordine arriviamo 3’16’’ - 1995 (INEDITO)
13. Quattro amici per una missione intorno al mondo 3’12’’ 1996 (INEDITO)
14. Terra cielo mare un mondo da esplorare con Dodo 3’26’’ 1998 (INEDITO)
15. Vieni al mare dai - 1987
16. Petali di stelle per Sailor Moon 2’09’’ 1997 (TV VERSION)
17. Il lungo viaggio di Porfirio 1’30’’ - 2010 (TV VERSION)
18. Festivalmar 3’00’’ - 2015
19. Ma chi vincerà tra Tricky e Damerino 3’23’’ - 2003 (ACUSTIC VERSION)
20. Non esser capricciosa - 2009
21. Buona Domenica Boom! 3’19’’ - 1993 (INEDITO)
22. Viva la pappa col pomodoro (da Simpaticissima 1997) 1’32’’ - 1997
23. Attenti al lupo (da Zecchino d’Oro 1999) 3’06’’ - 1999
24. DO (da Zecchino d’Oro 1996) 2’44’’ - 1996

MUSE
PER LA PRIMA VOLTA INSIEME AD UN ARTISTA ITALIANO
iL SINGOLO
“GHOSTS (HOW CAN I MOVE ON)”
FEAT . ELISA
2 concerti a Roma e a Milano a luglio 2023

Dopo il successo dell’ultimo album dei MUSE “WILL OF THE PEOPLE”, entrato direttamente al numero 1 della classifica GFK degli album più venduti in Italia, è uscita una versione speciale ed esclusiva del brano più emozionante dell’album, “Ghosts (how can I move on)”, con la voce avvolgente di una delle artiste italiane più importanti e apprezzate: ELISA.
Per la prima volta la band vincitrice di Grammy Award e Brit Award pubblica un singolo con un’artista italiana. Matthew Bellamy ed Elisa condividono la stessa visione artistica e la stessa passione per la musica. Dal loro incontro è nata l’idea di collaborare su un brano che potesse mettere in evidenza le loro indiscusse doti canore e GHOSTS è il brano perfetto per evidenziarne tutta la magia, costruito sul suono del solo pianoforte.
Matt Bellamy ha dichiarato: "Abbiamo sempre pensato che questa canzone sarebbe stata perfetta per una potente voce femminile. Siamo entusiasti che Elisa sia la prima di una serie di collaborazioni future che i nostri fan ascoletranno”.
"Ho avuto l'occasione, e la fortuna, di incontrare i Muse nei primi anni 2000, ad un festival italiano al quale partecipavamo entrambi, ed è stato incredibile perchè io li ascolto da sempre. Racconta Elisa - Absolution, il loro mio disco preferito, è un album che ha lasciato un segno profondo in me; quelle canzoni le ho ascoltate e riascoltate, fino a farle diventare la colonna sonora di un periodo importante della mia vita. Per questo trovo ancora più stimolante questa collaborazione: per il bellissimo intreccio tra la mia storia personale con loro e il grande valore artistico della band, fatta di eccezionali performer. Matt Bellamy ha un talento straordinario, ha portato il rock nel mainstream con un mix originalissimo (presente sin dai primi dischi), capace di mescolare la musica classica del pianoforte e delle melodie della sua voce con un rock super energico che trova nei live la sua massima espressione. Sono entusiasta e molto orgogliosa di poter cantare con loro".
Ampiamente riconosciuta come una delle migliori band live al mondo, i Muse porteranno il loro “Will of the People” tour in Italia il 18 luglio a Roma allo Stadio Olimpico e a Milano il 23 luglio allo Stadio San Siro.
I Muse sono Matt Bellamy, Dominic Howard e Chris Wolstenholme. Dalla loro formazione nel 1994, i Muse hanno pubblicato nove album in studio, vendendo oltre 30 milioni di copie in tutto il mondo. Il loro ultimo album 'Will of the People' ha debuttato al #1 in diversi territori tra cui l’Italia, Regno Unito (il loro 7° #1 consecutivo), Austria, Francia, Finlandia e Svizzera. Il loro album precedente, 'Simulation Theory', ha debuttato al #1 in più territori e ha seguito 'Drones' pubblicato nel 2015, che ha vinto un Grammy Award come miglior album rock, il secondo della band.
I Muse hanno vinto numerosi premi musicali tra cui due Grammy Awards, un American Music Award, sette MTV Europe Music Awards, due Brit Awards, undici NME Awards e sette Q Awards, tra gli altri.
Elisa è cantautrice, polistrumentista e produttrice musicale. Nella sua carriera ha conquistato innumerevoli Dischi di Platino e il Disco di Diamante, e ha collaborato con grandissimi artisti come Luciano Pavarotti, Ennio Morricone, Tina Turner, Andrea Bocelli, Dolores O'Riordan, Imagine Dragons, tra gli altri. In Italia ha ottenuto tutti i principali premi e riconoscimenti in ambito musicale: il Festival di Sanremo nel 2001 con il brano "Luce (Tramonti a Nord Est)", 2 Targhe Tenco, 2 Premi Lunezia, 15 Italian Wind Music Awards, il Festivalbar, il Nastro d'Argento; oltre ad un MTV Europe Music Award e un Premio Regia Televisiva. La sua voce ha incantato registi come Quentin Tarantino e Tim Burton che l’hanno voluta nella colonna sonora dei loro film (“Django Unchained” e “Dumbo” targato Disney). Per Disney ha anche cantato e doppiato nel kolossal "Il Re Leone" . Nel 2019 la Mattel le ha dedicato una Barbie con le sue sembianze come modello positivo per le nuove generazioni. Nel 2022 è stata la Direttrice Artistica di Heroes Festival, 5 giorni di eventi a Verona tutti legati all'ambiente. Elisa è anche Ambasciatrice per Save The Children e "Alleata" per l'ONU nella nuova campagna sugli obiettivi di sviluppo sostenibile.

IRAMA
IL GIORNO IN CUI HO SMESSO DI PENSARE DELUXE
L’ALBUM CERTIFICATO DOPPIO PLATINO
ESCE IL 25 NOVEMBRE
IN UNA NUOVA VERSIONE CON 3 NUOVI PEZZI:
A L I
CANZONI TRISTI feat. Rose Villain e prodotto da Sick Luke
MOONLIGHT

Dopo un anno di successi Irama pubblica una versione deluxe di “Il giorno in cui ho smesso di pensare” (Atlantic/Warner Music Italy), il suo fortunato album che dopo aver esordito al n.1 della classifica ufficiale FIMI/Gfk ha raggiunto la certificazione Doppio Platino rimanendo in top 20 da oltre 39 settimane.
L’album, sempre con la direzione artistica di Shablo, sarà arricchito da PAMPAMPAMPAMPAMPAMPAMPAM, il singolo estivo certificato Platino, oltre a tre inediti scritti da Irama: A L I, con la produzione di Giulio Nenna, Canzoni Tristi (feat. Rose Villain) con la produzione di Sick Luke e Moonlight, prodotto daJunior K, Bongi, Giulio Nenna e Andrea DB Debernardi.
A soli 26 anni, IRAMA è uno degli artisti di maggior successo nell'attuale panorama musicale italiano e, con le sue hit, ha già collezionato 39 dischi di platino, 4 dischi d'oro con oltre 1 miliardo e 800 milioni streaming e oltre 800 milioni views per i suoi video.
Il 2022 è stato un anno straordinario con numeri impressionanti, “Ovunque sarai” e “5 Gocce” hanno ottenuto il terzo Platino e l’artista ha trionfato ai Tim Music Awards con 4 Premi, per i singoli multiplatino, per l’album e per i biglietti venduti dei live.
Irama ha dimostrato in questi anni di essere un artista completo, capace di proporre generi diversi e di esprimere sempre il suo talento evolvendosi in ogni situazione.
Questa la track list completa
A L I
Canzoni Tristi (feat. Rose Villain)
Moonlight
Sogno Fragile
Baby –
Capitolo XI
Una Lacrima (feat. Sfera Ebbasta)
5 Gocce (feat. Rkomi)
PAMPAMPAMPAMPAMPAMPAMPAM
Como Te Llamas (feat. Willy William)
Yo Quiero Amarte
Una Cosa Sola (feat. Shablo)
Colpiscimi (feat. Lazza)
Iride (feat. Guè)
Goodbye Moncherie (feat. Epoque)
È La Luna
Ovunque Sarai

VOODOO KID
AFFRONTA I PROPRI DEMONI INTERIORI NELLA NUOVA RACCOLTA DI CANZONI
“anche i demoni piangono”
FUORI IN DIGITALE VENERDÌ 16 DICEMBRE

L’eclettico artista queer Voodoo Kid, già scelto come artista del mese da MTV Italia e Apple Music negli scorsi mesi, corona la sua nuova era artistica con la raccolta di canzoni intitolata “anche i demoni piangono” (Carosello Records), fuori venerdì 16 dicembre in tutti i formati digitali.
Già anticipato nel corso dell’anno dai singoli “buco nero”, “alice 02” e “guardare giù”, il nuovo progetto discografico dell’artista bresciano racconta in prima persona il suo personale rapporto con il benessere psicologico, la ridefinizione della propria identità, il rapporto con sé stessi e con gli altri, il dualismo vita reale/vita virtuale e altre tematiche complesse e talvolta ingombranti, metaforicamente intese come “demoni interiori” con i quali fare i conti nel proprio privato, ma che Voodoo Kid decide di condividere pubblicamente nei testi delle sue canzoni. Si tratta di brani maturati con adeguato tempo e consapevolezza, frutto di una crescita che si è concretizzata anche grazie a un percorso di psicoterapia sostenuto dall’artista.
Più che un traguardo, “anche i demoni piangono” è un punto di partenza per aprire un dialogo intimo e delicato che si spera possa essere d’aiuto a tutti coloro che ascolteranno la sua musica.
È significativa in tal senso anche la sua partecipazione al live podcast “No Pasa Nada Coming Clean!”, appuntamento della Milano Music Week che avrà luogo alle ore 16:30 di martedì 22 novembre presso Clini Loft per parlare di benessere mentale assieme a Marta Basso, Giulia Disegna e Francesca Disegna, oltre che allo showcase per “Pull The Trigger” in Ostello Bello Duomo (mercoledì 23, ore 19:00) e al dj set di chiusura per “Milano Nuova” al QClub (mercoledì 23, ore 21:00).
BIO dell’artista
Voodoo Kid incarna perfettamente – nel sound, nell’immaginario, nelle tematiche – la generazione cresciuta a cavallo tra i millennials e la generazione Z che vive con coraggio, ostinazione e un irrefrenabile impeto verso tutto ciò che prova.
Una generazione libera, fluida e genderless che non conosce barriere per l’amore, che non ha paura di mostrare i propri sentimenti, di buttarli in faccia addosso al mondo intero senza vergogna. La libertà è insita nel suo nome: scegli di chiamarsi kid, che è un termine neutro, slegato da ogni appartenenza di genere, perché ama definirsi più attraverso quello che è – un “mai adulto” come si presenta lui - piuttosto quello che sembra.
Voodoo Kid arde di passione: passione verso le persone di cui si innamora, verso ciò che gli interessa (la musica, i manga giapponesi, i videogames, la letteratura, il cinema d’autore e le serie Tv) e lotta per ciò in cui crede: la salvaguardia dell’ambiente e i diritti della comunità LGBTQIA+.
Da Brescia è volato a Londra per studiare musica con ottimi risultati.
Il suo stile musicale lo rispecchia in pieno, con un sound che volutamente non ha un genere di appartenenza ma che è frutto di ascolti e contaminazioni analogiche e digitali: da The weeknd a 070shake, da Gesaffelstein a Justin Bieber.
Voodoo Kid ha attirato l’attenzione di producer come Renzo Stone (Ghali, Mike Lennon), 2nd Roof (Salmo, Marracash, ecc.), Mamakass (Coma Cose), Dario Bass (metà di LNDFK) che hanno lavorato con lui alla realizzazione del suo primo disco “amor, requiem”, pubblicato nel 2020 per Carosello Records e annoverato tra i migliori dischi esordienti dell’anno. Uno dei singoli estratti dal disco, “lolita”, è stato inoltre inserito nella colonna sonora della terza stagione della serie Netflix “Summertime”.
Il 15 giungo, invece, esce “buco nero”, il primo singolo del nuovo progetto discografico di Voodoo Kid per Carosello Records, seguito dal nuovo brano “alice 02”. Entrambi i brani, assieme al nuovo singolo “guardare giù”, saranno parte della raccolta “anche i demoni piangono” in uscita venerdì 16 dicembre 2022.

ROGER WATERS
"COMFORTABLY NUMB 2022"

Sony Music annuncia oggi l'uscita di "Comfortably Numb 2022" di Roger Waters.
Questa traccia fu originariamente inserita nell'album fondamentale dei Pink Floyd, The Wall.
"Comfortably Numb 2022" è stata registrata durante il tour nordamericano di Waters This Is Not A Drill ed è stata prodotta da Roger Waters e Gus Seyffert. Nel brano compaiono Roger Waters - voce; Gus Seyffert - basso, synth, percussioni, voce; Joey Waronker - batteria; Dave Kilminster - voce; Jonathan Wilson - harmonium, synth, chitarra e voce; Jon Carin - synth, voce; Shanay Johnson - voce; Amanda Belair - voce; Robert Walter - organo/pianoforte; Nigel Godrich - archi, amplificatore e cori da Roger Waters The Wall Sessions.
Waters ha commentato: "Durante il lockdown, ho realizzato una demo di una nuova versione di 'Comfortably Numb' come apertura per il nostro nuovo spettacolo This Is Not A Drill. L'ho arrangiata un tono più in basso, in La minore, per renderla più cupa e senza assoli, tranne che nella sequenza di accordi dell'outro, dove c'è uno straziante e bellissimo assolo vocale femminile di Shanay Johnson, una delle nostre nuove cantanti".
Il video di accompagnamento è stato prodotto e diretto da Sean Evans, fotografia a cura di Kate Izor.
Roger Waters sarà in tour in Europa con This Is Not A Drill nel 2023 con 40 spettacoli in 14 Paesi europei, a partire da Lisbona il 17 marzo 2023 all'Altice Arena.

MINA
“THE BEATLES SONGBOOK”
DISPONIBILE DA OGGI 18 NOVEMBRE
18 CANZONI (DI CUI DUE INEDITE) DEI BEATLES
INTERPRETATE DA MINA

Esce oggi The Beatles Songbook, il nuovo progetto che vuole celebrare La Voce italiana, Mina e una delle band più iconiche della storica, i Beatles su CD, 2LP 180 grammi nero, 2LP vinile rosso limitato e numerato in esclusiva per Feltrinelli e 2LP vinile blu limitato e numerato in esclusiva per Amazon.
L’album è stato anticipato dal primo singolo inedito estratto dal progetto, l’inedito “And I Love Her” ( https://youtu.be/x8y_e_3kqEY) registrato appositamente per quest’album.
“Come ogni altro essere vivente fui colpita, invasa da quell’inondazione, dal più grande servizio a domicilio che la storia ricordi, dalla trasformazione che il nostro pianeta ebbe nel ‘mondo dei Beatles’, dalla più colossale uniformità di emozioni, passione, partecipazione compatta in massa a quello che è stato più di ogni altro il ‘fenomeno per tutti’, il ‘caso generale’ più vissuto da ogni singolo sulla faccia della terra.
Impossibile non prenderne atto, di quel trasloco collettivo, immediato, dall’epoca in corso a ‘quella dei Beatles’. Improvvisamente, la pagina che era stata girata andava a coprire, a stendere come un velo su importanti lavori in corso, su presenze potenti, incisive, energiche quali Presley, Sinatra e i grandi del jazz (…)
Tutto fagocitato. Dai Beatles e dalle loro canzoni (…) così semplici, in fondo, e così grandi, apparentemente così spontanee da ricordare le canzoni napoletane.
Ed eccomi oggi ancora qui, ancora legata ai loro, oltre che da altro, dalla gratitudine per il loro aver fornito a Joe Cocker, Ray Charles, Frank Sinatra, Sarah Vaughan, Ella Fitzgerald e altri grandi il materiale per quei capolavori che sono le loro versioni delle canzoni dei Beatles. Ed eccomi oggi ancora, pronta testimone dell’abbattimento di frontiere, di muri, di ostacoli linguistici effettuati dai Beatles attraverso le delizie dei loro testi, fluidi come i pensieri più felici di una mente col dono dell’eterna freschezza. Che altro? Vogliamo riassumere tutto questo e dire di più, molto di più? Va bene. Presto fatto: ‘I Beatles’”.
Così, come opportunamente ricorda lo splendido numero 91 della rivista del Mina Fan Club, scriveva Mina nel giugno 1993 per il settimanale “Noi” in occasione della pubblicazione della sua prima raccolta dedicata ai Beatles. E siamo certi che, a quasi tre decenni di distanza, tornerebbe a sottoscrivere queste parole, in occasione dell’uscita di questa nuova raccolta arricchita da nuove versioni, inediti e registrazioni appositamente realizzate per l’uscita di “The Beatles Songbook”.
Il corpus discografico dei Beatles, che conta più di 200 canzoni (la maggior parte delle quali scritte da loro stessi) può vantare un’ineguagliabile ecletticità stilistica; rock’n’roll, beat, pop, country&western, blues, folk… non c’è, o quasi, genere musicale che i Fab Four non abbiano sperimentato. Un repertorio così eterogeneo è sempre stato una tentazione irresistibile per un’interprete che, come Mina, sa spaziare fra gli stili con la stessa efficacia dei Beatles. Se il “concept” di questo disco è la comune origine dei brani inclusi in esso, l’ascolto di “The Beatles Songbook” permette di ascoltare la voce della protagonista mentre attraversa con incomparabile disinvoltura, e immutata efficacia, le molteplici sfaccettature del canzoniere beatlesiano, nel rispetto della canzone affrontata ma anche con la libertà dell’artista che fa sue le canzoni che canta.
Registrate in un arco di tempo che va dal 1965 di “So che mi vuoi” al 2022 di “And I love her”, queste 18 canzoni sono così non solo un tributo al più travolgente dei fenomeni musicali del secolo scorso, ma anche un tour de force straordinario, che solo una voce altrettanto straordinaria come quella di Mina potrebbe permettersi.
Da sottolineare, naturalmente, il contributo al risultato finale dei nuovi mixaggi e delle nuove rimasterizzazioni: tutti i brani, infatti, sono stati riversati in digitale dai nastri originali, editati, restaurati, rimasterizzati e rimixati a cura di Celeste Frigo e Carmine Di, con la continua, costante e attenta supervisione di Mina e di Massimiliano Pani.
La raccolta è racchiusa in un’elegante e raffinata confezione, curata come sempre da Mauro Balletti e da Giuseppe Spada con la stessa impostazione grafica di “Paradiso - Lucio Battisti Songbook” edito nel 2018. Tutte le splendide foto di Mauro Balletti sono inedite. E ricchissima è la documentazione contenuta nei credits, che riportano dettagliatissime informazioni sui singoli brani e su chi li ha prodotti, arrangiati, suonati e registrati.
TRACKLIST CD
1. SOMETHING (1993)
2. MICHELLE
3. SHE'S LEAVING HOME
4. LET IT BE
5. AND I LOVE HER (Inedito)
6. WITH A LITTLE HELP FROM MY FRIENDS (Inedito)
7. IF I FELL
8. MY LOVE
9. YESTERDAY (Live)
10. SOMETHING (1971)
11. OH, DARLING
12. THE LONG AND WINDING ROAD
13. COME TOGETHER
14. SO CHE MI VUOI (IT’S FOR YOU)
15. YESTERDAY (1993)
16. THE FOOL ON THE HILL
17. WHEN I'M 64
18. HEY JUDE
TRACKLIST 2LP
Disco 1 • Lato A
1. SOMETHING (1993)
2. MICHELLE
3. SHE'S LEAVING HOME
4. LET IT BE
Disco 1 • Lato B
1. AND I LOVE HER (Inedito)
2. WITH A LITTLE HELP FROM MY FRIENDS (Inedito)
3. IF I FELL
4. MY LOVE
5. YESTERDAY (Live)
Disco 2 • Lato A
1. SOMETHING (1971)
2. OH, DARLING
3. THE LONG AND WINDING ROAD
4. COME TOGETHER
Disco 2 • Lato B
1. SO CHE MI VUOI (IT’S FOR YOU)
2. YESTERDAY (1993)
3. THE FOOL ON THE HILL
4. WHEN I'M 64
5. HEY JUDE

ELENA CAMMARONE - CIELO DI MAGGIO
Edizioni GALLETTI BOSTON

Una bella canzone romantica, interpretata dalla splendida voce di Elena al chiar di luna e sulla riva del mare , a sottolineare un terzinato da ballare in coppia.
Fra tante cumbie e balli di gruppo, la proposta “nuova” oggi è da ricercarsi proprio nella melodia dolce e nel testo passionale.
Musica di Elena Cammarone, Massimiliano Caciorgna.
Testo di Sandro Trionfera
CIELO DI MAGGIO
Adesso che è giunta la sera ritorno su questa scogliera col cuore che batte di nuovo un brivido intenso ritrovo
la luna e i suoi raggi dorati
noi due come allora abbracciati l’aria ti sfiora la pelle
lascia il segno di un amore ribelle
Sotto un cielo stellato di Maggio quel giorno fu amore tra queste rocce ti dissi di si e la luna sparì
i ricordi d’amore son belli ma fanno un pò male
sono ferite, sanguina il cuore per tutta la vita
proprio qui, quel giorno fu amore dimmi che ritornerai, per me cambierai e di nuovo amore sarai
Col dito ti sfioro le labbra
di nuovo restiamo vicini
è d’ambra il tuo viso nell’ombra i baci
non hanno confini
una barca con le vele spiegate le bocche, le mani affamate momenti per dire ti amo
e un pensiero che vola lontano
Sotto un cielo stellato di Maggio quel giorno fu amore tra queste rocce ti dissi di si e la luna sparì
i ricordi d’amore son belli ma fanno un pò male
sono ferite, sanguina il cuore per tutta la vita
proprio qui, quel giorno fu amore dimmi che ritornerai, per me cambierai e di nuovo amore sarai
Sotto un cielo stellato di Maggio quel giorno fu amore I ricordi d’amore son belli ma fanno un pò male
Proprio qui, quel giorno fu amore, dimmi che ritornerai Per me cambierai
e di nuovo amore sarai
Sotto il cielo di Maggio insieme noi due per l’eternità

DAI - Patrizia Ceccarelli e Luca Bachetti
Edizioni Galletti Boston

Con la voce di TonyPax - Una canzone orecchiabilissima, tutta da ballare , che unisce due regioni e due generazioni accumunate dalla passione per la musica da ballo. Una collaborazione veramente esaltante.
Musica di Alessandro Bellati, Giovanni Stellavato, Patrizia Ceccarelli, Luca Bachetti -
Testo di Alessandro Bellati
DAI
CUMBIA
Passa il tempo che avanza
non passa l'entusiasmo di stare a guardare
cosa può capitare in mezzo alla gente
e poi partecipare con tanta passione, con emozione..
Fidati di me, insieme si può cambiare
e per esperienza la vita non si può spiegare si può solo vivere.
DAI CHE LA VITA E' UNA DANZA NON E' MAI ABBASTANZA SERVE LA TUA PRESENZA RESTA INSIEME A ME.
DAI CHE LA VITA E' UNA DANZA NON E' MAI ABBASTANZA SERVE UN PO' DI PAZIENZA RESTA INSIEME A ME.
Scappa dall'ipocrisia
la chiave di lettura é solo l'amore
la linea all'orizzonte che segna il confine
tra cielo e mare e credi avere progetti ci può salvare.
Fidati di me, insieme si può cambiare
e per esperienza la vita non si può spiegare si può solo vivere.
DAI CHE LA VITA E' UNA DANZA NON E' MAI ABBASTANZA SERVE LA TUA PRESENZA RESTA INSIEME A ME.
DAI CHE LA VITA E' UNA DANZA NON E' MAI ABBASTANZA SERVE UN PO' DI PAZIENZA RESTA INSIEME A ME.

ALESSANDRO MARTIRE
IL 25 NOVEMBRE PUBBLICA IL NUOVO ALBUM
“WIND OF GEA”

Il pianista e compositore di fama internazionale Alessandro Martire pubblica il suo nuovo album “WIND OF GEA”, fuori per Carosello Records il 25 novembre, andando ad arricchire un curriculum che vanta tra performance mozzafiato in contesti naturali e urbani ricercati di tutto il mondo, l’ideazione dei format musicali Floating Waves Concert e Ice Waves Concert, la direzione artistica del Lake Endless Joy Festival, un’intervista one-to-one su Forbes US.
“Wind of Gea” è un album che inizia a formarsi a partire dal 2020. Molte delle sue musiche sono state scritte nei primi mesi di quell’anno, durante il lockdown e nei mesi di presentazione del disco precedente e dei tanti nuovi progetti concertistici. L’esplorazione di nuove terre con gli occhi pieni di curiosità e meraviglia hanno spinto Alessandro Martire verso nuove sfide: una di queste, quella più intima e spontanea, è stata proprio la realizzazione di questo album.
Alessandro ha, infatti, trasformato in musica sensazioni ed emozioni di questi ultimi due anni tra viaggi, esperienze uniche e incontri, ma anche momenti di raccoglimento e riflessione, immergendosi in una nuova dimensione creativa dove, dopo un primo momento di esitazione, ha trovato nuove idee e ispirazione sulle quali porre le basi di questo nuovo progetto.
Dal Polo Nord ai fari di Formentera, ciascun brano racconta come musica e natura si fondano e creino un vento interiore, profondo ed emozionale, come una sorta di colonna sonora di luoghi che rimangono impressi indelebilmente.
BIO
Alessandro Martire è un giovane compositore e pianista italiano, nato a Como il 12 luglio 1992.
A 15 anni scrive le sue prime composizioni pianistiche con un crescente interesse per la musica classica contemporanea con l’innesto di elementi derivati dalla musica pop, minimalista e crossover, raggiungendo uno stile personalissimo.
La sua attività concertistica con musiche originali lo hanno portato ad esibirsi in prestigiosi teatri di tutto il mondo, proseguendo tuttavia i suoi studi musicali e pianistici sotto la guida del pianista e compositore M. Giusto Franco.
Entra nel ramo Composizione New Age del prestigioso Berklee College of Music a Boston e nel 2013 si cimenta nel suo primo tour mondiale, il Melodia di Vita World Tour, al quale seguono altre svariate tournée internazionali, tra le quali il Da Sempre in Tour (2015) e il Flames of Joy Tour (2016) che lo portano in numerose grandi mete di Europa, Asia e America. In questi anni si laurea in Relazioni Internazionali all’Università degli Studi di Milano e suona anche per la famiglia reale serba al Royal Palace di Belgrado e assieme alla Soul Academy Orchestra a Ho Chi Minh City.
Nel 2018 sigla un importante accordo editoriale con la prestigiosa Ultra International Publishing a New York, mentre nel 2019 inaugura un format unico di sua ideazione: il Floating Waves Concert, un concerto in movimento realizzato su una piattaforma fluttuante sullo specchio d’acqua del lago di Como godibile da tutto il lungolago e a bordo barca.
Nello stesso anno firma con Carosello Records e inaugura il nuovo percorso discografico che porterà alla pubblicazione dell’album di 11 tracce “Share The World” (10 aprile 2020). Il lancio in anteprima del video ufficiale della title track dell’album viene realizzato in partnership con National Geographic Italia, inserendo il brano come intersigla dell’iniziativa “Cosa ti dice la terra – National Geographic Live Streaming Event” trasmesso in diretta sul sito di National Geographic e sui siti partner del progetto in occasione dell’Earth Day (22 aprile 2020). Il video di “Breath”, altro brano contenuto nell’album, è stato invece condiviso in anteprima sul profilo Instagram globale di Steinway & Sons.
Viene invitato a esibirsi al Teatro Antico di Taormina per il “Premio Cinematografico delle Nazioni”, dove viene premiato con il Nations Artistic Award.
Quattro brani dell’album “Share The World” vengono remixati con il coinvolgono dei dj internazionali John Talabot, Havoc & Lawn, Mathame e BLR, raccolti nell’EP “Share The World Remix Pack” pubblicato nel 2021. Tra questi, il remix “Breath – Mathame Rmx” viene messo in onda anche su BBC Radio 1 da Pete Tong.
Nel 2021 il Floating Waves Concert, evento divenuto cardine del Lake Endless Joy Festival di cui Alessandro è direttore artistico, è stato riproposto in esclusiva mondiale su TikTok, risultando essere la terza trasmissione live più seguita in piattaforma di quell’anno dal pubblico italiano, dopo i Maneskin e Andrea Griminelli.
Il format è stato anche cornice della sorpresa di anniversario architettata da Fedez per la moglie Chiara Ferragni, dove Alessandro ha accompagnato il rapper nell’esecuzione del brano “Meglio del cinema” a lei dedicato.
Nella stessa estate si esibisce per due serate consecutive a Portofino per un evento privato della catena di hotel Belmond in occasione dell’apertura del rinnovato Belmond Splendido Mare.
Sempre nel 2021 viene realizzata l’Ice Waves Experience, anch’esso un format originale di Alessandro Martire che lo vede protagonista di un’esibizione mozzafiato in contesti montani innevati come ghiacciai, laghi e fiumi ghiacciati, ecc. Il video dell’esibizione del brano originale “Heart” eseguito in questa occasione ha visto la partecipazione della pattinatrice Felicitas Joy Fischer.
L’anno seguente il format è stato riproposto su più tappe e con l’aggiunta di una spedizione alle Isole Svalbard (Norvegia).
Nel 2021 prende parte al video per lo svelamento dell’emblema dei Giochi Olimpici di Milano Cortina 2026, durante il quale ha suonato la sua composizione inedita “Aria”.
Compone la colonna sonora del corto “Ottocentonovantasei nuvole” – diretto da Andrea Basile e premiato come Best Documentary al Nursind Care Film Festival, Best Short Movie all’APOR Film Festival, Press Awards al Wolf Film Festival, Territori Award al Malescort, ecc. – per il quale riceve il suo secondo Nations Awards.
A febbraio 2022, invece, si esibisce a 3000m di altitudine per una declinazione in alta quota del format Ice Waves, ribattezzato Ice Waves Experience Champoluc per l’occasione. A maggio dà vita a “Flowers”, una composizione ispirata al sontuoso roseto Domaine de la Rose di Lancôme, e organizza due suggestive performance ai fari di Formentera, più precisamente al Far de la Mola all’alba e a Cap De Barbaria al tramonto. Nei mesi estivi si esibisce anche tra le cave marmoree di Carrara, porta il format del Floating Waves Concert tra i canali di Venezia e sale sulle terrazze del Duomo di Milano esibendosi in un suggestivo concerto al tramonto, dando vita, ancora una volta, a un evento esclusivo di rara bellezza.
Per la IV edizione del Lake Endless Joy Festival, Alessandro Martire presenta dal vivo alcuni dei brani del prossimo album, “Wind of Gea” (Carosello Records), e viene intervistato da Forbes US.

ALEX PIZZUTI
“Remedy”
Etichetta Time Records.
Edizioni DiPiù S.r.l. / Guesstimate GmbH / Primus Tunes di Cristiano Cesario / World Of Media S.r.l. / Guesstimate / BMG

Alex Pizzuti è un DJ/producer con più di 22 milioni di stream in tutto il mondo, nato nel 1995 a Cosenza. Aveva solo 14 anni quando ha iniziato a suonare dal vivo in diversi club vincendo anche diversi concorsi musicali come giovane DJ/produttore emergente. La sua carriera è decollata nel 2020, quando ha pubblicato insieme ad Adalwolf "Bla Bla Bla", che al momento è il suo brano più ascoltato sui DSP. Remedy è la prima uscita di Alex su Time records, la traccia è un triplo bass banger con una voce dolce, che la rende perfetta sia per la radio che per il mondo dei festival e dei club.

RONDODASOSA
IL SUO PRIMO ALBUM
“TRENCHES BABY”
DIRETTAMENTE ALLA N. 1 DELLA CLASSIFICA FIMI/Gfk

DOPO L’ESORDIO AL N.6 DELLA CLASSIFICA GLOBALE DI SPOTIFY
TRA GLI ALBUM DI DEBUTTO NEL MONDO
14 BRANI DELL’ALBUM PRESENTI IN CLASSIFICA SINGOLI
È “TRENCHES BABY” di RONDODASOSA l’album più ascoltato della settimana che entra direttamente al n. 1 della Classifica FIMI/Gfk dove sono presenti anche 14 brani dell’album nella classifica ufficiale dei singoli.
Pubblicato il 4 novembre per Atlantic/Warner Music Italy, il progetto conquista questo importante risultato nella sua prima settimana di uscita, dopo essersi posizionato nella TOP 10 della classifica globale di Spotify tra gli album di debutto, essere stato al n. 1 di Apple dal giorno della pubblicazione e dopo che tutti i singoli sono entrati nella top 100 di Spotify, raggiungendo oltre 30 milioni di streaming.
Non solo, “TRENCHES BABY” ha ricevuto un prezioso riconoscimento da Spotify, che ha dedicato all’artista l’importante billboard della piattaforma posto nel centro nevralgico della città di New York, Times Square.
Con “TRENCHES BABY” RONDODASOSA ha saputo mixare mood e generi lasciando sempre spazio al proprio racconto personale, ma anche ai sogni, alle delusioni, alle speranze di un ventenne a metà fra un passato burrascoso e un nuovo futuro segnato dalla musica. Nell’album sono presenti i feat con importanti nomi della scena da thasup, Ghali. Lazza, Capo Plaza, Vale Pain e Rose Villain, oltre a stelle del rap internazionale quali Gazo e Russ Millions.

Jbees in Orchestra III, il meglio della Disco Music 70/80
Data unica a San Marino giovedì 5 gennaio 2023

Sono aperte le prevendite di Jbees in Orchestra III (JBO III), un concerto esclusivo con il meglio della disco music anni 70/80 e non solo. Sul palco 3 realtà sammarinesi-romagnole, ormai consolidate nel panorama musicale. I Jbees, band fra le più apprezzate e specializzate nella proposta della musica 70/80, con la formazione completa di 12 elementi, di cui 3 frontwomen d’eccezione, Alberta Saccani, Giulia Boria e Sara Lombardini e gli Special Guest: l’Orchestra d’Archi Rimini Classica e le voci della Corale San Marino, per un totale di 50 artisti.
Spettacolo e formazione rinnovati, per regalare sempre nuove emozioni. Uno show coinvolgente come non mai che trasporterà il pubblico nella magica atmosfera degli anni 70-80.
JBO III è una produzione JBees e Fun4all, con il patrocinio della Segreteria di Stato per il Turismo e realizzata in collaborazione con l’Ufficio del Turismo. Segreteria organizzativa Patrizia Gallo Events.
Prevendita biglietti su www.vivaticket.com e in tutte le rivendite autorizzate.
Rivendita per San Marino: Free Shop presso Centro Commerciale Atlante .
Biglietto EARLY BIRD - € 22,00 (inclusi diritti di prevendita) fino al 15 novembre.
Biglietto intero - € 25,30 (inclusi diritti di prevendita) dal 16 novembre .
JBO I Videostory
INFO
Mob. 335.7855248
www.jbees.it - www.fun4all.it - www.patriziagallo.com - fb IG

CRISTINA D’AVENA
40 – IL SOGNO CONTINUA
SVELATI I DUETTI INEDITI CONTENUTI NELL’ALBUM
ORIETTA BERTI, LORELLA CUCCARINI, ALBE, MYSS KETA, ELETTRA LAMBORGHINI, ALFA, CRISTIANO MALGIOGLIO, JR STIT e DJ MATRIX & AMEDEO PREZIOSI

Orietta Berti, Lorella Cuccarini, Albe, Myss Keta, Elettra Lamborghini, Alfa, Cristiano Malgioglio, Jr Stit e Dj Matrix & Amedeo Preziosi sono gli artisti che accompagneranno Cristina D’Avena nei nuovi duetti inediti che saranno contenuti in “40 – ll sogno continua”, il cofanetto per i festeggiamenti dei 40 anni di carriera della regina dei cartoni animati in uscita il 25 novembre in duplice versione, Standard e Deluxe Edition (in preorder:https://cristinadavena.lnk.to/40_ilsognocontinua).
I duetti si sommeranno ad altre sorprese: numerosi inediti, rarità e chicche che i fan dell’Artista reclamano da tempo, oltre alle sigle più amate e conosciute, recuperate dai master originali, e alle canzoni tratte dalle serie televisive che l’hanno vista protagonista negli anni 80’ e ’90.
Questa la track list dei duetti:
1. IL VALZER DEL MOSCERINO feat. ORIETTA BERTI
2. MAGICA DOREMÌ feat. LORELLA CUCCARINI
3. TAZMANIA feat. ALBE
4. HAMTARO PICCOLI CRICETI, GRANDI AVVENTURE feat. M¥SS KETA
5. MEW MEW AMICHE VINCENTI feat. ELETTRA LAMBORGHINI
6. POKÉMON feat. ALFA
7. CALIMERO feat. CRISTIANO MALGIOGLIO
8. WHAT’S MY DESTINY DRAGON BALL feat. JR STIT
9. FACCIO LA BRAVA feat. DJ MATRIX & AMEDEO PREZIOSI
II 9 dicembre verrà pubblicato in un’edizione limitata e numerata il vinile color cristallo già in pre-order da oggi venerdì 11 novembre.
Dal 1982 ad oggi Cristina D’Avena è l'unico personaggio dello spettacolo la cui voce è presente sulla tv italiana ininterrottamente dai primi anni '80 almeno una volta al giorno, 7 giorni su 7, 365 giorni l'anno.
Tutto iniziò esattamente 40 anni fa, nel 1982, quando una diciassettenne Cristina D’Avena si presentò ad un provino per interpretare la sigla italiana della serie animata giapponese "Pinocchio", vinto il quale firmò un contratto di esclusiva con la Five Record, storica etichetta dell’allora nascente Canale 5. Quella prima sigla, “Bambino Pinocchio" composta da Augusto Martelli, cui seguì l’omonimo 45 giri dall’importante successo commerciale, diede inizio alla lunga e prolifica carriera di Cristina, con centinaia di sigle e concerti al suo attivo.

MICHELANGELO VOOD
IL NUOVO SINGOLO
“SOTTO IL DILUVIO”
(NESSUNO TRANNE TE)

Fuori il nuovo singolo “Sotto il diluvio (nessuno tranne te)” di Michelangelo Vood, cantautore lucano dalla penna nostalgica e raffinata. Il brano arriva dopo il riscontro positivo in streaming e radio del primo singolo “Souvenir”, il primo per Carosello Records.

“Sotto il diluvio (nessuno tranne te)”, scritta e prodotta insieme a Gabriele Lerna e Giordano Colombo, è una canzone che si apre con delle atmosfere scure e piovose - come suggerisce il titolo - che riflettono il senso di incertezza e precarietà vissuto dall’artista (e da tutti noi in generale) in un periodo difficile come quello degli ultimi anni, segnati da una nuova guerra e gli strascichi della pandemia.
“C’è una guerra che viene
E un altro anno che va
Bombe dentro agli schermi
Ci credi? Ci credi?”
“Certificati verdi, tutti depressi
Il nostro futuro è tutto qua?”
Nel bridge finale, però, il pezzo esplode: il buio si dirada e lascia spazio alla speranza, diventando una sorta di “inno collettivo” che riconosce alla musica il suo eccezionale potere salvifico.
E proprio con l'intento di divulgare ancor di più il suo messaggio, nelle scorse ore Michelangelo si è reso protagonista di un’iniziativa che, a partire da ieri mattina, ha visto la comparsa di alcuni striscioni sulla Darsena e i Navigli di Milano: un modo originale e romantico per “lasciare un segno” tra le strade della città che lo ha accolto.
Gli striscioni - che riportano le frasi più suggestive del brano - hanno destato l'attenzione dei passanti che, curiosi, li hanno fotografati e ricondivisi sui social.
Michelangelo racconta così il suo nuovo singolo:
«”Sotto il diluvio (nessuno tranne te)” l’ho scritta in un momento complicato vissuto all'inizio di quest’anno. La canzone descrive perfettamente le sensazioni di quel periodo, uno stato d’animo di forte insicurezza. Le parole di questa canzone sono uscite di getto, perché era proprio così che mi sentivo, come se stessi facendo bungee jumping dalla cima di una montagna con sotto i coccodrilli pronti a mordere. Non sai come ne uscirai, se tutto intero o a pezzi. La cosa assurda era che questo mio stato d’animo sembrava riflettersi anche sul mondo esterno, impegnato ad affrontare gli strascichi della pandemia e a far fronte a una guerra totalmente inaspettata alle porte d’Europa. Dovunque mi girassi non trovavo appigli.
Quando mi capita di vivere periodi così conosco soltanto un rimedio per star meglio, la musica. So che può sembrare retorico, ma per me funziona così da sempre. Anche nella solitudine più profonda, anche “sotto il diluvio”, la musica è l’unica cosa di cui ho bisogno per uscire dal buio che a volte mi trascina via. È questo il motivo della frase ripetuta ad un certo punto del brano “la musica ci salverà”. È il mantra che mi ripetevo in quel momento. Spero possa essere di buon auspicio per tutti, soprattutto per le persone che stanno provando quelle mie stesse sensazioni».
BIO dell’artista
Michelangelo Vood nasce ai piedi del Monte Vulture. Lì cresce circondato dalla natura incontaminata, che diventa un elemento cardine della sua produzione. Vood non è infatti solo il cognome della madre, alla quale dedica il suo percorso artistico, ma anche un richiamo alla parola “wood” (bosco).
Dopo il trasferimento a Milano, nel 2019 pubblica “Ruggine”, il suo primo singolo autoprodotto, e vince il concorso per autori “Genova per voi”, indetto da Universal Music Publishing.
Nel 2020 pubblica il suo EP di debutto “Rio nero”. Grazie al singolo “Atollo” estratto dall’EP viene scelto come “Artista Just Discovered” da MTV New Generation. Partecipa con il brano inedito "Campo minato" a Dream Hit, il primo social talent indetto da DOOM Entertainment. L’artista arriva in finale, ricevendo il plauso dei giudici Carl Brave e Myss Keta che ne apprezzano le doti interpretative e di scrittura. Nel 2022 firma con Carosello Records e pubblica il singolo “Souvenir”, che entra in rotazione radiofonica su radio importanti come Radio Italia e riceve un ottimo riscontro anche nello streaming, ottenendo la copertina delle playlist “Nuovo indie” e “Scuola indie” e inserimenti in playlist importanti come “Indie Italia”. A novembre dello stesso anno pubblica il singolo “Sotto il diluvio (nessuno tranne te)”.

SICK LUKE

“X2 DELUXE”

IL REPACK DI UNO DEI DISCHI PIÙ VENDUTI DELL’ANNO

FUORI IL 2 DICEMBRE 

Sick Luke conclude l’anno con la pubblicazione di “X2 DELUXE” (Carosello Records; distribuzione Virgin/Universal), fuori il 2 dicembre e disponibile fin da subito in presave e preorder a link https://sickluke.lnk.to/X2-DELUXE, la deluxe edition dell’album-manifesto dello stato attuale della musica italiana contemporanea in cui il producer multiplatino ha saputo coinvolgere e combinare tra loro 50 degli artisti italiani più interessanti del momento in combinazioni inedite che travalicano ogni limite di genere.

 La “nuova wave” - come ama definirla Sick Luke - inaugurata con “X2”, si arricchisce infatti di 6 nuovi brani, tra cui il singolo “VUOTO DENTRO” con il featuring di Mara Sattei e Bresh che in sole due settimane ha superato il milione di stream, soglia di ascolti superata da ciascuna delle tracce presenti in “X2”.

 Difatti l’album “X2” è già certificato disco di platino e classificato come 5° album più venduto del primo semestre con oltre 175 milioni di stream complessivi, collezionando anche le certificazioni di doppio disco di platino con il brano “Solite pare”, disco di platino con “Dream team” e disco d’oro con “Falena” e “La Strega del frutteto”…. Continua a leggere sul blog cassinodomenico.it

 “X2 DELUXE” sarà quindi disponibile dal 2 dicembre in digitale e in fisico in diversi formati imperdibili:

• CD

• LP con CD

• LP autografato con CD (in esclusiva per Amazon)

• CD con manga volume 2 (in esclusiva per Amazon): il sequel dell’apprezzatissimo manga “Sick Luke: Il potere del farfastrello” curato da Andrea Scanarini e Roberta Trocchia, andato subito sold out con la prima tiratura del disco

• CD con maglia longsleeve (in esclusiva per Universal Music Shop)

 L’artwork di “X2 DELUXE” è una splendida rivisitazione curata nel dettaglio da Sathyan Rizzo, che ha rielaborato in chiave gotica e arcimboldesca l’artwork originale realizzato da Valerio Bulla a partire da una fotografia realizzata da Ilaria Ieie.

 Dopo anni passati dietro le quinte orchestrando una delle più impattanti rivoluzioni musicali degli ultimi tempi, Sick Luke apre le porte del suo mondo raccontandosi a 360° sia in musica che a parole, anche grazie alla pubblicazione del suo primo libro autobiografico “Qui Non Piove Più – storia di un producer” (Cairo Editore) dove condivide luci ed ombre del suo vissuto personale a partire dai primi ricordi di infanzia, vissuti con qualche difficoltà tra Londra, Los Angeles e Centocelle (Roma), fino alle enormi soddisfazioni e prestigiosi riconoscimenti che oggi lo accreditano come uno dei più rinomati e apprezzati producer del momento.

 BIO dell’artista

Sick Luke è uno dei più giovani e prolifici producer d’Italia. Ha assorbito dal padre DUKE MONTANA, uno dei primi esponenti del rap in Italia, la passione per la musica, esibendo sin dalla prima adolescenza un innato talento nella produzione musicale. Creativo, estroso, visionario: così è stato definito negli anni dai fan e dagli innumerevoli artisti (Sfera Ebbasta, Ghali, Guè Pequeno, Mecna, Marracash, Fabri Fibra, Dark Polo Gang solo per citarne alcuni) che hanno scelto Luke per curare le produzioni dei loro pezzi.

Le certificazioni e i numeri che Luke ha ottenuto con le sue produzioni lo rendono oggi uno dei producer più di successo e certificati d’Italia.

KEY CRASHERS X LORDNOX X EMILIE RACHEL
Paradise County

Fuori "Paradise County", il nuovo singolo dei KEY CRASHERS insieme a LORDNOX ed ÉMILIE RACHEL, (Time Records - Edizioni Freecut Music S.r.l. / Evox3 Music S.r.l.).

Qualche anno fa il duo italiano Simone Bergamelli e Dario Civillini ha unito le forze per creare un progetto nuovo di zecca: KEY CRASHERS. Questi due DJ provengono da diversi background musicali e hanno avuto la possibilità di sperimentare diversi campi legati all'industria musicale. Dopo alcuni mesi di stop in cui hanno pubblicato principalmente remix per altri artisti, tornano con un nuovo singolo intitolato "Paradise County". Questa volta accompagnati dal dj/produttore italiano LORDNOX, reduce dalla fortunata collaborazione con i MARNIK per il brano "Turn the page" e dalla cantautrice londinese ÉMILIE RACHEL, il cui primo featuring risale al 2020 e che da allora ha fatto grandi cose. Ora i KEY CRASHERS sfornano un'incredibile melodia dance con una vena pop e una voce davvero orecchiabile dal titolo "Paradise County" pronta a conquistare i dancefloor di tutto il mondo!

VASCO ROSSI
VADO AL MASSIMO
40th Rplay Special Edition

CAROSELLO RECORDS FESTEGGIA I 40 ANNI DELL’ALBUM “VADO AL MASSIMO” UNO DEI CAPOLAVORI ROCK DELLA MUSICA ITALIANA, CON UNA RIEDIZIONE RIMASTERIZZATA SPECIALE
FUORI IL 9 DICEMBRE
In occasione del quarantesimo anniversario di “VADO AL MASSIMO”, Carosello Records storica etichetta di Vasco, pubblicherà il 9 dicembre 2022 una speciale riedizione rimasterizzata del rivoluzionario disco del 1982, che contiene, oltre alla title track, brani straordinari come “Ogni volta”, “Canzone”, “Splendida giornata”, “La noia”.
La special edition è disponibile in preorder al link https://vascorossi.lnk.to/40VAM e include il cd, il vinile, un inedito libro cartonato e a colori, a cura del giornalista Marco Mangiarotti nato da una lunga e recente chiacchierata con Vasco, in cui racconta la storia di “Vado al massimo”, la sua esperienza al Festival, le interviste a coloro che hanno partecipato alla realizzazione del disco e foto inedite di quel periodo.
Nel cofanetto da collezione, a tiratura limitata, sarà presente una cartolina per il download gratuito dello storico remix di “Una splendida giornata” e in versione rimasterizzata anche il 45 giri culto di Vado al massimo, canzone portata al Festival di Sanremo, e come b side “Ogni volta”.
“VADO AL MASSIMO 40th Rplay Special Edition” (etichetta Carosello Records - distribuzione Universal Music) è stato masterizzato da Maurizio Biancani, che ha dato nuova vita alle 9 tracce dell’album del 1982, per un ascolto eccezionale come mai avuto prima. Biancani non è solo uno dei più importanti ingegneri del suono della musica italiana, ma è stato anche lo storico fonico della versione originale dell’album “VADO AL MASSIMO”.
“VADO AL MASSIMO”, considerato uno vero spartiacque della musica italiana, è il primo disco pubblicato per Carosello Records, che vendette allora oltre 200.000 copie restando in classifica per ben 16 settimane, tanto da valergli la certificazione di disco di platino. Il titolo è ovviamente legato all’omonimo brano “Vado al massimo” che lo ha vide esordire sul palco del Festival di Sanremo su invito di Gianni Ravera che da buon intenditore, aveva capito che Vasco rappresentava il nuovo rispetto a tutta la musica che circolava allora. In un mercato discografico dominato da cantanti melodici leggeri e da cantautori “politicamente impegnati”, e un crescente interesse radiofonico verso la “Disco Music”, il suo rock genuino e provocatorio era qualcosa di raro, quasi unico.
Vasco decise di accettare l’invito di Ravera e mettersi in gioco, seguendo quella sincera urgenza comunicativa che segnò la sua partecipazione al Festival come uno dei momenti emblematici della sua carriera che lo hanno consacrato nel tempo come la più grande rockstar del nostro Paese.
Si presentò in modo rock, spontaneo e irriverente come nessun altro, impersonando lo spirito provocatorio e goliardico sia del testo che della musica di “Vado al massimo” in una performance che rimase impressa nella memoria collettiva di tutta la nazione, un vero e proprio evento della storia della canzone italiana.
Ad affiancare il brano “Vado al massimo” ci sono capolavori come “Canzone”, che apre con le strofe dedicate al padre, “Ogni volta” brano intimo e personale che la critica non comprese immediatamente, le intramontabili hit “La noia” e “Splendida giornata”, “Amore aiuto” che Vasco ha riportato sul palco nel tour dei record di quest’anno.
Tracklist completa:
1. Sono ancora in coma
2. Cosa ti fai
3. Ogni volta
4. Vado al massimo
5. Credi davvero
6. Amore... aiuto
7. Canzone
8. Splendida giornata
9. La noia

MACKLEMORE PUBBLICA OGGI IL SINGOLO
‘FAITHFUL’ FT. NLE CHOPPA
IL NUOVO ALBUM
“BEN” IN USCITA IL 3 MARZO

Oggi Macklemore, artista vincitore di un GRAMMY Award® e certificato multi-diamante, pubblica un nuovo brano dal titolo "FAITHFUL" con NLE Choppa. Il brano arriva con la notizia che il nuovo album in studio dell’artista dal titolo BEN uscirà il 3 marzo 2023. Ascolta 'FAITHFUL' con NLE Choppa

Parlando a proposito di "FAITHFUL" e della notizia del suo prossimo album, BEN, Macklemore dice: “Ho scritto FAITHFUL dopo una ricaduta del 2020 che mi ha riportato ad un'oscurità a me familiare a cui pensavo ingenuamente di essere sfuggito. Per me è una canzone personale, che riflette sulle mie lotte con la dipendenza. Da che mi ricordo, ho sempre voluto essere pulito, eppure la malattia che ho mi segue sempre. L’album esplora la presenza della dipendenza in ogni aspetto della mia vita e quanto possa essere pervasiva e insidiosa. Adoro quello che Choppa ha fatto con i suoi versi. Ha portato il brano nel suo mondo, scrivendo dal punto di vista di un amico solidale e presentandosi in un momento disperato. Pensavo che il brano lo avrebbe spinto fuori dalla sua comfort zone, ma era a suo agio e ha portato un concetto completamente nuovo nel disco. È stato piacevole passare un po' di tempo con lui. Sono davvero impressionato non solo dalla sua penna, ma anche dalla sua prospettiva sulla vita e dalla sua ricerca di crescita spirituale”.
FAITHFUL" con NLE Choppa è il terzo brano pubblicato quest'anno del nuovo capitolo di Macklemore. Questa canzone, onesta e cruda, offre una visione dell’artista sul suo viaggio attraverso la ricaduta e la guarigione, e offre uno sguardo sulle lotte e le turbolenze interiori quando si ha a che fare con la dipendenza.
Macklemore ha pubblicato quest’estate due brani 'CHANT' Ft Tones and I e 'MANIAC' Ft Windser, e oggi ha confermato che uscirà un nuovo album dal titolo BEN il 3 marzo 2023. Ulteriori dettagli saranno condivisi presto
All'inizio di questo mese Macklemore ha celebrato i 10 anni dall'uscita dell’album di debutto The Heist,che ha ricevuto innumerevoli riconoscimenti e premi. Macklemore & Ryan Lewis sono stati premiati come uno dei duo di maggior successo degli ultimi 65 anni di storia della RIAA Gold & Platinum e ha certificato ufficialmente "Can't Hold Us" DIAMANTE.
Le certificazioni “Diamante” vengono assegnate negli Stati Uniti quando si raggiungono 10 milioni di units vendute e solo 19 artisti hanno più di un singolo certificato diamante nella storia della RIAA. Can't Hold Us," ft. Ray Dalton segna il loro secondo Diamond Single Award (dopo "Thrift Shop" ft Wanz del 2015) dallo stesso album, un risultato incredibilmente raro.
Macklemore ha recentemente completato un tour in nord america negli stadi con gli Imagine Dragons e ha in programma di annunciare presto delle nuove date.

RINO GAETANO SBARCA SU TIK TOK
NEL GIORNO DEL SUO 72° COMPLEANNO

Sabato 29 ottobre Rino Gaetano sbarca ufficialmente su Tik Tok, in occasione del 72° compleanno.

Il profilo @rinogaetano_official è stato creato in collaborazione con Alessandro e Anna Gaetano.
Alessandro Gaetano racconta “Un innovatore come mio zio sarebbe stato certamente su Tik Tok. In televisione amava raccontare e creare delle scene, divertirsi e divertire il pubblico creando delle situazioni dinamiche. Le sue musiche e le sue parole ci accompagnano già in ogni momento. Finalmente è possibile anche su questo social ricco di creatività e musica. L’ispirazione della Gen Z si incontra perfettamente con il genio di Rino. “

Un Artista che continua ad essere una delle figure più rappresentative tra i cantautori del nostro Paese. La sua musica continua ad ispirare, i temi sociali nelle canzoni di Rino percorrono le epoche e arrivano anche alle generazioni più giovani.

La Gen Z con il suo nuovo stile di vita collettivo e personale vive la diseguaglianza con elevata sensibilità. Giovanissimi che continuano ad intonare le note di Rino, da “Nuntereggae più” a “Berta Filava”, immergendosi totalmente nei messaggi profondi che veicolava il cantautore.

Rino Gaetano con la sua modalità di raccontare la società nelle sue bizzarre sfumature, prediligendo la semplicità e l’ironia appassiona i giovani e continuerà a farlo.

Tik Tok permetterà agli utenti di addentrarsi nelle sue canzoni, svelando a mano a mano come, con il suo saper giocare con le parole sia riuscito a farle entrare nella cultura popolare italiana.

Un nuovo approdo che si rivolgerà ad una nuova generazione di fan, attraverso la produzione di contenuti creativi: musica e momenti cruciali per rivivere ogni giorno la carriera di un artista formidabile nella storia della musica.

Il profilo diventerà il punto di riferimento per chi vorrà esplorare il percorso artistico di Rino, la sua musica e la sua storia senza dimenticare gli eventi celebrativi che si svolgono durante l’anno.

A celebrarne il genio, il 29 ottobre il tradizionale concerto Buon Compleanno Rino Gaetano! della Rino Gaetano Band, il tributo ufficiale capitanato da Alessandro Gaetano che da sempre contribuisce a tenere viva la memoria del cantautore scomparso nel 1981 a 30 anni.

Per la prima volta in concerto a Largo Venue, a Roma alle 21.30, la Rino Gaetano Band porterà sul palco alcuni oggetti appartenuti al cantautore ed eseguirà, insieme ad amici ed ospiti, parte del repertorio di Rino.

La serata è a supporto dell'Associazione Oncologica L'albero delle Molte Vite. L'evento è anche visibile sul sito rinogaetano.it e sulle pagine social Rino Gaetano e Rino Gaetano Band.

 


CRISTINA D’AVENA
40 – IL SOGNO CONTINUA
Per i 40 anni di carriera
Esce il 25 novembre uno speciale cofanetto
STANDARD CON 3 CD E DELUXE CON 5 CD
CON NUOVI DUETTI E INEDITI
LE SIGLE IN VERSIONE ORIGINALE
LE CANZONI DEL TELEFILM E TANTISSIME NOVITÀ

Dopo la pubblicazione di una collana di LP picture disc contenenti i brani “pietre miliari” del suo repertorio, Cristina D’Avena prosegue in grande stile i festeggiamenti dei suoi primi 40 anni di carriera, pubblicando il 25 novembre una raccolta in duplice versione, Standard e Deluxe Edition (in preorder da oggi: https://cristinadavena.lnk.to/40_ilsognocontinua) dal contenuto esclusivo. Nuovi duetti con artisti BIG del panorama italiano accompagnano la pubblicazione di numerosi inediti, rarità e chicche che i fan dell’Artista reclamano da tempo, oltre alle sigle più amate e conosciute, recuperate dai master originali, e alle canzoni tratte dalle serie televisive che l’hanno vista protagonista negli anni 80’ e ’90.
Dal 1982 ad oggi Cristina D’Avena è l'unico personaggio dello spettacolo la cui voce è presente sulla tv italiana ininterrottamente dai primi anni '80 almeno una volta al giorno, 7 giorni su 7, 365 giorni l'anno.
Tutto iniziò esattamente 40 anni fa, nel 1982, quando una diciassettenne Cristina D’Avena si presentò ad un provino per interpretare la sigla italiana della serie animata giapponese "Pinocchio", vinto il quale firmò un contratto di esclusiva con la Five Record, storica etichetta dell’allora nascente Canale 5. Quella prima sigla, “Bambino Pinocchio" composta da Augusto Martelli, cui seguì l’omonimo 45 giri dall’importante successo commerciale, diede inizio alla lunga e prolifica carriera di Cristina, con centinaia di sigle e concerti al suo attivo.

SICK LUKE
TORNA CON IL NUOVO SINGOLO
“VUOTO DENTRO”
FEATURING
MARA SATTEI & BRESH

Sick Luke torna con il nuovo singolo “VUOTO DENTRO”, fuori venerdì 21 ottobre, dopo il successo roboante del suo primo album “X2” (su etichetta Carosello Records; distribuzione Virgin/Universal), già proclamato 5° album più venduto del primo semestre di quest’anno che ha esordito al 1° posto degli album più venduti in Italia, come 3° album più ascoltato al mondo nel weekend di debutto su Spotify e ha collezionato svariate certificazioni e riconoscimenti – l’album è disco di platino, il brano “Solite pare” è certificato disco di platino e i brani “Dream team”, “Falena” e “La Strega del frutteto” sono certificati dischi d’oro.
Sick Luke dà vita a un nuovo featuring inedito coinvolgendo due promesse del panorama musicale italiano capaci di rappresentare la nuova generazione del pop con grande freschezza e contemporaneità: Mara Sattei, una delle voci femminili più interessanti ed incisive del momento, incontra la timbrica scura di Bresh, artista della Nuova Scuola Genovese che quest’anno ha raggiunto la prima posizione della classifica Fimi/GfK con l’album “Oro Blu” (disco d’oro).
“VUOTO DENTRO” è un singolo stand alone dalle sonorità pop in cui si sente la cifra stilistica di ciascuno dei tre artisti in un connubio di luci ed ombre perfettamente calibrato dalla produzione da vero fuoriclasse ed enfant prodige di Sick Luke, dando conferma del suo talento da producer di gran versatilità e gusto.
Sick Luke racconta: «“VUOTO DENTRO” è una canzone in cui ho giocato soprattutto con chitarre, sintetizzatori e batterie semi-trap, e che continua la wave iniziata con il mio album “X2”.
Abbiamo iniziato a lavorare a “VUOTO DENTRO” durante una session con Mara, a Milano. Non appena ho sentito il ritornello che aveva scritto, abbiamo capito che Bresh sarebbe stato perfetto per il pezzo e l’intuizione è stata giusta. Mara e Bresh suonano alla grande insieme!».
«”VUOTO DENTRO” è un brano a cui tengo moltissimo, che racconta un periodo molto particolare della mia vita. La sua parte malinconica e a tratti introspettiva ti trascina in una dimensione magica che sa realmente farti entrare in un viaggio», completa Mara Sattei, che prosegue condividendo il grande affiatamento che ha portato alla scrittura del brano: «Eravamo in studio, io e Sick, e appena ho sentito il beat me ne sono innamorata e così il giorno dopo ho scritto la strofa e il ritornello. Poi, confrontandoci, abbiamo pensato entrambi a Bresh, che ha da subito accettato felicissimo. La cosa bella è che c’è stata una cura a 360 gradi ad ogni dettaglio del brano. Io e Bresh, per esempio, abbiamo lavorato e scritto insieme lo special finale e con Sick c’è stato un continuo scambio e confronto, come
una vera squadra. Sono contentissima di aver collaborato con i ragazzi e spero davvero che questo brano arrivi a tutti».
Bresh condivide il suo pensiero: «“VUOTO DENTRO” è un pezzo che si fa notare fin da subito per le sonorità innovative e moderne create da Luke e per la grande linea vocale di Mara. Collaborare con due artisti come loro per me è una grande soddisfazione, li rispetto molto e credo che ognuno di noi abbia regalato agli altri un po’ del proprio mondo, abbracciando le diverse influenze di ciascuno».
BIO dell’artista
Luca Barker, in arte Sick Luke, è uno dei più giovani e prolifici producer d’Italia, nato a Londra nel ’94 e cresciuto con il papà Duke Montana, celebre esponente del Truce Klan, tra Los Angeles e Centocelle.
Noto per essere il producer ufficiale della Dark Polo Gang, Luke è un vero e proprio enfant prodige apprezzato da artisti internazionali e italiani come Sfera Ebbasta, Ghali, Guè, Mecna, Marracash e Fabri Fibra, che hanno voluto Luke per la produzione dei loro brani.
Con il suo primo album “X2”, uscito il 7 gennaio 2022 per Carosello Records (distribuzione Virgin/Universal), il producer multi platino decide di aprire le porte del suo mondo coinvolgendo i migliori nomi della scena pop, urban e rap italiana, creando accoppiate inedite e inaspettate, mixando con estro e innovazione artisti e generi in un disco-manifesto dello stato attuale della musica italiana.
“X2” esordisce al 1° posto della classifica di vendite GFK, è stato certificato disco di platino e per oltre 6 mesi è stato stabile nelle prime 15 posizioni degli album più venduti in Italia, classificandosi il 5° album più venduto del primo semestre. Il brano “Solite pare” raggiunge il disco di platino mentre “Dream team”, “Falena” e “La Strega del frutteto” sono stati certificati dischi d’oro.
Lyrics
VUOTO DENTRO
Sick Luke feat. Mara Sattei & Bresh
Sick Luke Sick Luke
Mara Sattei
Vuoto dentro la mia testa
Incontro a l’anima
Gira dentro la tempesta
Tipo imparo dai
A dirti mai-ai-ai, tipo mai-ai-a
Tu fai quello che non posso dire
Quando tutto ha un costo infine
Dentro la mia testa
In fondo all’anima
Quanto cambia a dirti onesta
Faccio fatica
A dirti mai, tipo mai
Tu fai quello che non so capire
Quando tutto ha un costo infine
Come te
Dicono tutto passi, mentre non passa niente
Leggo e conto sorpassi
Giorni che odio mentre
Brilla la luce in taxi, e le stelle comete
Reggo i miei vuoti tanti, quindi
Mezzo ho imparato a restarci in mondi
Tipo terzo ho incastrato a restarci qua
Sulle cose io non ci sorvolo mai
E nei tuoi occhi resto incastrata
Perché dentro me
Sapessi le battaglie
Che sorpasso scalza perché a non pensare
Con un termine che metto in chiaro basta
Che son stanca impazzirai
A dirti stai qua?
Non so se dirtelo adesso
Come fiorisse l’immenso dentro una scatola
Tutte le cose che ho messo, sparisce tutto in un gesto
Con una parola
Schiarisci tutto mi hai chiesto
Come si guarisce adesso?
Dentro mi capita
Di dare tutto per me so
Mentre ci sbatto è permesso
Mentre ci sbatto ma
Mara Sattei
Vuoto dentro la mia testa
Incontro a l’anima
Gira dentro la tempesta
Tipo imparo dai
A dirti mai-ai-ai, tipo mai-ai-a
Tu fai quello che non posso dire
Quando tutto ha un costo infine
Dentro la mia testa
In fondo all’anima
Quanto cambia a dirti onesta
Faccio fatica
A dirti mai-ai-ai, tipo mai-ai-a
Tu fai quello che non so capire
Quando tutto ha un costo infine
Come te
Bresh
Vuoto dentro la mia testa ahi ahi ahi
St’aria fredda mi calpesta ahi ahi ahi
Non accendo mai l’ansia nel mio vibe
Prende forma di uomo, la killo come un gioco
Nello stesso campo da gioco
Delle mie paure ci trovo
I miei più fidati guerrieri
Con le ali al posto dei piedi
Metto una corona d’alloro alla punta più alta del duomo
Che non la vedi se ti siedi, che non la prendi se non cresci
E ho il calice dei rimedi
Fumo questa c’ho una paresi
Non mi sento più mezzo lato, non sento nemmeno il richiamo
Dei miei guai-ai-ai già lo sai-ai-ai che se inizia la festa
Dopo il karma protesta
Bresh & Mara Sattei
Vuoto dentro la mia testa
Incontro a l’anima
Gira dentro la tempesta
Tipo imparo dai
A dirti mai-ai-ai, tipo mai-ai-a
Tu fai quello che non posso dire
Quando tutto ha un costo infine
Dentro la mia testa
In fondo all’anima
Quanto cambia a dirti onesta
Faccio fatica
A dirti mai-ai-ai, tipo mai-ai-a
Tu fai quello che non so capire
Quando tutto ha un costo infine
Come te
Come faccio a dirti che non dormirò
I miei sogni, giuro cambiano
Dentro giorni tristi
Tipo sparirò e tornerò
Per cercare l’aria nell’oceano
Come faccio a dirti che non dormirò
I miei sogni, giuro cambiano
Dentro giorni tristi
Tipo sparirò e tornerò
Per cercare l’aria nell’oceano

VOODOO KID

ORA ONLINE IL VIDEO DEL NUOVO SINGOLO
"GUARDARE GIÙ"

Fuori ora sul canale YouTube dell’artista il video ufficiale di “guardare giù” (Carosello Records), il nuovo singolo dell’esponente del queer pop italiano Voodoo Kid che assieme ai due precedenti singoli della nuova era artistica “buco nero” e “alice 02” anticipano la pubblicazione del nuovo album in uscita entro la fine dell’anno.

Per un brano così fresco ed immediato come “guardare giù”, che descrive una situazione di limbo tra l’innamoramento e la più cinica disillusione, Voodoo Kid ha deciso di realizzare una narrazione estetica che traducesse in immagini il contenuto personale del testo. Un corteggiamento velato, quello tra i due protagonisti del video Voodoo Kid e Sara Santarelli, viene incorniciato dalle luci neon e stroboscopiche delle giostre di un lunapark sino allo sfioro di un bacio e il raggiungimento di un epilogo del tutto inaspettato.

Voodoo Kid racconta della storia personale che ha ispirato il brano: «Tra le storie d’amore che finiscono senza finire mai veramente, “guardare giù” parla di un’esperienza che ho vissuto personalmente e mi ha segnato ed emozionato profondamente. Amore, conflitto, speranza, distanza e tempi estesi sono alcune delle corde che il pezzo va a toccare.
Ho liberato questo demone che tenevo dentro da troppo tempo e ho deciso di farlo uscire dalla gabbia per esorcizzarlo, superando la paura della vertigine e del ricaderci dentro che in passato non hanno fatto altro che alimentare una velata speranza; qualcosa che, proprio come una fiamma, mi ha scaldato e lasciato scottato. Ed anche se non posso, non devo, non voglio guardare giù -
citando il brano - alla fine si torna sempre dove si è stati bene».

Il tema del brano, per quanto romantico e legato ai sentimenti, è molto vicino alla sfera psicologica e alle tematiche legate alla salute mentale, uno spettro di argomenti che sono particolarmente cari all’artista come esternato nel post pubblicato in occasione del World Mental Health Day: «sono uno di quelli che per anni ha sofferto come un cane senza farlo (quasi) mai vedere. sono arrivato al punto in cui il contenitore era pieno e non riuscivo più a gestire la mia testa. sono riuscito ad uscire dalla mia gabbia mentale e ad ammettere che avevo bisogno di aiuto. penso sia stata la cosa più difficile che io abbia mai fatto in tutta la mia vita. scrivo queste parole di getto ed in modo chiaro così che tu che stai leggendo possa capire che se hai bisogno di una mano, se stai facendo fatica, se ogni piccola cosa ti sembra uno sforzo enorme, se ti senti solo, incompreso, messo da parte, soffocato da quello che ti circonda, o da te stesso, io non sono nessuno per dirti che cosa devi o non devi fare, ma un consiglio da una persona che ha vissuto e sentito tutte queste sensazioni e momenti ascoltalo: chiedi aiuto e lasciati aiutare».

La regia è stata curata da Silvia Violante Rouge, personalità dedita alla valorizzazione artistica dell’underground milanese (e non solo), che racconta alcune scelte narrative del video: «Il videoclip si pone come una metafora del rapporto del protagonista con le relazioni e i sentimenti in generale, la paura di lasciarsi andare di nuovo e di soffrire ancora. Quello che vediamo è un sogno/incubo di Voodoo Kid. È sera, lui è in un luna park con questa ragazza bellissima. Esausti tra mille giri, finalmente stanno per baciarsi, ma lei lo guarda negli occhi e chiede perdono, creando un primo momento di disincanto a cui segue una vera e propria fuga da lei, armata di pistola, che simboleggia la paura di non essere amato nuovamente come in passato. È una metafora di quando le esperienze precedenti sono state così ricche e devastanti che a volte la paura ci può sopraffare, impedendoci di vivere pienamente il nuovo presente».

CREDITI VIDEO:

Regia: Silvia Violante Rouge
DOP / Assistente regia: Nicolò Bassetto
Assistente set: Dado Freed
Stylist: Francesco Mautone
MUA: Jasmine G.C
Editing / Color: Nicolò Bassetto
Produzione / Art direction: Fire.Projects
Starring: Voodoo Kid, Sara Santarelli
© Carosello Records 2022

Realizzato con il sostegno di Italia Music Lab

BIO dell’artista

Voodoo Kid incarna perfettamente - nel sound, nell’immaginario, nelle tematiche - la generazione cresciuta a cavallo tra i millennials e la generazione Z che vive con coraggio, ostinazione e un irrefrenabile impeto verso tutto ciò che prova.
Una generazione libera, fluida e genderless che non conosce barriere per l’amore, che non ha paura di mostrare i propri sentimenti, di buttarli in faccia addosso al mondo intero senza vergogna. La libertà è insita nel suo nome: sceglie di chiamarsi kid, che è un termine neutro, slegato da ogni appartenenza di genere, perché ama definirsi più attraverso quello che è - un “mai adulto” come si presenta lui - piuttosto che quello che sembra.
Voodoo Kid arde di passione: passione verso le persone di cui si innamora, verso ciò che gli interessa (la musica, i manga giapponesi, i videogames, la letteratura, il cinema d’autore e le serie Tv) e lotta per ciò in cui crede: la salvaguardia dell’ambiente e i diritti della comunità LGBTQIA+.
Da Brescia è volato a Londra per studiare musica con ottimi risultati.
Il suo stile musicale lo rispecchia in pieno, con un sound che volutamente non ha un genere di appartenenza ma che è frutto di ascolti e contaminazioni analogiche e digitali: da The weeknd a 070shake, da Gesaffelstein a Justin Bieber.
Voodoo Kid ha attirato l’attenzione di producer come Renzo Stone (Ghali, Mike Lennon), 2nd Roof (Salmo, Marracash, ecc.), Mamakass (Coma Cose), Dario Bass (metà di LNDFK) che hanno lavorato con lui alla realizzazione del suo primo disco “amor, requiem”, pubblicato nel 2020 per Carosello Records e annoverato tra i migliori dischi esordienti dell’anno. Uno dei singoli estratti dal disco, lolita, è stato inoltre inserito nella colonna sonora della terza stagione della serie Netflix “Summertime”.
Il 15 giungo, invece, esce “buco nero”, il primo singolo del nuovo progetto discografico di Voodoo Kid per Carosello Records, seguito dal nuovo brano “alice 02”. Entrambi i brani, assieme al nuovo singolo “guardare giù”, saranno parte dell’album in uscita entro la fine del 2022.


MANDARK 
DA OGGI FUORI IL NUOVO SINGOLO
"DIO"

Fuori oggi “DIO” (Carosello Records) il nuovo singolo di Mandark.
Romano, classe 2002, MANDARK è uno dei nomi più interessanti della scena soundcloud italiana. Voce libera e irriverente della generazione Z, nella sua musica e nei suoi testi mixa influenze pop, rock punk e trap incanalando nelle canzoni i propri pensieri, ansie e sentimenti nella maniera più viscerale ed energica possibile.

Il brano, prodotto da Wepro, è un urlo violento e disperato in cui Mandark sfoga la rabbia accumulata difronte alle ingiustizie e le atrocità del mondo, smentendo tutti coloro che rimproverano ai giovani di non avere un proprio pensiero sui problemi contemporanei e di giacere nell’indifferenza, senza valori né ideali.

“DIO” è un brano audace, diretto e a tratti feroce, che è frutto di lunghe riflessioni che hanno portato a una prima presa di consapevolezza delle molte iniquità e ingiustizie che vengono reiterate in tutto il mondo. Con schiettezza e irriverenza - tratti distintivi dell’artista - Mandark immagina un dialogo faccia a faccia con Dio. Una sfida sul ring a colpi di domande e richieste di spiegazioni sui perché che attanagliano l’essere umano.

“Che mi spiegasse la guerra in Siria
E la gente che muore di fame
Le violenze della polizia
E perché non conosco mio padre”

Macro temi sociali - l’omertà di alcuni casi di pedofilia a carico di figure clericali, la guerra in Siria, le repressioni violente attuate da figure di Stato armate, le carestie e la povertà, ecc. - mescolate ad argomenti più strettamente personali che lo hanno indubbiamente segnato, come la mancata conoscenza della figura paterna («E perché non conosco mio padre». cit. “DIO”).

Un vero è proprio sfogo difronte all’Ingiustizia, quello che Mandark ha racchiuso in “DIO”, che l’artista riassume così in un post sui social:

«QUANDO HO SCRITTO "DIO" ERO IMMERSO DALLA TESTA AI PIEDI NEL MOMENTO PIÙ BUIO DELLA MIA VITA, E VI ASSICURO CHE HO AVUTO UNA VITA DI MERDA.
IL MONDO MI STAVA CROLLANDO SOTTO I PIEDI, PIÙ ERO CONVINTO DI AVER TOCCATO IL FONDO E CHE PEGGIO DI COSÌ NON POTESSE ANDARE, PIÙ CONTINUAVO A SCENDERE.
AD UN CERTO PUNTO HO CAPITO CHE IL FONDO NON ESISTE, E IN QUEL MOMENTO MI SONO TROVATO FACCIA A FACCIA CON LA DEPRESSIONE.
SONO ANDATO IN TERAPIA, MA NON SERVE A UN CAZZO SE IL PAZIENTE (IO) NON COLLABORA.
CE L'AVEVO CON IL MONDO MA NON POTEVO PRENDERMELA CON NESSUNO, QUINDI HO SCRITTO UN PEZZO IN CUI ME LA PRENDO CON TUTTO QUELLO CHE NON MI STA BENE, CON TUTTO CIÒ CHE È INGIUSTO E CON CHI DOVREBBE AIUTARCI MA SE NE SBATTE IL CAZZO
L'HO SCRITTO UN ANNO FA E L'HO SEMPRE TENUTO PER ME ASPETTANDO IL MOMENTO GIUSTO PER PUBBLICARLO, POI HO CAPITO CHE IL MOMENTO GIUSTO NON ESISTE QUINDI VAFFANCULO LO PUBBLICO E BASTA CONSAPEVOLE CHE POTREI GIOCARMI LA REPUTAZIONE, LA FACCIA E LA LIBERTÀ DI PAROLA».

Non è la prima volta che Mandark si espone in maniera così diretta su tematiche che sente vicine.
Poco tempo fa, in occasione delle elezioni presidenziali, attraverso un freestyle dal titolo “C’AVREI QUALCOSA DA DIRE” aveva manifestato il suo dissenso nei confronti della classe politica italiana e delle sue modalità di comunicazione.

 

BIO dell’artista

Mattia Cesarini, in arte Mandark, è un artista romano classe 2002.
Esordisce a gennaio 2020 con il suo primo EP autoprodotto “Guai”. Seguono i singoli “Ancora” e “Amore Giovanile” e una collaborazione nel disco di Close Listen nella traccia “Bomba”. Nel giugno 2021 pubblica il suo secondo EP “BRIVIDI”. Il suo stile versatile ha influenze rock e pop punk, a cui si alternano sonorità rock e influenze emo.
A marzo 2022 firma con Carosello Records, con la quale pubblica il singolo “Lola” e  “Umano”(prod. Wepro) scelto da MTV New Generation come Artista del mese per aprile.
Oltre alla musica, tre grandi passioni di Mattia sono la moda (è stato scelto come volto per la campagna Richmond della primavera ’22), il fumetto e il gaming. È stato infatti protagonista del Comicon di Napoli dove ha condiviso con il pubblico la sua esperienza musicale e la passione per il mondo nerd. 

 

Testo

DIO di Mandark

Sai

Me ne laverei le mani

Come fa il vaticano con i veri poveri

E con i peccati di quei cardinali

Dai

Porgi l'altra guancia

Nell’alto dei cieli c’è Dio che ci guarda

E se non fai quello che dice si arrabbia

Che mi spiegasse la guerra Siria

E la gente che muore di fame

Le violenze della polizia

E perché non conosco mio padre

Chi lo prega possa terminare

Perché è terminale dentro un ospedale

La mia libertà non la porterai via

Finche mi ricorderò come volare

E se vuoi darmi di più

Allora

Dammi tutto

Quello che hai

Però stai attenta io

Sto male sto fuori

Però se mi chiedi è t'apposto

Tutto è più bello da fuori

Per questo entro di nascosto

La mia più grande paura

È che poi alla fine non ci estingueremo

Come tua madre con il suo mutuo

Come chi cerca l'amore davvero

Noi dureremo come la tua tinta

Per un mese ti manderò in fissa

Mi butterai via come il telegiornale

Con una notizia che non fa notizia

Sai

Me ne laverei le mani

Come fa il vaticano con i veri poveri

E con i peccati di quei cardinali

Dai

Porgi l'altra guancia

Nell’alto dei cieli c’è dio che ci guarda

E se non fai quello che dice si arrabbia

Che mi spiegasse la guerra Siria

E la gente che muore di fame

Le violenze della polizia

E perché non conosco mio padre

Chi lo prega possa terminare

Perché è terminale dentro un ospedale

La mia libertà non la porterai via

Finche mi ricorderò come volare

 


MIND ENTERPRISES
THE CLAPPING SONG
(KUNGS REMIX)
Etichetta Time Records
edizioni EMI Al Gallico Music Corp

E’ USCITO L'ATTESO REMIX DI KUNGS DELLA HIT ESTIVA "THE CLAPPING SONG"
KUNGS REMIXA MIND ENTERPRISES E RICAMBIA IL FAVORE! MIND ENTERPRISES INFATTI È L’AUTORE DI ALCUNE DELLE SUE PIÙ GRANDI HIT DANCE CHE CI HANNO FATTO BALLARE NEGLI ULTIMI 2 ANNI!
Andrea Tirone, aka MIND ENTERPRISES, è un produttore di Torino, classe 1985 che si è trasferito all’estero oramai da una decina di anni e vive tra Las Palmas (Gran Canaria Spagna) e Londra in UK. MIND ENTERPRISES è l'universo estetico e il mondo dei sogni musicali del produttore torinese e si ispira alla musica Italo-disco degli anni ’80.
Nel 2019 ha pubblicato un EP dal titolo “Panorama EP” in cui era contenuto il singolo “Idol”. I produttori francesi Kungs e Martin Solveig hanno ripreso la traccia ed hanno pubblicato nell’estate 2021 il singolo “Never Going Home”, (oltre 200 milioni di streaming su Spotify e terzo brano più suonato dalle radio nel 2021 in Italia).
Il successo del singolo ha rafforzato ancor di più la collaborazione tra il produttore italiano MIND ENTERPRISES e Kungs tanto che i due hanno scritto e prodotto insieme anche i successivi singoli del dj francese “Lipstick” (oltre 31 Milioni di streaming su Spotify” e “Clap Your Hands” (71 Milioni di streaming su Spotify).
Nel 2020 anche il produttore tedesco Purple Disco Machine si è accorto di
MIND ENTERPRISES ed insieme hanno scritto la club hit “Exotica”, titolo con cui successivamente Tino Piontek ha intitolato il suo album uscito nel 2021. La partnership tra i due artisti elettronici power-house è stata rafforzata dal fatto che ognuno di loro ha remixato i singoli dell'altro negli ultimi mesi.

VOODOO KID
FUORI ORA IL NUOVO SINGOLO
“GUARDARE GIÙ” (Carosello Records)
LA NUOVA ERA ARTISTICA DELL’ECLETTICO ESPONENTE DEL QUEER POP ITALIANO
PROSEGUE CON IL BRANO “GUARDARE GIÙ”

Il pop tenebroso e accattivante di Voodoo Kid torna a cantare di amore e sentimenti con il nuovo brano “guardare giù” (Carosello Records), fuori da mercoledì 5 ottobre in streaming e digital store, che assieme ai due precedenti singoli della nuova era artistica “buco nero” e “alice 02” saranno parte del nuovo album in uscita entro la fine dell’anno.
“Guardare giù” è un brano fresco ed immediato che affronta i demoni legati all’amore e alla paura di essere travolti da un sentimento capace di elevarci, ma anche distruggerci. È un brano che descrive il limbo tra l’innamoramento e la più cinica disillusione, tra il sentire l’attaccamento verso qualcuno crescere irrefrenabilmente e l’esigenza di autodisciplinarsi togliendo spazio ai sentimenti affinché questi non siano causa di sofferenze: «Se tu mi dai le spalle, io so già che succede / Sono lame o farfalle? / Sono senza difese» (cit. “guardare giù”).
Voodoo Kid racconta della storia personale che ha ispirato il brano: «Tra le storie d’amore che finiscono senza finire mai veramente, “guardare giù” parla di un’esperienza che ho vissuto personalmente e mi ha segnato ed emozionato profondamente. Amore, conflitto, speranza, distanza e tempi estesi sono alcune delle corde che il pezzo va a toccare.
Ho liberato questo demone che tenevo dentro da troppo tempo e ho deciso di farlo uscire dalla gabbia per esorcizzarlo, superando la paura della vertigine e del ricaderci dentro che in passato non hanno fatto altro che alimentare una velata speranza; qualcosa che, proprio come una fiamma, mi ha scaldato e lasciato scottato. Ed anche se non posso, non devo, non voglio guardare giù – citando il brano - alla fine si torna sempre dove si è stati bene», conclude l’artista.
L’artwork è stato realizzato tramite la digitalizzazione dell’opera unica su tela dell’artista Luca Poma, autore anche degli artwork di “buco nero” e “alice 02”, dove un demone dalle fattezze di Voodoo Kid viene raffigurato sul ciglio di un cornicione con prospettiva dall’alto verso il basso tale da enfatizzare il senso di vertigine che si prova nel guardare giù quando si è a notevole altezza.
BIO dell’artista
Voodoo Kid incarna perfettamente – nel sound, nell’immaginario, nelle tematiche – la generazione cresciuta a cavallo tra i millennials e la generazione Z che vive con coraggio, ostinazione e un irrefrenabile impeto verso tutto ciò che prova.
Una generazione libera, fluida e genderless che non conosce barriere per l’amore, che non ha paura di mostrare i propri sentimenti, di buttarli in faccia addosso al mondo intero senza vergogna. La libertà è insita nel suo nome: scegli di chiamarsi kid, che è un termine neutro, slegato da ogni appartenenza di genere, perché ama definirsi più attraverso quello che è – un “mai adulto” come si presenta lui - piuttosto quello che sembra.
Voodoo Kid arde di passione: passione verso le persone di cui si innamora, verso ciò che gli interessa (la musica, i manga giapponesi, i videogames, la letteratura, il cinema d’autore e le serie Tv) e lotta per ciò in cui crede: la salvaguardia dell’ambiente e i diritti della comunità LGBTQIA+.
Da Brescia è volato a Londra per studiare musica con ottimi risultati.
Il suo stile musicale lo rispecchia in pieno, con un sound che volutamente non ha un genere di appartenenza ma che è frutto di ascolti e contaminazioni analogiche e digitali: da The weeknd a 070shake, da Gesaffelstein a Justin Bieber.
Voodoo Kid ha attirato l’attenzione di producer come Renzo Stone (Ghali, Mike Lennon), 2nd Roof (Salmo, Marracash, ecc.), Mamakass (Coma Cose), Dario Bass (metà di LNDFK) che hanno lavorato con lui alla realizzazione del suo primo disco “amor, requiem”, pubblicato nel 2020 per Carosello Records e annoverato tra i migliori dischi esordienti dell’anno. Uno dei singoli estratti dal disco, “lolita”, è stato inoltre inserito nella colonna sonora della terza stagione della serie Netflix “Summertime”.
Il 15 giungo, invece, esce “buco nero”, il primo singolo del nuovo progetto discografico di Voodoo Kid per Carosello Records, seguito dal nuovo brano “alice 02”. Entrambi i brani, assieme al nuovo singolo “cadere giù”, saranno parte dell’album in uscita entro la fine del 2022.

Jamiroquai
'Emergency On Planet Earth'
30esimo Anniversario
In uscita il 14 Ottobre!

In occasione dei 30 anni dall'uscita del singolo "When You Gonna Learn?", i Jamiroquai ripubblicano "Emergency On Planet Earth", che segna l'inizio delle celebrazioni per il 30° anniversario di una delle band britanniche più innovative e pionieristiche degli ultimi tempi.
Dopo la ristampa a gennaio per il 25° anniversario di "Travelling Without Moving" - l'album funk più venduto di tutti i tempi - "Emergency On Planet Earth", l'album di debutto dei Jamiroquai, festeggia quest'anno il suo 30esimo anniversario e viene ristampato in un doppio vinile trasparente con copertina apribile e sleeve interne stampate contenenti note di copertina di Jay Kay del 2013 e del 2017.
Le note di copertina originali dell'album erano un manifesto di Jay Kay sull'ambiente, e all'epoca della sua pubblicazione questi temi non erano all'ordine del giorno.
Ma ora questo disco sembra altrettanto importante e rilevante, se non di più, di quanto non lo fosse alla sua uscita.
Pubblicato originariamente nel 1993 (il singolo principale dell'album, "When You Gonna Learn", è stato pubblicato il 19 ottobre 1992), l'album è stato accolto con favore dalla critica e ha raggiunto il primo posto in classifica.
Ad oggi "Emergency On Planet Earth" è stato certificato multi-platino e ha venduto oltre 3 milioni di copie in tutto il mondo.

L’Elfo feat. Ketama 126

Rave

Dalla collaborazione tra i due artisti nasce un brano dalla wave freschissima che celebra la mentalità che li accomuna

“Rave”  è il nuovo brano firmato dall’artista siciliano L’ELFO featuring KETAMA 126, pubblicato per Magnitudo (powered by Time Records).

Dall’incontro tra l’icona catanese L’Elfo ed il fuoriclasse romano Ketama 126 nasce RAVE, un brano in cui i due artisti celebrano una mentalità ed un’attitudine comune ad entrambi derivata da aspetti del loro vissuto che li accomunano.

 RAVE, infatti, nonostante la sua wave fresca ed il suo ritornello catchy ed irriverente, racconta di una condizione interiore travagliata. Entrambi gli artisti descrivono immagini e situazioni del loro passato, portando riferimenti alla loro vita prima dell’affermazione e lanciando un messaggio di “keep it real” e coerenza: il successo non li ha cambiati.

Su una super produzione di Funkyman, che miscela sapientemente chitarre dal sapore punk-melodico con sonorità e ritmiche urban, L’Elfo apre il brano con una strofa di peso in cui le liriche dirette e al contempo ispirate catturano già dalle prime rime. Dopo l’inciso è il turno di Ketama 126 che, con il suo stile che lo rende riconoscibile fin dalla prima sillaba, mette sul beat, con le sue barre, la sua impronta poetica completando il quadro di RAVE.

Con questo nuovo singolo prosegue il flusso di release de L’Elfo in questo 2022 che, dopo le ultime collaborazioni e con Niko Pandetta in “Elefantino”, con Vacca, Laioung e Max Il Nano nel brano “Non vedo Non Sento Non Parlo”, con Enzo Benz in “No Entiendo" e insieme a Don Pero nell’ultimo singolo Nuovo Bellini, continua a regalare nuove esaltanti sorprese ai suoi ascoltatori.

Mix e master del brano sono a cura di Funkyman, l’artwork del progetto è firmato da Filippo Baldo.

BIO dell’artista

Rosario Luca Trischitta, in arte L’Elfo, nasce a Catania nel 1990 e si avvicina alla cultura Hip Hop nel 2003, grazie alla passione per il writing. Intorno al 2007, attraverso il freestyle,
si appassiona al rap. Nel 2009 e nel 2012 diventa campione regionale della competizione Tecniche Perfette. Nel 2009, con Punch forma i Double Damage. Il duo realizza numerosi progetti: Addio nel 2010, Nel bene e nel male nel 2013, Incattiviti EP nel 2014 e Rinascere nel 2016. Nel giugno 2014 pubblica L’Ignorapper, segnando il suo esordio da solista. Nella stessa estate vince a Roma le preselezioni del programma MTV Spit, doppiando il successo nella Super
Tappa Milanese e sancendo il suo ingresso nel programma.
Tra il 2016 e il 2017, L’Elfo realizza svariati singoli: Mbare che dici, Sangue Catanese, Fuoco dell’Etna, Pi Tutti i Carusi, che mescolano ritmi del rap con rime in dialetto, conquistando con il primo singolo, Sangue Catanese, oltre 4.000.000 di views. A maggio 2017 partecipa alla seconda edizione del Mic Tyson - Freestyle Battle, arrivando secondo. Il 2017 per l’Elfo è l’anno della consacrazione, con l’uscita di 12 video ufficiali. Nel 2018 pubblica il nuovo album Gipsy Prince. Il disco vanta oltre 13.000.000 di streaming su Spotify e altrettante visualizzazioni su YouTube. Nel luglio 2019 L’Elfo pubblica Black Summer Ep, 6 tracce regalate ai propri fan. Vangelo II Luka è l’ultimo album pubblicato per Universal l’11 settembre 2020, anticipato da tre singoli: Made in Catania, Come Gesù, Si cummatti. Nel 2022, L’Elfo pubblica l’Ep Milord, insieme alla video serie in 7 episodi del progetto, a cui segue, in aprile,il singolo Elefantino featuring Niko Pandetta, prodotto da Dat Boi Dee e, in giugno, la collaborazione con Laioung e Max Il Nano nel brano Non Vedo Non Sento Non Parlo. Il 13 luglio 2022, l’artista catanese torna con il singolo Nuovo Bellini featuring Don Pero.

L'ARTISTA AUSTRALIANO MULTI-PLATINO KYLE PEARCE RITORNA CON UNA NUOVA HIT INTITOLATA "THIS TIME"

"This Time" (Time Records), il nuovo singolo di KYLIE PEARCE!
 Dopo l'uscita del suo singolo di successo nella Top 40 tedesca "I Don't Care", il cantautore KYLIE PEARCE, nato a Sydney e residente a Dusseldorf, torna con un altro classico del pop rilassante, "This Time". La voce sognante e rauca di Kyle crea una sonorità meravigliosa e calda, con una produzione di fondo luminosa che fornisce un senso di gioia eterea, mentre il testo ripetuto "this time might be the last time" aggiunge un tocco di malinconia.A proposito del singolo, Kyle afferma che "THIS TIME è una canzone sull'amicizia e sull'amore. Gli alti e i bassi di ogni relazione. Vale la pena lottare per tutto questo? O a volte è meglio lasciar perdere e andare avanti?".

Oggi artista multi-platino, l'australiano vanta oltre 100 milioni di stream nel suo catalogo. Dopo aver collaborato con una vasta gamma di artisti nel corso degli anni, tra cui Tube & Berger, Klangkarussell, Oliver Moldan, Blank & Jones, Boss Doms, Havoc & Lawn, solo per citarne alcuni, è stata la sua collaborazione con Junge Junge nel 2016 a portarlo al momento della svolta. I due hanno collaborato a diversi dischi, tra cui "Beautiful Girl" e "Run Run Run", il primo dei quali ha raggiunto lo status di disco d'oro in Svezia, mentre il secondo ha ottenuto un fenomenale triplo platino. Dopo un lungo tour in tutta l'Australia, come parte dei QPD, esibendosi al fianco delle leggende del settore Jack Jones, Steve Balbi, Rick Price e delle popolari band The Angels e MiSex, Kyle Pearce si è esibito in tutta Europa in alcuni dei principali festival ed eventi come Melt Festival, Sofia Live Club, Epic Society, Parookaville, Helene Beach Festival e Tribehouse.

SETHU
IL VIDEO DEL NUOVO SINGOLO
“GIRO DI NOTTE"
Fuori il video ufficiale di “Giro Di Notte”, il primo singolo di Sethu - scelto da MTV New Generation come Artista del mese di settembre - prodotto dal gemello Jiz per
Carosello Records.

Crudo, scuro, inquieto, euforico: Sethu è un misterioso animale notturno che con la musica racconta la sua generazione che vive tra incertezze, ansie e paure per il futuro. Ragazzi stanchi, abbandonati ai ritmi della provincia e della noia e che combattono spesso per la loro sanità mentale.
Nella musica di Sethu rabbia, tristezza ed euforia si mischiano e si alternano, passando da momenti intimi e introspettivi a passaggi frenetici e caotici. Un insieme di elementi, il suo, che non ha bisogno di essere etichettato in un genere preciso, convergendo in uno stile meticcio figlio da una parte del rap e del metal fino alle ultime contaminazioni con il pop e l’urban.
Questo è il mood in cui si inserisce anche il video di “Giro Di Notte” con la regia di Claudia Campoli: scene di introspezione e solitudine in ambienti indefiniti si alternano a quelle corali di ribellione e sfogo tra le auto abbandonate di una rimessa, riflettendo così le sfumature di un brano che è malinconico ed euforico allo stesso tempo.
«Ho scritto Giro Di Notte con mio fratello Jiz circa un anno fa in studio. Era un momento un po’ difficile per me, sentivo che la mia musica aveva bisogno di cambiare e sentivo che non stavo andando nella direzione che volevo. Il pezzo è nato davanti al microfono in modo molto spontaneo. Volevo fare qualcosa di triste, come al mio solito, ma che comunque fosse movimento. È un pezzo che ricorda il passato in modo molto malinconico, ma che esprime anche la rabbia del presente» - racconta Sethu. «Il video è stato diretto da Claudia Campoli, come tutti i miei video fino ad ora. Abbiamo deciso che nel video volevamo contrapporre delle immagini più solitarie e malinconiche ad elementi più rabbiosi e movimentati. I contrasti sono una delle cose che mi piacciono di più. Quindi ho preso alcuni miei amici e ho detto: “Andiamo a spaccare una macchina in uno sfascia carrozze”. E così è stato.
Durante le registrazioni del video pioveva a dirotto ed è stato magico girarlo così. Mi ha gasato tantissimo, anche se era inaspettato».
BIO dell’artista
Marco De Lauri, in arte Sethu, è un artista nato a Savona nel 1997.
Sviluppa la sua identità artistica assieme al fratello gemello Jiz, con il quale comincia a fare musica e a muovere i primi passi nella scena punk/rap ligure, per poi espandersi verso ulteriori orizzonti musicali. Forte dell’unione con Jiz, Sethu trova nella musica un modo per evadere dalla realtà provinciale savonese, il cui mood malinconico e crudo si riflette spesso nei suoi testi e nell’estetica.
Nelle sue canzoni, Sethu racconta la sua generazione che vive tra incertezze, ansie e paure per il futuro. Ragazzi stanchi, abbandonati ai ritmi della provincia e della noia e che combattono spesso per la loro sanità mentale.
Nella musica di Sethu rabbia, tristezza ed euforia si mischiano e si alternano, passando da momenti intimi e introspettivi a passaggi frenetici e caotici. Un mood “schizofrenico” che non ha bisogno di essere etichettato in un genere preciso, convergendo in uno stile fluido e pieno di contaminazioni.
Il primo progetto pubblicato dall’artista ufficialmente nel 2018 è l’EP “Spero ti renda triste?”. Questo progetto nasce con il trasferimento a Milano dei due gemelli e contiene 6 brani che evidenziano le due dimensioni di Sethu che saranno poi la base del suono che svilupperà negli anni a venire.
Nel 2019 Sethu attira l’interesse degli addetti ai lavori con i singoli “Butterfly Knife”, pubblicato sul canale Trash Gang, e “Hotspot” (ft. Lil Sadape) che diventano virali grazie al carattere “Metal Trap” che contraddistingueva l’artista in quel periodo. Viene inserito tra i “CBCR” dell’anno del magazine Rockit.
Nel 2020 Sethu pubblica 3 singoli: “Blacklist”, “Calmo” e “Pioverà per Sempre”. L’ultima pubblicazione vede un’apertura del percorso dell’artista verso la direzione di una Trap più melodica, alternando lo scream alla voce in un’ottica più pop.
I pezzi vengono inseriti nelle playlist editoriali di Spotify “Raptopia”, “Novità Rap italiano”, “New Music Friday”, “Sangue giovane”, “Ragazzo Triste” (di cui è stato anche in cover) e “Generazione Z”. Nell’anno della prima epidemia di Covid Sethu si vede cancellare le due esibizioni al Mi Ami e al Nameless.
Il 2021 e il 2022 sono anni in cui vengono pubblicati diversi featuring: Sethu è presente in “f*cked up” di Tish, in “Rebecca” di Don Said, nell’album “ANATOMIA CRISTALLO” degli ISIDE nella traccia “BREAKOUT v10”, nell’unico singolo pubblicato “QUALCOSA È ANDATO STORTO” con gli ISIDE, in “Crush” con Wako, in “A/B” di Claudym e infine in “AURORA” di Don Said. Questo ha consentito di aumentare la brand awarness e la diffusione tra diversi segmenti di pubblico denotando anche una progressiva definizione del suo lato melodico.
Nel 2022 Sethu firma con Carosello Records e pubblica il nuovo singolo “Giro di notte”, che lo porta ad essere scelto da MTV Italia come Artista del mese, da Spotify come volto della playlist “sanguegiovane” e da PLUG MI tra gli artisti invitati a esibirsi dal vivo.
Sethu ama gli anime, gli scheletri e il colore nero.
Il suo idolo è Kanye West e fondamentalmente è un inguaribile doomer.

“Cumbia Buena”
DJ SHORTY & BLANK-ONE
Etichetta Time
Edizioni Discos Fuentes Edimúsica S.A.

"Cumbia Buena" (Time Records), il nuovo singolo di DJ SHORTY insieme a BLANK-ONE!
"Cumbia Buena" è un brano esplosivo e riprende il brano del Grupo La Cumbia, brano virale su Tik Tok, in cui milioni di persone e soprattutto centinaia di celebrità del mondo del cinema, spettacolo, sport vari si scatenano utilizzando il brano originale ed il filtro "Cumbia Buena", in cui i video hanno un effetto ondeggiande da destra a sinistra.
DJ SHORTY e BLANK-ONE hanno avuto avuto l'intuizione di riprendere "Cumbia Buena" e di rielaborare in versione latin-house, il brano che sta spopolando sul web da alcuni mesi!
Sicuramente una delle più belle novità per il rientro dalle vacanze estive e che ci accompagnerà per tutto l'autunno/inverno!

MICHELANGELO VOOD
“SOUVENIR”
IL NUOVO SINGOLO (Carosello Records)

“Souvenir”, il nuovo singolo di Michelangelo Vood che suggella l’entrata del giovane artista vulturino nel roster della storica label indipendente Carosello Records.

 Quello di Michelangelo è un progetto contemporaneo ma allo stesso tempo classico, slegato dalle mode passeggere e completamente incanalato nei canoni del cantautorato pop italiano.

Il suo è un pop immediato e di ampio respiro scritto da una penna potente, malinconica e romantica, che gli è valso il primo posto al concorso per autori “Genova per Voi” nel 2019, indetto da Universal Music Publishing.

Un percorso che attinge a piene mani dalla scrittura e dalla melodia italiana e che si ispira ad artisti come Lucio Dalla, Lucio Battisti, Claudio Baglioni e Cesare Cremonini.

 Souvenir è un brano up tempo che dietro la potenza della melodia spensierata dalle forti influenze folk pop d’oltremanica nasconde un testo nostalgico e sentimentale.

Il brano è stato prodotto da Giordano Colombo (già producer di Ermal Meta, Max Pezzali, Colapesce e Dimartino, Laura Pausini e Biagio Antonacci) e composto insieme a Gabriele Lerna e  Edwyn Roberts, autore di successo che ha composto – tra le altre – anche la musica di “Fai rumore” con Diodato.

 “Ho sempre trovato affascinante il concetto di souvenir – racconta Michelangelo - il fatto che un oggetto banale e dannatamente inutile col passare degli anni acquisti una potenza evocativa eccezionale che inizialmente viene ignorata. Basta il contatto visivo per riportare alla mente momenti del passato, magari carichi dell’ingenuità dell’infanzia quando, di ritorno da un luogo di villeggiatura o da una gita scolastica, si pensava a “ricompensare” le persone più importanti con un oggettino piuttosto brutto in effetti, ma che sopravvive nel tempo. Sono molto sensibile allo scorrere del tempo e mi sento da sempre in lotta con questo concetto. Il souvenir, nella sua totale inutilità, è un’arma eccezionale per fermare le lancette per qualche attimo. È un po’ il concetto della “passaporta” in Harry Potter, oggetti qualunque che trasportavano i protagonisti da un luogo all’altro. Mi piace immaginare il souvenir come una “passaporta” verso un istante di dolce malinconia rarefatto tra i ricordi del passato, immobile nel tempo, nel quale trovare rifugio. La canzone tenta di trasmettere questo senso di malinconia nel testo, che si muove tra solitudine, treni che portano lontano e amori ormai giunti al capolinea. Mi sono divertito a inserire nel testo del ritornello una piccola citazione a un grande brano scritto dal Maestro Franco Battiato. Il sound di Souvenir in un certo senso controbilancia il testo, grazie a un arrangiamento spensierato dalle forti influenze folk pop d’oltremanica”.

 BIO dell'artista

 

Michelangelo Vood nasce ai piedi del Monte Vulture. Lì cresce circondato dalla natura incontaminata, che diventa un elemento cardine della sua produzione. Vood non è infatti solo il cognome della madre, alla quale dedica il suo percorso artistico, ma anche un richiamo alla parola “wood” (bosco).

Dopo il trasferimento a Milano, nel 2019 pubblica “Ruggine”, il suo primo singolo autoprodotto, e vince il concorso per autori “Genova per voi”, indetto da Universal Music Publishing.

Nel 2020 pubblica il suo EP di debutto “Rio nero”. Grazie al singolo “Atollo” estratto dall’EP viene scelto come “Artista Just Discovered” da MTV New Generation. Partecipa con il brano inedito "Campo minato" a Dream Hit, il primo social talent indetto da DOOM Entertainment. L’artista arriva in finale, ricevendo il plauso dei giudici Carl Brave e Myss Keta che ne apprezzano le doti interpretative e di scrittura.

Nel 2022 firma con Carosello Records. “Souvenir” è il primo singolo sotto l’etichetta milanese.


PASCAL LETOUBLON X MAXÉ XQUIZZO
"Fall In Love"
(Time Records)

Pascal Letoublon unisce le forze con Maxé e QUIZZO e torna con una nuova hit per l'estate 2022 intitolata "Fall In Love".
 Pascal Letoublon, è un hitmaker di successo ed è tornato con una nuova hit "Fall In Love", in collaborazione con Maxé, dj/produttore italo-tedesco, e di QUIZZO, produttore e cantautore tedesco emergente.

Dopo aver pubblicato l'entusiasmante VIP mix della collaborazione con Twocolors "Break Up" e aver aggiunto un nuovissimo remix del genio del genere Gabry Ponte al remake del suo singolo di successo "Friendships (Lost My Love)" con Leony, il DJ e produttore è tornato per offrirci una canzone di cui innamorarsi durante i mesi più caldi dell'anno.
 "Fall In Love" è un brano che ha tutte le carte in regola per diventare un successo radiofonico e nei club di tutto il mondo. Con "Fall In Love", destinata a dominare le classifiche, le playlist e soprattutto le piste da ballo, nonché la stagione dei festival in pieno svolgimento, Pascal Letoublon rimane un artista da tenere d'occhio nel genere dance e non solo.

 BIO

 Pascal Letoublon ha già lasciato il segno nella storia: un giovane produttore che, quasi da un giorno all'altro e grazie alla forza virale di TikTok, si è issato in cima alle classifiche asiatiche, è stato programmato nei club di tutta la Cina e ha attirato l'attenzione delle etichette discografiche europee. Tutto questo grazie a un brano visibilmente carico di fascino universale. Pubblicato nel 2017, su una piccola etichetta indipendente (Suprafive Records). Questa hit intitolata "Friendships", ha superato i 100 milioni di visualizzazioni su YouTube, oltre 65 milioni di streaming ed ha raggiunto la prima posizione nella Shazam Global Charts per quasi tre anni con oltre 5,8 milioni di visualizzazioni.

Nel 2019 Pascal ha pubblicato una seconda versione della hit originale con la popstar tedesca Leony intitolata "Friendships (Lost My Love)", che conta oltre 82 milioni di stream solo su Spotify. Ha inoltre collaborato con altri artisti tra cui nomi come Sophie And The Giants, twocolors, Gabry Ponte e molti altri.


Maxé è un talentuoso dj/produttore italo-tedesco (vero nome Maurizio Accetta). Come DJ ha viaggiato in tutto il mondo, ma è nato nella bellissima Dusseldorf da genitori italiani. Uno dei suoi progetti più grandi e prestigiosi è stato il tour "ONE LOVE" con David Guetta, durante il quale ha affiancato la star mondiale come DJ warm-up davanti a un pubblico di decine di migliaia di fan. Grazie ai suoi 15 anni di esperienza internazionale nei club, al suo talento musicale e al suo inconfondibile feeling sonoro, Maxé è un artista che sa come accendere una scintilla tra lui e il suo pubblico, sia in un club di fronte a 2.000 persone, sia in una sala da concerto di 20.000, sia in un evento di gala di 200 persone.

Come produttore, Maxé ha ispirato con il suo sound artisti internazionali come le leggende del rap Redman e Method Man del Wu-Tang Clan. Insieme, i rapper e Maxé hanno riscosso un successo internazionale con il progetto "GOH": la canzone "I Used To Be" ha occupato il primo posto su Beatport per 2 mesi. EA Sports ha inoltre concesso in licenza la canzone per Madden NFL 16, il videogioco più venduto in America, facendola ascoltare a milioni di persone. Maxé ha collaborato con Chris Willis, CeCe Rogers, Max C, The Beatnuts, Ephemerals, la leggenda del rap Afrob e molti altri.

 QUIZZO è un produttore, cantante e cantautore tedesco emergente. Il 28enne polistrumentista ha trascorso molti anni sul palco come cantante solista e produce brani dal 2019. Gli anni di esperienza nel (ri)arrangiamento e nell'armonizzazione hanno iniziato a dare i loro frutti quando si è presentato per la prima volta nel 2020 vincendo un concorso di remix di Chromeo e Anomalie con il suo "Bend The Rules" - Remix. Da allora collabora con numerosi artisti in tutto il mondo e pubblica brani su etichette indipendenti prestigiose. 

NU GENEA
FUORI  IL NUOVO BRANO A SORPRESA
“PRAJA MAGIA”
DISPONIBILE SU TUTTE LE PIATTAFORME DIGITALI E
INSERITO NEL VINILE DI “BAR MEDITERRANEO”

I Nu Genea pubblicano a sorpresa il nuovo brano “Praja Magia” (NG Records su licenza Carosello Records), disponibile venerdì 15 luglio su tutte le piattaforme digitali e inserito nel vinile – uscito finalmente sia online che nei negozi di musica - andando ad arricchire la tracklist dell’album “Bar Mediterraneo”, pubblicato lo scorso 13 maggio e già acclamato da pubblico e critica come uno degli album migliori del 2022. L’invito a tornare nel loro “Bar Mediterraneo”, crocevia di culture differenti, separate dalle lingue ma unite dal mare della musica, è ora impossibile da rifiutare.
“Praja Magia è un brano funk, boogie, malinconico e rilassato, con un riff orecchiabile di mandolino che vi trasporterà immediatamente nell'atmosfera della canzone”, raccontano i Nu Genea. “La voce corale e le perpetue linee di synth conferiscono alla canzone questo suono dolce ma spigoloso nel tipico stile NG”.
Il nuovo brano segue la scia dei due ottimi precedenti di “Marechià” ft. Célia Kameni, uno dei singoli più trasmessi dalle radio durante la scorsa estate, e “Tienaté” in un album dal sapore internazionale che è stato suonato dalle radio di tutto il mondo (Austria, Canada, Francia, Germania, Israele, Regno Unito, Svizzera, ecc.) e inserito in playlist internazionali di grande pregio (Global Groove, Oyster, Borderless, All New Indie, ecc.) e nei New Music Friday di Italia, Grecia, Israele, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Svezia, Turchia e Ungheria.
Il superamento dei confini nazionali e la ricerca di commistioni, contaminazioni e influenze tra culture differenti è parte del DNA artistico del duo. Il concept stesso dell’album è quello di uno spazio comune, dove le persone si incontrano e si fondono. Un luogo con le porte sempre aperte ai viandanti e alle loro vite, sempre esposte ai capricci della sorte. Lo si prova ascoltando la moltitudine di suoni che caratterizzano i brani: strati di strumenti acustici, voci e sintetizzatori che si uniscono in una miscela unica di timbri.
Prosegue anche il loro tour internazionale, con una formazione di otto elementi, nei più famosi festival italiani ed europei. Queste le prossime date:
15 luglio - Gurten Festival, GURTEN (CH)
21 luglio - Meeting Del Mare, MARINA DI CAMEROTA (IT)
29 luglio - Acieloaperto, CESENA (IT)
30 luglio - Transatlantica, GENOVA (IT)
05 agosto - FestiValle, AGRIGENTO (IT)
13 agosto - Color Fest, LAMEZIA TERME (IT)
14 agosto - Locus, LOCOROTONDO (IT)
18 agosto - Vodafone Paredes De Coura, PAREDES DE COURA (PT)
20 agosto - Lowlands, BIDDINGHUIZEN (NL)
21 agosto - Pukkelpop, HASSELT (BE)
26 agosto - We Out Here, CAMBRIDGESHIRE (UK)
28 agosto - Rock En Seine, PARIS (FR)
17 settembre - Spring Attitude, ROMA (IT)
Dopo il successo dell'album "The Tony Allen Experiments" (2015), una collaborazione con Tony Allen – storico batterista di Fela Kuti - nel 2018 hanno pubblicato l'LP "Nuova Napoli" con la propria etichetta NG Records, in omaggio alla loro città natale: i sintetizzatori diventano un ponte tra passato e futuro, amalgamandosi a strumenti acustici, elettronica e voci in lingua napoletana. Questo album, molto apprezzato dalla critica di settore, diventa rapidamente uno dei vinili più venduti nel 2019 sulla piattaforma Discogs: #2 nel mercato globale, #1 in Italia, #2 in Francia. Lo show di “Nuova Napoli” è stato acclamato in prestigiosi club e festival - dal Dekmantel di Amsterdam a Strawberry Fields in Australia, da Queremos! in Brasile al ClubToClub di Torino, da New Morning di Parigi allo Strelka di Mosca. I loro spettacoli hanno entusiasmato il pubblico sia per la grande energia della band al completo sul palco, sia per la sofisticata selezione musicale che rende i loro Dj-set originali e insoliti. Nu Genea sono anche coinvolti nella curatela della compilation Napoli Segreta, incentrata sulla rivalorizzazione e ripubblicazione di musica prodotta a Napoli negli anni '70 e '80. A luglio 2021 viene pubblicato “Marechià”, il primo singolo estratto dal nuovo album. In pochissimi giorni il brano si conferma come una travolgente hit estiva controcorrente: un brano in perfetto stile funk disco in cui la lingua napoletana si fonde con quella francese in un perfetto equilibrio di sintetizzatori e chitarre. Il 13 maggio esce l’atteso nuovo album "Bar Mediterraneo", un crocevia di culture differenti, separate dalle lingue ma unite dal mare della musica: un luogo di incontro e fusione, dove la curiosità si trasforma in partecipazione, la tradizione in condivisione, lo straniero in familiare.

BOB SINCLAR FEAT. STEVE EDWARDS
World, Hold On (FISHER REWORK)
etichetta Time
edizioni Mighty Bop Sessions / Universal Music Publishing Ltd / Menace Music Ltd.

Arriva "World, Hold On (FISHER REWORK) su Time Records, la nuova versione della hit mondiale di BOB SINCLAR FEAT. STEVE EDWARDS.
FISHER dà nuova vita a "World Hold On" di BOB SINCLAR!
Sir Paul Fisher non ha mai pubblicato remix ufficiali, fino ad ora. Il primo del leader della tech-house è un raffinato restauro del successo di BOB SINCLAR del 2006, "World Hold On". Il nuovo rework di FISHER segna il quarto rifacimento ufficiale del brano originale, risalente al primo remix dei Vintage Culture nel 2018, ben 12 anni dopo l'uscita iniziale di "World Hold On".
Nel 2021 sono stati realizzati altri due remix, uno di Tom Staar e l'altro di DJ Kone e Mark Palacios. Ora sembra che FISHER continui la saga nel 2022, aggiungendo "World Hold On (FISHER REWORK)" al catalogo notoriamente ermetico di "Losing It".
"World, Hold On" è un anthem, un classico della musica dance! Ora continua la sua storia con una sorprendente versione REWORK di FISHER!

MANDARK

FUORI IL NUOVO SINGOLO

“LOLA”

MANDARK torna con “LOLA” (Carosello Records).

Romano, classe 2002, MANDARK è uno dei nomi più interessanti della scena soundcloud italiana. Voce libera e irriverente della generazione Z, nella sua musica e nei suoi testi mixa influenze pop, punk e trap incanalando nelle canzoni i propri pensieri, ansie e sentimenti nella maniera più viscerale ed energica possibile.

E nel racconto dell’adolescenza - fatta di esperienze vissute nel pieno struggle emotivo - Lola si pone come perfetta colonna sonora di un amore non corrisposto consumato fra i banchi di scuola.

Il mood del pezzo ci riporta al pop punk americano di metà anni 2000, contaminato dal pop e dalla trap con cui Mandark – classe 2002 – è cresciuto.

Non solo: la scrittura del pezzo ha fatto da sottofondo ad una tappa fondamentale per la vita di Mattia e, in generale, di ognuno di noi: la maturità. Durante queste settimane Mandark ha raccontato sui social – con il suo linguaggio autoironico e sfacciato - drammi e ansie legate ai fatidici esami del quinto anno.

Il video del pezzo - diretto da Davide Rosano e online lunedì 11 in première sul canale Youtube Carosello - altro non è che un live improvvisato in classe qualche giorno prima della prova orale di Mattia.

"LOLA parla di un amore fra i banchi di scuola: un amore nascosto, introverso, a tratti represso.

Un amore di una ragazzina che per amore snatura completamente quello che è per cercare di diventare figa agli occhi del ragazzo che le piace. Occhi che su di lei, però, non si sono mai posati.

È stato particolarmente difficile per me parlare della scuola perché è un ambiente che non ho mai vissuto veramente bene” – racconta Mandark.

BIO

Mattia Cesarini, in arte Mandark, è un artista romano classe 2002.

Esordisce a gennaio 2020 con il suo primo EP autoprodotto “Guai”. Seguono i singoli “Ancora” e “Amore Giovanile” e una collaborazione nel disco di Close Listen nella traccia “Bomba”. Nel giugno 2021 pubblica il suo secondo EP “BRIVIDI”. Il suo stile versatile ha influenze rock e pop punk, a cui si alternano sonorità rock e influenze emo.

A marzo 2022 firma con Carosello Records, con la quale pubblica il singolo “Umano” (prod. Wepro) scelto da MTV New Generation come Artista del mese per aprile.

Oltre alla musica, tre grandi passioni di Mattia sono la moda (è stato scelto come volto per la campagna Richmond della primavera ’22), il fumetto e il gaming. È stato infatti protagonista del Comicon di Napoli dove ha condiviso con il pubblico la sua esperienza musicale e la passione per il mondo nerd.

SANTACHIARA
IL NUOVO SINGOLO
“LA MIA TESTA È UN POSTACCIO”

Fuori  il nuovo singolo di SANTACHIARA, “la mia testa è un postaccio” (SuoniVisioni / Carosello Records), un brano scritto dall’artista e prodotto da Golden Years in cui si sentono sia la leggerezza dei vent’anni, sia l’indole riflessiva e osservatrice che contraddistinguono i testi di SANTACHIARA, ricchi di immagini immediate che danno una forma tangibile ai viaggi introspettivi che l’artista mette in musica.
Il sound del pezzo ne sposa il mood leggero in un crossover di generi che attinge dal cantautorato italiano, l’indie e il pop di nuova generazione.
Tra domande senza risposta, previsioni, preoccupazioni e tentativi di mettere tutto a tacere, “la mia testa è un postaccio” è un invito a fare un giro nel proprio “wild side”, aprirsi a nuove esperienze e convivere con i difetti che ci rendono unici e felici di ciò che siamo.
«“La mia testa è un postaccio” parla di me, dei mille pensieri che mi passano per la mente e del modo assurdo che ho di accettarmi. Nasce da quei periodi in cui ti senti confuso e sotto stress, quando ti guardi intorno e vedi “solo scale e scale” e nessuno sembra darti ascolto… È lì che mi fermo ad apprezzare il mio “casino interiore” ed inizio a vivere completamente le esperienze, trovando nel mio caos un’unicità che mi piace» racconta SANTACHIARA.
Il brano è prodotto da Golden Years (già producer di Psicologi, Post Nebbia, Memento e Colombre) che collabora per la prima volta con SANTACHIARA in un clima di immediata sintonia grazie a gusti e passioni affini, riuscendo a lavorare al beat del brano con grande trasporto, entusiasmo e divertimento.
“La mia testa è un postaccio” va ad arricchire la serie di singoli che, a cavallo tra il 2021 e il 2022, hanno seguito l’uscita dell’album di debutto “Sette pezzi” (riedito in versione fisica nel 2021; “Sette pezzi – frammenti”), pubblicato da Carosello Records / SuoniVisioni, che l’artista suonerà dal vivo il 27 luglio in apertura ai Kings Of Convenience al Villa Ada Festival (Roma).
BIO
Luigi Picone, in arte SANTACHIARA, nasce ad Alberobello nel 1998 e passa la sua infanzia in giro per l’Italia viaggiando con i suoi genitori, artisti di strada, e crescendo in un ambiente pieno di stimoli culturali. Trascorre la sua adolescenza a Spoleto, per poi trasferirsi a Napoli nel quartiere Santa Chiara, cuore del centro storico della città. Si appassiona al rap sin da ragazzino, ma gli sta stretto e inizia a prendere ispirazione dalla musica più disparata: dal cantautorato italiano al rock, passando per la techno, la classica e l’urban. Studia pianoforte e chitarra e inizia a mescolare su Garage Band i Radiohead con Mozart e i Nirvana, pescando da tutto quello che ascolta, ed è un gioco che fa insieme al compagno di studi Andrea (UNTITLED). Non hanno uno studio di registrazione vero e proprio e così smontano il salotto di casa, costruendo mini-opere di ingegneria casalinga in cui sedie e tavoli reggono microfoni, mixer e pc. Sceglie di chiamarsi Santachiara “perché ho scritto e registrato le mie prime canzoni in quel piccolo appartamento in Via Santachiara 1, nell’omonimo quartiere di Napoli”. Debutta discograficamente nel giugno del 2020, tirando fuori 3 singoli in un mese, “quindi”, “io e me” e “alba”, che hanno un ottimo riscontro di pubblico e critica. Nei tre brani viene fuori la sua attitudine a non usare i generi musicale come tratto distintivo, ma piuttosto come tappeti per le parole, le melodie e la timbrica della sua voce. Nel 2021 la sua crescita artistica prosegue con la pubblicazione dei due singoli “credimi” e “passi falsi” e con la sua prima partecipazione al MI MANCHI, ANCORA. Il 2022 riparte con una nuova doppietta di singoli, “felicità artificiale” / “tutto apposto”, alcune date live tra cui l’open act per i Kings of Convenience e la release del singolo “la mia testa è un postaccio”.

ZUBI
“Lullaby”
Etichetta Time
Edizioni Copyright Control

È tempo di dare il bentornato a ZUBI! L'artista nigeriano, noto agli amanti della musica dance di tutto il mondo per il brano "Love Zombie" insieme ai twocolors, è tornato con il nuovo singolo su Time records!
Questa volta ZUBI propone un sorprendente brano
brano pop/dance che ha tutte le carte in regola per diventare una delle hit dell’estate!

BURAK YETER / ATCG
TOO GOOD (Time Records)

“TOO GOOD” È IL NUOVO SINGOLO DI BURAK YETER
IN COLLABORAZIONE CON ATCG.
BURAK YETER, IL PRODUTTORE DELLE HIT MONDIALI “TUESDAY”,
“MY LIFE IS GOING ON” CON CECILIA KRULL (SIGLA DELLA SERIE NETFLIX
“LA CASA DI CARTA), TORNA CON UN NUOVO SCONVOLGENTE SINGOLO
PER L’ESTATE 2022: “TOO GOOD”!
BURAK YETER e ATCG hanno unito le forze per il nuovo singolo “Too Good”, un sorprendente brano/pop dance.
La superstar olandese, nota per la hit “Tuesday” (oltre 490 milioni di stream su Spotify) e il talentuoso artista italiano AtcG ci consegnano un brano che ha tutte le carte in regola per diventare una delle hit della prossima estate!

LATINO
“Calma”
Etichetta EVOX3 MUSIC

Il brano Calma di Latino esce a breve distanza dal singolo Di Fretta, e ne è, in un certo senso, una continuazione.
Anche Calma è un brano di matrice “Urban” dalla forte connotazione “Pop”.
Un nuovo viaggio nell’immaginario del giovane artista alle prese con il mondo ordinario e la voglia di emergere. Leggero e profondo allo stesso tempo.

“GIÚ”
NEIMA EZZA
IL NUOVO PROGETTO DISCOGRAFICO DELL’ARTISTA

Esce venerdi 1 luglio Giù (Epic records / Sony Music Italy), il nuovo progetto discografico del giovane artista Neima Ezza.
Dopo il successo di Perif, completamente prodotto da Big Fish, Neima si è riconfermato come uno dei nuovi volti della scena urban italiana con Casa (Epic Records / Sony Music Italy), singolo di punta prodotto da NKO e recentemente certificato Oro, il cui video conta oltre 11 milioni di visualizzazioni su Youtube.
Con Giù, il suo nuovo, intensissimo lavoro discografico, Neima Ezza torna sulle scene con il suo marchio di fabbrica: l’autenticità. Un artista che ha la capacità di trasportare l’ascoltatore nel proprio immaginario, condividendo i suoi ricordi e il proprio vissuto attraverso la musica. Un legame da sempre profondo con il territorio e il tessuto sociale che ha portato Neima a raccogliere oltre 150 milioni di stream solo su Spotify.
Un’attitudine autentica per il rap, una street credibility perfettamente descritta nei suoi brani dove racconta la sua storia, quella della sua famiglia e del suo quartiere, fatto di case popolari, grandi spazi abbandonati e infiniti androni.
La sua musica è uno specchio del suo mondo ed è l’unico mezzo per capire chi è e dove vuole arrivare Neima Ezza: Giù, in uscita il prossimo 1 luglio, è un altro tassello per comprendere che Neima è un artista senza compromessi, che non vuole smettere di raccontare ed essere semplicemente sé stesso.

VOODOO KID
LA RIVELAZIONE DEL QUEER POP ITALIANO
TORNA CON
“BUCO NERO” (Carosello Records)

Voodoo Kid torna con “BUCO NERO” (Carosello Records), il nuovo singolo della giovane rivelazione del queer pop italiano.
Sono passati nove mesi dall’ultima release di Voodoo Kid: un tempo considerevole se si guarda alle logiche del mercato discografico attuale. Ma questi, per lui, sono stati mesi di profondo dialogo con se stesso, perché bisogna imparare a conoscersi prima di condividere la propria storia. E così, confronto dopo confronto, ha imparato ad abbracciare e dialogare con i suoi demoni in maniera schietta e viscerale, perché sostiene: “esseri liberi di cadere, sbagliare e stare male è per me la vera libertà”.
Dopo essere stato definito come “il ragazzo prodigio del nuovo pop italiano”, Voodoo Kid è pronto ad aprire un nuovo capitolo del suo percorso musicale con “BUCO NERO”, scritta insieme ad Andrea Bonomo e prodotta da Renzo Stone.
L’artwork della copertina è ispirato a una grande passione di Voodoo Kid, ovvero il mondo anime/manga con un’accezione personale e non canonica. Si tratta di un’opera dipinta su tela dall'artista Luca Poma e poi digitalizzata.
“Buco nero – racconta Voodoo Kid - è un pezzo profondo e tagliente, liberatorio e diretto. Il sound rispecchia esattamente tutto quello che ho provato verso ciò di cui il testo parla - la solitudine, l’ansia, la tristezza ed il dolore, il senso di non appartenenza e la paura di mostrarsi per ciò che si è davvero - così come la copertina, che è un chiaro riferimento ad un personaggio di “berserk” (griffith/femto) che ho scelto per rappresentare questo mio demone.
Per la prima volta parlo degli ultimi mesi vissuti in quello che per me è stato un vero e proprio limbo, e dopo aver chiuso questo brano ho sentito che dentro di me qualcosa di nuovo era nato e stava per aprire le ali e spiccare il volo. Tutta la rabbia repressa che avevo dentro mi ha portato ad implodere e sono diventato un buco nero”.
Voodoo Kid incarna perfettamente – nel sound, nell’immaginario, nelle tematiche – la generazione cresciuta a cavallo tra i millennials e la generazione Z che vive con coraggio, ostinazione e un irrefrenabile impeto verso tutto ciò che prova.
Una generazione libera, fluida e genderless che non conosce barriere per l’amore, che non ha paura di mostrare i propri sentimenti, di buttarli in faccia addosso al mondo intero senza vergogna. La libertà è insita nel suo nome: scegli di chiamarsi kid, che è un termine neutro, slegato da ogni appartenenza di genere, perché ama definirsi più attraverso quello che è – un “mai adulto” come si presenta lui - piuttosto quello che sembra.
Voodoo Kid arde di passione: passione verso le persone di cui si innamora, verso ciò che gli interessa (la musica, i manga giapponesi, i videogames, la letteratura, il cinema d’autore e le serie Tv) e lotta per ciò in cui crede: la salvaguardia dell’ambiente e i diritti della comunità LGBTQIA+.
Da Brescia è volato a Londra per studiare musica con ottimi risultati.
Il suo stile musicale lo rispecchia in pieno, con un sound che volutamente non ha un genere di appartenenza ma che è frutto di ascolti e contaminazioni analogiche e digitali: da The weeknd a 070shake, da Gesaffelstein a Justin Bieber.
Voodoo Kid ha attirato l’attenzione di producer come Renzo Stone (Ghali, Mike Lennon), 2nd Roof (Salmo, Marracash, ecc.), Mamakass (Coma Cose), Dario Bass (metà di LNDFK) che hanno lavorato con lui alla realizzazione del suo primo disco “amor, requiem”, pubblicato nel 2020 per Carosello Records e annoverato tra i migliori dischi esordienti dell’anno. Uno dei singoli estratti dal disco, “Lolita”, è stato inoltre inserito nella colonna sonora della terza stagione della serie Netflix “Summertime”.
foto dell'artista ©ManuelGrazia

Arriva "Famous For A Day" (Time Records), il nuovo singolo di LA VISION insieme agli YOUNOTUS

Dopo le collaborazioni di successo con la superstar Gigi D'Agostino, LA VISION (aka Marco Sissa) torna sulla scena con un nuovo brano pop/dance intitolato: "Famous For A Day".
Questa volta il produttore italiano ha unito le forze con il duo tedesco YOUNOTUS, noto al grande pubblico fin dal singolo di successo del 2019 "Narcotic", gli YOUNOTUS sono oggi uno dei gruppi dance più famosi in Europa.
LA VISION e YOUNOTUS hanno dato vita un brano contagioso che ha tutte le carte in regola per diventare uno dei brani più ascoltati della stagione!

MJ THE MUSICAL - ORIGINAL BROADWAY CAST RECORDING (Sony Music Entertainment Italy)
IN FORMATO DIGITALE E CD

Definito "uno spettacolo adrenalinico e avvincente!" da Peter Marks del Washington Post, MJ the Musical ha debuttato al Neil Simon Theatre il 1° febbraio 2022 con recensioni entusiastiche sia da parte della critica che del pubblico. "MJ regala emozioni forti!", ha esclamato Jesse Green del New York Times.
MJ the Musical - Original Broadway Cast Recording è stato registrato alla Power Station di Berk-leeNYC.
L'album è stato prodotto da David Holcenberg e Jason Michael Webb e co-prodotto da Derik Lee; Lia Vollack, John Branca e John McClain hanno svolto il ruolo di produttori esecutivi.
MJ è attualmente in corsa per dieci Tony Awards, tra cui Miglior Musical, Miglior Interpretazione di un Attore in un Ruolo Principale in un Musical (Myles Frost), Miglior Libro di un Musical (Lynn Not-tage), Miglior Disegno Scenico di un Musical (Derek McLane e Peter Nigrini), Miglior Disegno dei Costumi di un Musical (Paul Tazewell), Miglior disegno luci di un musical (Natasha Katz), Miglior disegno sonoro di un musical (Gareth Owen), Miglior regia di un musical (Christopher Wheeldon), Miglior coreografia (Christopher Wheeldon) e Miglior orchestrazione (Jason Michael Webb e David Holcenberg).
I Tony Awards 2022 andranno in onda in diretta dalla leggendaria Radio City Music Hall di New York City il 12 giugno.
MJ the Musical - Original Broadway Cast Recording
Beat It - Lead Vocals: Myles Frost; Additional Vocals: John Edwards, Ayana George, Apollo Levine, Tavon Olds-Sample, Lamont Walker II
Jackson 5 Medley (The Love You Save / I Want You Back / ABC) - Lead Vocals: Christian Wilson, Devin Trey Campbell, John Edwards, Apollo Levine, Lamont Walker II
I'll Be There - Lead Vocals: Ayana George, Christian Wilson, Myles Frost
Don't Stop 'Til You Get Enough / Blame It On The Boogie / Dancing Machine - Lead Vocals: Myles Frost, Tavon Olds-Sample; Additional Vocals: Original Broadway Cast
Stranger In Moscow - Lead Vocals: Myles Frost; Additional Vocals: John Edwards, Ayana George, Apollo Levine, Tavon Olds-Sample, Lamont Walker II
You Can't Win - Lead Vocals: Antoine L. Smith, Tavon Olds-Sample; Additional Vocals: Original Broadway Cast
I Can't Help It - Lead Vocals: Tavon Olds-Sample; Additional Vocals: Myles Frost
Keep The Faith - Lead Vocals: Apollo Levine, Tavon Olds-Sample; Additional Vocals: John Edwards, Ayana George, Lamont Walker II
Wanna Be Startin' Somethin' - Lead Vocals: Tavon Olds-Sample, Myles Frost; Additional Vocals: Original Broadway Cast
Earth Song / They Don't Care About Us - Lead Vocals: Myles Frost; Additional Vocals: Original Broadway Cast
Billie Jean - Lead Vocals: Myles Frost; Additional Vocals: John Edwards, Ayana George, Apollo Levine, Tavon Olds-Sample, Lamont Walker II
Smooth Criminal - Lead Vocals: Myles Frost; Additional Vocals: John Edwards, Ayana George, Apollo Levine, Tavon Olds-Sample, Lamont Walker II
Victory Tour (For The Love Of Money / Can You Feel It) - Lead Vocals: Quentin Earl Darrington, Tavon Olds-Sample; Additional Vocals: Raymond Baynard, John Edwards, Ayana George, Apollo Levine, Lamont Walker II, Zelig Williams
Keep The Faith (Reprise) - Lead Vocals: Myles Frost, Quentin Earl Darrington; Additional Vocals: Original Broadway Cast
She's Out Of My Life - Lead Vocals: Myles Frost, Tavon Olds-Sample
Human Nature - Lead Vocals: Myles Frost, Whitney Bashor; Additional Vocals: Original Broadway Cast
Bad / 2 Bad - Lead Vocals: Myles Frost; Additional Vocals: Original Broadway Cast
Thriller - Lead Vocals: Myles Frost, Christian Wilson, Quentin Earl Darrington; Additional Vocals: John Edwards, Ayana George, Apollo Levine, Tavon Olds-Sample, Lamont Walker II
Man In The Mirror - Lead Vocals: Original Broadway Cast
Finale (Jam / Black Or White / Wanna Be Startin' Somethin') - Lead Vocals: Original Broadway Cast
Ideato in collaborazione speciale con Estate of Michael Jackson, MJ celebra la maestria unica e ineguagliabile di uno dei più grandi intrattenitori di tutti i tempi in un attesissimo musical di Broadway. Centrato sulla realizzazione del Dangerous World Tour del 1992 di Jackson e creato dal regista/coreografo Christopher Wheeldon, vincitore del Tony Award, e da Lynn Nottage, due volte premio Pulitzer, MJ offre una visione rara della mente creativa e dello spirito di collaborazione che hanno catapultato Jackson nello status di leggenda.
Il musical ha come protagonista Myles Frost nel ruolo di MJ e un cast straordinario che comprende Quentin Earl Darrington (Joseph Jackson / Rob), Whitney Bashor (Rachel), Gabriel Ruîz (Alejandro), Christian Wil-son/Walter Russell III (Little Michael), Tavon Olds-Sample (Michael), Devin Trey Campbell (Little Marlon), Antione L. Smith (Berry Gordy / Nick), Joey Sorge (Dave), Raymond Baynard (Randy Jackson), John Edwards (Jackie Jackson), Ayana George (Katherine Jackson), Apollo Levine (Quincy Jones / Tito Jackson), Lamont Walker II (Jermaine Jackson), Zelig Williams (Marlon Jackson), e Kali May Grinder, Wonza Johnson, Oyoyo Joi, Carina-Kay Louchiey, Renni Anthony Magee, Michelle Mercedes, Ramone Nelson, Aramie Payton, Kyle Robinson, Kamille Upshaw, Ryan VanDenBoom e Darius Wright completano l'ensemble.
MJ è scritto da Lynn Nottage, due volte vincitrice del Premio Pulitzer®, e presenta una colonna sonora composta da alcune delle canzoni più amate e vendute nella storia della discografia. Christopher Wheeldon, vincitore del Tony Award, cura la regia e le coreografie. La produzione si avvale del design scenico del vincitore del Tony Award Derek McLane, del design delle luci della vincitrice del Tony Award Natasha Katz, del design dei costumi del vincitore del Tony Award Paul Tazewell, del design del suono del vincitore dell'Olivier Award Gareth Owen, del design delle proiezioni di Peter Nigrini, del design dei capelli e delle parrucche di Charles Lapointe, della supervisione musicale / orchestrazione / arrangiamenti di David Holcenberg e della direzione musicale / orchestrazioni / arrangiamenti di Jason Michael Webb.

"DANZA FUTURO"
IL NUOVO ALBUM DELLA GARAGE GANG
IL DUO ROMANO CHE SI FA PROMOTORE DELLA CLUB CULTURE PER EVADERE DAL PRESENTE

La Garage Gang pubblica il nuovo album “Danza Futuro”, fuori oggi venerdì 3 giugno per Carosello Records, a 2 anni di distanza dal precedente album “Boomer Remover” apprezzato per aver dato spessore, ironia e verità alla musica trap. Oggi tornano con un disco che dimostra il loro avvicinamento alla club culture, di cui il duo romano è promotore, scegliendo di accostare la loro dialettica irriverente a un sound elettronico e bpm accelerati, travolgendo e spettinando chiunque lo ascolti.
«Il titolo del disco è un gioco di parole che richiama alla canzone “Danza Kuduro” di Don Omar per accentuare il concetto di retromania a cui ci siamo ispirati, ovvero la ricerca e la rivalutazione di tendenze e stili musicali del passato nell’ambito della musica elettronica in un momento di cristallizzazione del presente come quello della pandemia», racconta la Garage Gang.
«Dal breakbeat all'electro, passando per i campioni di Prince e le bassline ipnotiche dell’acid house, in “Danza Futuro” ci siamo lasciati ispirare da tutti i dischi che ascoltavamo durante le nostre feste in casa sognando di ritornare nei club».
Anticipato dai due singoli “2+2” e “Poliamore”, il nuovo album è nato proprio dall’esigenza di divertirsi e tornare a ballare dopo gli anni di chiusura di discoteche e luoghi di aggregazione fondamentali per la vita sociale di tutti, soprattutto delle generazioni più giovani. Infatti la Garage Gang non ha perso l’occasione per accendere l’entusiasmo della folla che è venuta a godere della loro prima performance sul main stage del MI AMI 2022, dove venerdì scorso il duo ha suonato in anteprima i pezzi del nuovo album e qualche cavallo di battaglia del loro repertorio. Una vera e propria festa che ha dato conferma della potenza della Garage Gang, capace di trainare ed entusiasmare il pubblico brano dopo brano.
Tracklist:
1. Solo una prova
2. Che schifo, mi piace
3. 2+2
4. Ostierdam
5. Mossad
6. Dadcore
7. Nuovi amici
8. Poliamore
9. Ghosting
La Garage Gang è il duo formato da Kodacci e Nerototale che si colloca nel filone della post-trap con influenze che spaziano dall'indie alla club culture internazionale.
Guardando con occhio critico alla realtà che li circonda, la loro dialettica irriverente è spesso messa a servizio di tematiche politiche e sociali con un linguaggio ironico e sagace che si è distinto per aver dato spessore, ironia e verità alla musica che proviene dal contesto urban.
I bpm incalzanti e i testi mai scontati sono, infatti, tratti distintivi della Garage Gang che, dopo aver fatto uscire brani groundbreaking come "Essere Pelati" (vero manifesto generazionale), "Stellina”, "GG Armani” e “Figlio Mio” e l'album "Boomer Remover" (Carosello Records), il 3 giugno 2022 pubblica il nuovo progetto discografico “Danza Futuro” per Carosello Records, anticipato dai singoli “2+2” e “Poliamore”.

E' USCITO "CIRCO MEZZALUNA"!
Il CIRCO MEZZALUNA ha finalmente aperto i battenti!

Il trio cult Fuera torna con il nuovo tanto atteso album “CIRCO MEZZALUNA” (Sugar Music), ora disponibile su tutte le piattaforme digitali.
L'album è il risultato di un lavoro di ricerca che ha portato i Fuera a essenzializzare la propria arte ed evolversi profondamente: il loro rap è diventato puro songwriting, la loro techno è diventata elettronica raffinata e dal ritmo leggero mescolato con etnico, jazz, ambient, rivelando il calore della loro terra natale , nel sud Italia.
10 brani che chiudono un cerchio superando i confini: dalla nascita di “MEZZALUNA” all'eventuale “morte” in “CAROLINA”, attraversati da un viaggio spirituale, onirico e poetico, fuori da ogni riferimento temporale.
I tre membri del gruppo Jimmy (Luigi Visconti), Mike (Michele De Sena) e Diak (Antonio Genovese) hanno curato tutti i testi e le composizioni dell'album, sotto la supervisione del produttore e art director italiano Popolous, con alcuni musicisti incredibili e due ospiti d'eccezione: il cantautore sardo BLUEM (che ha illuminato ACQUA e la gemma latino-malinconica CONSIDERANDO) e il rapper italiano Quentin40 (ACQUA).
Lisergico, estivo, ultracontemporaneo: CIRCO MEZZALUNA è qui, entra.

VLOSSOM
TAKE ANOTHER MINUTE (Time Records)

VLOSSOM È IL NUOVO PROGETTO DEGLI PNAU/ EMPIRE OF THE SUN
IN ARRIVO IN TUTTE LE RADIO ITALIANE!
NICK LITTLEMORE, L’AUTORE DI ALCUNE DELLE PIÙ GRANDI HIT MONDIALI DEGLI ULTIMI ANNI, TORNA CON UN NUOVO SCONVOLGENTE SINGOLO PER L’ESTATE 2022:
“TAKE ANOTHER MINUTE”!
I VLOSSOM sono un nuovo progetto di Nick Littlemore (PNAU, Empire Of The Sun) e Alister Wright e ci guidano in un mondo di positività, crescita e bellezza.
Nick Littlemore è un autore/produttore australiano pazzesco ed ha recentemente scritto e prodotto la mega hit mondiale “Cold Heart” PNAU REMIX per Elton John e Dua Lipa che ha superato 1 miliardo di stream!
È autore del progetto Empire of The Sun delle hit “Walking On A Dream”, “We Are The People”, “Alive” e del singolo “Changes” per Faul & Wad Feat. PNAU, solo per citarne alcune.
I VLOSSOM ci incoraggiano a rallentare e riflettere con il nuovo singolo "Take Another Minute". Scritto insieme al partner creativo di Littlemore negli Empire of the Sun, Luke Steele, e prodotto da PNAU, "Take Another Minute" ci porta in un viaggio nel tempo, invitandoci a custodire i ricordi speciali e le persone che incontriamo lungo il cammino.
Con il suo ritmo incalzante e i suoi synth, "Take Another Minute" esplode in un groove coinvolgente, esaltato dalla voce del frontman Alister Wright.
Nick Littlemore dichiara: "La memoria gioca un ruolo enorme nella creazione della maggior parte, se non di tutta la nostra musica. Questa canzone proviene da un luogo per metà immaginato in un cinema drive-in; si srotola come un sogno, ma forse l'impressione è troppo nebulosa per poterlo dire con certezza. Tutti sentiamo la mancanza di qualcuno che è passato, per alcuni di noi sono molti. È davvero solo una questione di tempo; teneteveli stretti per sempre".

BOB SINCLAR & NYV
“BORDERLINE”
[REMIXES]
ARRIVANO I PRIMI REMIXES UFFICIALI DELLA NUOVA HIT ESTIVA DI BOB SINCLAR & NYV! IN RADIO DA SUBITO E NEGLI STORE E PIATTAFORME DIGITALI
DAL 3 GIUGNO 2022!

Non finisce mai di sorprendere BOB SINCLAR. Dopo l’ultimissima hit “DNA”, il deejay e produttore francese, molto amato nel nostro paese, torna sulla scena internazionale con un nuovo potentissimo brano, BORDERLINE, scritto e cantato da NYV, artista di origine marocchina che vive in Italia. Pubblicato da Time Records, i REMIXES possono essere suonati da subito e saranno disponibili negli store e piattaforme digitali dal 3 Giugno.
I REMIXES sono stati curati dai CATZ 'N DOGZ e da DARIO D'ATTIS.
Così Sinclar su Borderline e la collaborazione con NYV: “A volte la forma più pura di talento può incrociare il percorso di vita dell'artista e del produttore. NYV fa parte di questa famiglia. Mi ha contattato un anno fa per farmi ascoltare i suoi brani italiani creati per un'etichetta musicale locale. Ho sentito subito che non era contenta della direzione artistica dettatale. NYV è un’autrice di talento, compositrice e artista multi strumentale. Dopo diversi scambi a distanza tra Parigi e Milano, sono riuscito a infonderle fiducia affinchè potesse crescere nel suo universo. In poche settimane, mi ha inviato il demo di "Borderline". È un brano molto potente, pieno di emozioni erotiche, che racconta la storia di una relazione alla "50 Sfumature di Grigio". Il mio desiderio di produrre questo singolo ha dato vita alla nostra prima collaborazione insieme”
Questo il testo di Borderline “I’m trying to strip off in your mind, follow the show, you’re gonna fall through desire, just let it grow, keep on dancing together over the flashlight, lay down with me to get better, slowly trick me tonight…take me to your borderline, I swear that I could love it, there’s no need to be shy, take me to the other side of your sickness story and your heartless life…time to play with all my sins, denying our million lies, let me see your sweetest dreams till we fall in each other’s eye…don’t let me go before i stopped to be confused, it's time to realize you need me more than you know ain’t got no time to loose, no rules to deny”
BOB SINCLAR è tra i più longevi deejay e produttori della scena internazionale. Con una carriera ultraventennale costellata da hit mondiali, centinaia di dischi di platino e oro, Sinclar è una vera leggenda. Vanta un seguito invidiabile sul suo canale ufficiale YouTube, con oltre 600 milioni di visualizzazioni, ha pubblicato nove album e un’infinità di brani che sono entrati a far parte della storia della musica dance mondiale. Tra questi spiccano “I’m on my way”, “Electrico Romantico” con Robbie Williams, “We could be dancing”, “DNA”, e i meno recenti “I believe”, “World, Hold On”, “Love Generation”, “Til the sun rise up”, “Someone who needs me”, “Cinderella” e “Far l’amore”.
Sinclar è anche un’icona fashion. Ha fatto da modello e ha prestato la sua immagine come testimonial di marchi famosi in tutto il mondo. Amante dell’arte in tutte le sue espressioni, colleziona quadri di arte moderna e oggetti pop. Appassionato giocatore di tennis, ha girato un video sul campo del "Roland Garros" durante gli Open di Francia.

Morbi in sem

È uscita VA DOVE TI ESPLODE IL CUORE, la nuova canzone di Vasco Brondi che arriva ad un anno dalla pubblicazione di PAESAGGIO DOPO LA BATTAGLIA, il suo primo album di inediti dopo la fine del progetto Le luci della centrale elettrica.
“Va dove ti esplode il cuore - racconta Vasco Brondi - è una specie di viaggio nella provincia sonica ed elettrica degli anni novanta, quella in cui sono cresciuto e dove nell’aria si sentiva sempre qualche chitarra elettrica, qualche amplificatore tirato all’inverosimile che fischiava, qualcuno che gridava strane parole d’amore”.
L’uscita di questa nuova canzone segna anche l’inizio del nuovo rapporto discografico tra Vasco Brondi e Carosello Records.
“Va dove ti esplode il cuore” diventa così anche il titolo di una serie di concerti e appuntamenti che vedranno Brondi impegnato per tutta l’estate.
Un viaggio in musica che lascia dietro di sé l’Italia raccontata in “Paesaggio dopo la battaglia” per andare incontro al futuro attraversando il meglio del suo repertorio.
Concerti ogni volta diversi che prenderanno la forma e i modi dei luoghi e degli spazi che lo ospiteranno.
“Sarà un concerto multiplo, con un’attitudine elettrica e acustica - scrive Vasco - che cambierà in base ai luoghi che raggiungeremo e che si adatterà alle situazioni, che siano con pubblico seduto o in piedi.
Stiamo preparando molte canzoni: la scaletta cambierà ogni volta per dare ad ogni appuntamento una diversa identità”.
Tre gli eventi speciali in programma: a Mantova il 27 e il 28 maggio la Rassegna dedicata a Pier Paolo Pasolini di cui Vasco è il direttore artistico e che vede tra gli ospiti Massimo Recalcati, i Tre Allegri Ragazzi Morti, Giorgio Canali, Daria Bignardi, Simonetta Sciandivasci, Jonathan Bazzi, Filippo Timi, Rodrigo D’Erasmo e Mario Conte.
Il 30 giugno invece sul palcoscenico dello Stadio dei Pini di Cervia andrà in scena “Una disperata vitalità”, uno spettacolo sempre dedicato a Pier Paolo Pasolini ideato su richiesta del Ravenna Festival per il quale Vasco ha coinvolto Davide Toffolo, Emanuele Trevi e Valentina Lodovini.
Per finire il 19 luglio al Teatro Romano di Fiesole si ripropone lo spettacolo Una cosa spirituale, dopo il grande successo delle due repliche nell’inverno scorso a Carpi e a Roma.
Parallelamente all’attività musicale Brondi sarà impegnato come conduttore di alcuni ritiri presentati sotto la sigla PCCC, Pratiche Corporee Creative e Contemplative.
“Dopo dieci anni di studi e pratiche in Italia e in giro per il mondo incentrati sullo yoga e la mindfulness, certificandomi insegnante di entrambe le discipline, sono molto felice di iniziare a condividere più pubblicamente anche queste cose che non sono cose", racconta Vasco. Si tratterà di ritiri residenziali dove allo yoga, alla respirazione e alla meditazione sarà associata l’immersione nella natura e un’attenzione alla voce e alla scrittura per fare emergere come le pratiche corporee e contemplative possano essere importanti per guardarsi dentro e attorno, e per esprimersi anche creativamente partendo dal profondo”.
Queste il calendario completo (in aggiornamento):
sabato 27 maggio - MANTOVA - Festival Una disperata vitalità (reading acustico)
domenica 12 giugno - SESTRI LEVANTE - Andersen Festival
martedì 21 giugno - SEREGNO (MI) - La Milanesiana (set acustico)
venerdì 24 giugno - SANT'AGATA BOLOGNESE (BO) - Festamobile
domenica 26 giugno - ROMA - Villa Ada Spaghetti Land Festival
giovedì 30 giugno - CERVIA - Ravenna Festival (Spettacolo Pasolini)
domenica 10 luglio - TRICASE (LE) - Porto Rubino
giovedì 14 luglio - REGGIO EMILIA - Parco Dello Spallanzani
martedì 19 luglio - FIESOLE - Teatro Romano (Spettacolo Una cosa spirituale)
giovedì 28 luglio - CANNAIOLA (PG) - Antifestival
martedì 9 agosto - BORGIA (CZ) - Parco Archeologico Di Scolacium
sabato 17 settembre - BERGAMO - Piazza Degli Alpini
Tutte le informazioni su biglietti e prevendite sono disponibili sul sito www.vascobrondi.it
Ad accompagnare Vasco sul palco, in questi concerti organizzati da International Music & Arts in collaborazione con Gibilterra Management, ci saranno Andrea Faccioli “Cabeki” alle chitarre, Daniela Savoldi al violoncello, Niccolò Fornabaio alla batteria e alle percussioni, Andrea Pesce al pianoforte (Angelo Trabace al pianoforte a Fiesole per “Una cosa spirituale”) e Gabriele Lazzarotti al basso.

"DANZA FUTURO"
FUORI IL 3 GIUGNO IL NUOVO ALBUM DELLA
GARAGE GANG
IL DUO ROMANO CHE SPERIMENTA
CON LA CLUB CULTURE

Il duo romano Garage Gang annuncia l’uscita del loro nuovo album “Danza Futuro”, fuori il 3 giugno per Carosello Records, un disco con un'impronta elettronica e club che sfoga il desiderio di tornare a ballare calandosi a pieno nella club culture, di cui i ragazzi sono promotori, a 2 anni di distanza dal precedente album “Boomer Remover” apprezzato dai media per aver dato spessore, ironia e verità alla musica trap.
Anticipato dai due singoli “2+2” e “Poliamore”, il nuovo album è nato dall’esigenza di divertirsi e tornare a ballare dopo gli anni di chiusura di discoteche e luoghi di aggregazione fondamentali per la vita sociale di tutti, soprattutto delle generazioni più giovani. Guardando al futuro con tenacia, ottimismo e un pizzico di retromania, la dialettica irriverente e i bpm incalzanti restano il marchio di fabbrica della Garage Gang.
Venerdì 27 maggio il duo calcherà per la prima volta il palco del MI AMI 2022 presentando alcuni dei nuovi brani presenti in “Danza Futuro” con la promessa di far scatenare tutti e regalare al pubblico una serata irripetibile.
Tracklist:
1. Solo una prova
2. Che schifo, mi piace
3. 2+2
4. Ostierdam
5. Mossad
6. Dadcore
7. Nuovi amici
8. Poliamore
9. Ghosting
La Garage Gang è il duo formato da Kodacci e Nerototale che si colloca nel filone della post-trap con influenze che spaziano dall'indie alla club culture internazionale.
Guardando con occhio critico alla realtà che li circonda, la loro dialettica irriverente è spesso messa a servizio di tematiche politiche e sociali con un linguaggio ironico e sagace che si è distinto per aver dato spessore, ironia e verità alla musica che proviene dal contesto urban.
I bpm incalzanti e i testi mai scontati sono, infatti, tratti distintivi della Garage Gang che, dopo aver fatto uscire brani groundbreaking come "Essere Pelati" (vero manifesto generazionale), "Stellina”, "GG Armani” e “Figlio Mio” e l'album "Boomer Remover" (Carosello Records), il 3 giugno 2022 pubblica il nuovo progetto discografico “Danza Futuro” per Carosello Records, anticipato dai singoli “2+2” e “Poliamore”.
Con la promessa di far sfrenare tutti, il 27 maggio la Garage Gang presenterà dal vivo alcuni brani del nuovo album durante la loro prima partecipazione al MI AMI 2022.

THRILLER 40 - IL CAPOLAVORO DI MICHAEL JACKSON
IN USCITA IL 18 NOVEMBRE 2022
IN FORMATO DOPPIO CD SPECIALE
L'ALBUM PIU' VENDUTO DI TUTTI I TEMPI!

Per celebrare il 40esimo anniversario di Thriller, l'album più venduto di tutti i tempi, è in arrivo il 18 novembre Thriller 40 un doppio CD contenente il capolavoro originale di Michael e un secondo disco ricco di sorprese, tra cui brani mai pubblicati!
Ad oggi, l'album ha superato i 100 milioni di vendite in tutto il mondo.
Masterizzato dai nastri analogici originali, sarà disponibile anche in versione LP One-Step 180g 33RPM, stampato presso RTI e rigorosamente limitato a 40.000 copie numerate.
Sono previste diverse attivazioni durante tutto l'anno per onorare il capolavoro di Michael che non solo ha vinto un record di 8 Grammy ma ha infranto le barriere musicali e cambiato per sempre le frontiere della musica pop e dei video.
Thriller di Michael Jackson ha trascorso più di 500 settimane nella classifica degli album di Billboard e ha venduto oltre 100 milioni di album dal suo debutto il 30 novembre 1982.
La prima attivazione speciale sarà il primo lancio del nuovo merchandising con il logo speciale di Thriller 40, ora disponibile esclusivamente attraverso il webstore MichaelJackson.com.
Thriller detiene il record moderno di 37 settimane al n. 1 della classifica Billboard.
È stato il primo album della storia a trascorrere tutte le sue prime 80 settimane nella Top 10 della classifica degli album, un'impresa raggiunta solo da un altro album nei quasi quattro decenni successivi. Durante la 112a settimana di permanenza nella classifica degli album di Billboard, è diventato il primo titolo in assoluto a essere certificato RIAA 20X multi-Platinum (30 ottobre 1984) oltre ad essere certificato RIAA 30X multi-Platinum nel 2015; da allora è stato certificato 34x Multi-Platinum.
A livello mondiale, Thriller ha raggiunto il primo posto praticamente in tutti i Paesi del mondo, tra cui Regno Unito, Francia, Italia, Australia, Danimarca, Belgio, Sudafrica, Spagna, Irlanda, Nuova Zelanda, Canada e Sudafrica dell'apartheid, e rimane l'album più venduto di tutti i tempi con oltre 100 milioni di copie vendute. Sette brani dell'album sono entrati nella Top 10 dei singoli e tre, "Beat It", "Billie Jean" e "Thriller", hanno raggiunto il primo posto.
La musica di Thriller era così particolare per l'epoca che sfidava qualsiasi precedente definizione di rock, pop o soul. "Beat It" era un nuovo tipo di ibrido pop-rock e abbatteva la segregazione di lunga data tra musica bianca e nera con la chitarra incendiaria di Eddie Van Halen.
In "The Girl Is Mine", due uomini, uno bianco e uno nero, discutono della stessa ragazza. Nello stesso album c'erano canzoni come "Wanna Be Startin' Somethin'", di origine africana, e "Billie Jean", basata sul rhythm and blues.
Michael si propose di rivoluzionare il modo di raccontare una storia e di intrattenere su larga scala attraverso il cinema, ma si trovò di fronte a molti ostacoli.
Nonostante la splendida fotografia, la narrazione drammatica e la coreografia spettacolare di "Billie Jean", la neonata MTV - che programmava quasi esclusivamente artisti rock bianchi - si rifiutò di trasmetterlo.
La Epic perseverò e, una volta crollato il muro, gli ascolti di MTV salirono alle stelle e si aprì una porta per una generazione di artisti afroamericani.
"Era il Jackie Robinson di MTV", ha detto il critico culturale Touré."
Poco dopo è arrivato l'indimenticabile cortometraggio "Beat It", che vedeva Michael riunire due bande attraverso il potere della musica e della danza, successivamente c'è stato "Thriller", presentato in anteprima all'AVCO Theatre di Los Angeles nel 1983, che fece il tutto esaurito ogni sera per tre settimane.
Nessun altro video ha generato una tale eccitazione e ha avuto una tale presa sulla nostra attenzione, tanto che 40 anni dopo lo condividiamo tutti come memoria collettiva e rimane l'unico video musicale a essere inserito nell'elitario National Film Registry della Biblioteca del Congresso.
Michael ha venduto più di 1 miliardo di dischi e rimane uno degli artisti più ascoltati al mondo.

Nu Genea “Bar Mediterraneo” (Carosello Records)
il nuovo album

A quattro anni da Nuova Napoli, i Nu Genea tornano con Bar Mediterraneo, un nuovo album e un nuovo viaggio, che proietta ancora più lontano i suoni del duo composto da Massimo Di Lena e Lucio Aquilina.
Il Bar Mediterraneo dei Nu Genea è l’idea di uno spazio comune, dove le persone si incontrano e si fondono; un luogo con le porte sempre aperte ai viandanti e alle loro vite, sempre esposte ai capricci della sorte. Lo si prova ascoltando la moltitudine di suoni che si incontrano sulle tracce, strati di strumenti acustici, voci e sintetizzatori che si uniscono in una miscela unica di timbri.
Aprendo alle voci di tanti popoli diversi, separati dalle lingue ma uniti dal mare e dalla musica, la Napoli dei Nu Genea si fa vero luogo d’incontro. Si sente nei versi tunisini e nel flauto Ney di Marzouk Mejiri che spezzano il cuore di malinconia in Gelbi; nel canto dell’artista e polistrumentista Marco Castello, talento siracusano, che in Rire attraversa lo Stretto di Messina per donarsi alle agrodolci parole di Napoli; nei versi francesi di Célia Kameni che sfilano sinuosi tra i vicoli di Marechià; o ancora nella batteria del compianto Tony Allen, che in una lontana session con i Nu Genea aveva registrato la batteria ipnotica che accompagna il mandolino di Straniero. La passione dei Nu Genea per la ricerca della cultura napoletana si espande in questo album attraverso l’adattamento di una poesia del 1931 di Raffaele Viviani, le cui parole cantate da Fabiana Martone si posano sul pacato groove jazz-funk di La Crisi. Questa ricerca si nota anche nei versi di Vesuvio, una rilettura per il dance floor di una canzone folk napoletana dei Zezi, storico gruppo operaio di Pomigliano D’Arco. Su questa traccia i Nu Genea hanno registrato le voci di un coro di bambini di Napoli, che aggiunge alla canzone una dimensione tribale e insieme evocativa.
Bar Mediterraneo è il luogo nel quale le persone tornano di continuo per trasformare la curiosità in partecipazione, la tradizione in condivisione, lo sconosciuto in familiare. Quando i viandanti attraversano le sue porte e mettono in comune con gli altri i propri tesori di parole ed emozioni, smettono di essere estranei. Prendono parte a un’esperienza comune, nella quale arricchiscono sé stessi e gli altri guidando viaggi musicali inattesi.

LANCÔME SCEGLIE ALESSANDRO MARTIRE “FLOWERS” È IL BRANO INEDITO COLONNA SONORA DEL LANCIO DE “DOMAINE DE LA ROSE” IL CAMPO DI ROSE SANTUARIO DELLA BIODIVERSITÁ

Lancôme, azienda leader della cosmesi nel mondo, sceglie il pianista e compositore italiano Alessandro Martire per l’inaugurazione del loro “Domaine de la Rose”, una tenuta orticola situata nella città francese di Grasse, dove il marchio coltiva rose biologiche e piante da profumo per preservare il suo patrimonio e riscrivere il futuro della profumeria più vicino alla natura e ai suoi miracoli. Per l’occasione, infatti, Martire ha composto il brano inedito “Flowers”, uscito per Carosello Records oggi 9 maggio, ispirato dal suggestivo sito di orticoltura ecologica, dove l’azienda francese coltiva i suoi roseti, tutelando e valorizzando la biodiversità. Il brano “Flowers” sarà la colonna sonora ufficiale del progetto. Il brano “Flowers” è il primo tassello che porterà il pianista comasco - conosciuto per il suo Floating Moving Concert (la spettacolare performance sulla piattaforma sul lago di Como da lui ideata e performata) alla pubblicazione della sua prossima raccolta di composizione inedite. Martire, ambasciatore nel made in Italy nel mondo, aggiunge così un altro tassello alla collezione di successi ed esperienze che lo hanno visto protagonista insieme alla sua musica e alle sue idee in giro per il globo: dal già citato concerto sul lago di Como, ai tour sold out in giro per il mondo, fino al video di presentazione del logo dei Giochi Olimpici di Milano Cortina 2026.

BOLO MAI
IL NUOVO SINGOLO E IL VIDEO
“TROPPO SOBRIO” (Carosello Records)

Il cantautore Bolo Mai, scelto da VEVO tra gli artisti da seguire nel 2022, è ora presente con il nuovo singolo e il video “Troppo Sobrio” (Carosello Records), un nuovo pezzo trascinante che fonde cantautorato italiano, rock e pop seguendo la scia cross-over dei precedenti “Fare senza”, “Ma femme” e “Ago e filo”.
Con un riff di basso al quale è impossibile resistere, tratto che si conferma essere una delle firme sonore di Bolo Mai, “Troppo sobrio” guarda verso l’estate con atmosfere trascinanti e ballabili, che ammiccano ai beat da club, ma affronta al contempo la tematica introspettiva del confronto con sé stessi in un contrasto dal sapore internazionale tra la musica uptempo e il racconto autobiografico.
«“Troppo sobrio” è figlio di una serie di stress emotivi, psicologici e mentali che si sono accavallati tra loro fino a saturare totalmente la mia testa», racconta Bolo Mai. «Dovendo fare i conti con i mostri di quella situazione, mi sono reso conto quanto spesso ci capiti di uscire la sera, bere e spaccarci, pur di dimenticarci dei nostri problemi. La realtà è che puoi bere quanto ti pare, ma per superare quel tipo di confronto devi accettare te stesso con tutti i d hai».
Il video, disponibile sul canale YouTube dell’artista, è stato interpretato dall’artista stesso, Bolo Mai, con la direzione di Andrew Superview.
Biografia dell’artista
Jean Michel Sneider, in arte Bolo Mai, è una delle giovani promesse di Carosello Records. Classe 1993, romano ma cittadino del mondo, il suo primo approccio alla musica è finito malamente dopo un saggio di piano andato storto in quarta elementare. Archiviato il piano, è stata la chitarra elettrica a farlo innamorare nuovamente della musica quando era ancora uno studente liceale. Abbracciando la propria indole laboriosa e intraprendente, lavora sodo e acquisisce skills ed esperienze tra le più trasversali: oltre a qualche lavoretto di sussistenza, fa l'autista per il PUNK Tour di Gazzelle e il runner sui set cinematografici e quelli dei videoclip di Salmo, Emma Marrone e Irama. Il cinema è infatti l’altra grande passione di Bolo Mai: vedrebbe all’infinito il Grande Lebowski, Nightmare before Christmas, Big Fish, Pulp Fiction e Forrest Gump. Il suo più grande idolo è Buzz Lightyear, ma ritiene che Josh Homme (cantante dei QOTSA) sia l’essere più cool della terra, anche più di Buzz. Per una serie di fortunate coincidenze la sua passione diventa anche un lavoro e inizia a comporre colonne sonore. Il pop lo cresce, il rock lo rapisce, l'hip-hop lo libera. Questa mescolanza di influenze accrescono in lui la voglia di sperimentare, fondendo generi e sonorità diversi in chiave pop. Oggi scrive, arrangia, suona, produce e canta i propri brani, lavorando assieme a Carosello Records al proseguimento del suo progetto discografico come Bolo Mai, un nome immediato, incisivo e vagamente esotico in cui si rispecchia a pieno. Difatti si descrive come un libro aperto, talmente diretto da far spavento. Il nome nulla ha che fare con la città di Bologna ma l'ispirazione gli è nata da alcune cravatte texane (dette "bolo ties") regalategli dalla nonna dopo un viaggio oltreoceano.

MIND ENTERPRISES
THE CLAPPING SONG

DOPO AVER SCRITTO LE HIT “NEVER GOING HOME” & “LIPSTICK” DI KUNGS
ED “EXOTICA” DI PURPLE DISCO MACHINE, ECCO FINALMENTE
IL NUOVO SINGOLO DI MIND ENTERPRISES SU TIME RECORDS!
L’AUTORE DI ALCUNE DELLE PIÙ GRANDI HIT DANCE CHE CI HANNO FATTO BALLARE NEGLI ULTIMI 2 ANNI, PUBBLICA IL NUOVO SINGOLO
“THE CLAPPING SONG”.
Andrea Tirone, aka MIND ENTERPRISES, è un produttore di Torino, classe 1985 che si è trasferito all’estero oramai da una decina di anni e vive tra Las Palmas (Gran Canaria Spagna) e Londra in UK. MIND ENTERPRISES è l'universo estetico e il mondo dei sogni musicali del produttore torinese e si ispira alla musica Italo-disco degli anni ’80.
Nel 2019 ha pubblicato un EP dal titolo “Panorama EP” in cui era contenuto il singolo “Idol”. I produttori francesi Kungs e Martin Solveig hanno ripreso la traccia ed hanno pubblicato nell’estate 2021 il singolo “Never Going Home”, (oltre 150 milioni di streaming su Spotify e terzo brano più suonato dalle radio nel 2021 in Italia).
Il successo del singolo ha rafforzato ancor di più la collaborazione tra il produttore italiano MIND ENTERPRISES e Kungs tanto che i due hanno scritto e prodotto insieme anche i successivi singoli del dj francese “Lipstick” (oltre 19 Milioni di streaming su Spotify” e “Clap Your Hands” (l’attuale singolo in promozione).
Nel 2020 anche il produttore tedesco Purple Disco Machine si è accorto di
MIND ENTERPRISES ed insieme hanno scritto la club hit “Exotica”, titolo con cui successivamente Tino Piontek ha intitolato il suo album uscito nel 2021. La partnership tra i due artisti elettronici power-house è stata rafforzata dal fatto che ognuno di loro ha remixato i singoli dell'altro negli ultimi mesi.

MARNIK X LORDNOX
"TURN THE PAGE"

Arriva "Turn The Page" (Time Records), il nuovo singolo dei MARNIK in collaborazione con LORDNOX.
I MARNIK tornano con musica nuova di zecca e uniscono le forze con LORDNOX, DJ/produttore emergente con oltre 20 milioni di stream su DSP.
Le tracce dei MARNIK hanno totalizzato oltre 300 milioni di streams a livello globale e ora il duo dance torna con il nuovo singolo "Turn The Page", una dichiarazione dei forti sentimenti che si hanno per qualcuno di cui non si può vivere senza.
I MARNIK hanno detto: "Turn The Page" è una canzone che parla di come sia difficile andare avanti dopo un colpo al cuore, un inno alla lotta per trovare la forza interiore per ricominciare anche quando sembra impossibile voltare pagina".
LORDNOX ha detto: ''Il significato principale di ''Turn the Page'' è che rimuovere qualcuno di importante dal tuo cuore è una delle cose più difficili nella vita. Non importa quanto duramente cerchi di dimenticare, i ricordi rimarranno nella tua mente per sempre".

PAURA torna con
"La Dama Rossa Uccide 7 Volte"
La ricercatissima colonna sonora horror, in uscita come Red Vinyl 2LP Limited Edition, distribuita da Decca Records.

PAURA N.02 – “La Dama Rossa Uccide Sette Volte” alias “The Red Queen Kills Seven Times” (1972) di Bruno Nicolai disponibile in edizione limitata 2LP Red Vinyl, per il Record Store Day 2022.
Questa tanto attesa edizione è stata completamente rimasterizzata dai nastri originali dell'archivio CAM Sugar e presenta una nuova grafica esclusiva di Eric Adrian Lee.
Il doppio LP include un brano inedito: “RISATA MALEFICA”.
L'uscita, che fa parte della serie PAURA, celebra il 50° anniversario del fondamentale film di Emilio P. Miraglia con Barbara Bouchet, Ugo Pagliai e Marina Malfatti, acclamato dalla critica come una delle pietre miliari dell'intero genere giallo e horror italiano.
La colonna sonora di Bruno Nicolai, che unisce psiche contemporanea e easy-listening con emozionanti orchestrazioni barocche, ha contribuito in maniera massiccia nel corso degli anni a stabilire il film come un cult.

NU GENEA
L’ATTESO NUOVO DISCO
“BAR MEDITERRANEO”
(album disponibile dal 13 maggio)

Con “Tienaté” il nuovo singolo disponibile su tutte le piattaforme digitali e in radio dal 29 aprile, i NU GENEA - il progetto artistico di Massimo Di Lena e Lucio Aquilina - danno un assaggio del loro “BAR MEDITERRANEO”, l’atteso disco in uscita il 13 maggio (NG Records su licenza Carosello Records).
"Tienaté" rappresenta a pieno le "disco-skills" dei NU GENEA, che in questa occasione hanno fatto incrociare la potenza vocale di Fabiana Martone con sintetizzatori ed archi, impregnandoli con le matrici musicali del Sud-Est del Mediterraneo. "Tienaté, che in napoletano si tradurrebbe in Tienitelo!, prende spunto dal solito rapporto tra “amici” in cui qualcuno chiede in prestito qualcosa... e poi scompare" - commenta il duo.
Il singolo arriva dopo il successo di “Marechià”, brano che si è posizionato in top 30 dell’airplay confermandosi come la hit estiva controcorrente del 2021.
Biografia
Dopo il successo dell'album "The Tony Allen Experiments" (2015), una collaborazione con Tony Allen ? storico batterista di Fela Kuti - nel 2018 hanno pubblicato l'LP "Nuova Napoli" con la propria etichetta NG Records, in omaggio alla loro città natale: i sintetizzatori diventano un ponte tra passato e futuro, amalgamandosi a strumenti acustici, elettronica e voci in lingua napoletana. Questo album, molto apprezzato dalla critica di settore, diventa rapidamente uno dei vinili più venduti nel 2019 sulla piattaforma Discogs: #2 nel mercato globale, #1 in Italia, #2 in Francia. Lo show di “Nuova Napoli” è stato acclamato in prestigiosi club e festival - dal Dekmantel di Amsterdam a Strawberry Fields in Australia, da Queremos! in Brasile al ClubToClub di Torino, da New Morning di Parigi allo Strelka di Mosca. I loro spettacoli hanno entusiasmato il pubblico sia per la grande energia della band al completo sul palco, sia per la sofisticata selezione musicale che rende i loro Dj-set originali e insoliti. Nu Genea sono anche coinvolti nella curatela della compilation Napoli Segreta, incentrata sulla rivalorizzazione e ripubblicazione di musica prodotta a Napoli negli anni '70 e '80. A luglio 2021 viene pubblicato “Marechià”, il primo singolo estratto dal nuovo album. In pochissimi giorni il brano si conferma come una travolgente hit estiva controcorrente: un brano in perfetto stile funk disco in cui la lingua napoletana si fonde con quella francese in un perfetto equilibrio di sintetizzatori e chitarre.
Da maggio i NU GENEA saranno in tour, con una formazione di otto elementi, nei più famosi festival italiani ed europei. Ella foto il dettaglio delle prime date annunciate.

“CADERE VOLARE” il nuovo album del cantautore 19enne sangiovanni  (Sugar Music)
Link per l’ascolto https://sugarmusic.lnk.to/CadereVolare

Durante il primo anno della sua carriera, sangiovanni ha collezionato 18 dischi di platino, "malibu" è stata la traccia più venduta del 2021 con oltre 100 milioni di stream su piattaforme digitali e il suo omonimo progetto di debutto è stato il secondo album più venduto dell'anno. Ora è tornato con un mondo completamente nuovo da raccontare.
"CADERE VOLARE" è la giustapposizione di due verbi: cadere (cadere) e volare (volare). Questi due concetti – apparentemente – contrastanti rivelano fasi indivisibili e simmetriche dello stesso movimento, con l’opera d’arte di copertina che rispecchia questo: non si può dire se sangio sta cadendo o volando, perché è nel mezzo. L'album è un viaggio in cui fragilità e forza convivono armoniosamente, sia come condizione esistenziale che tutti sperimentano, sia come lotta che un giovane artista emergente, che ha raggiunto la celebrità in pochi mesi, deve affrontare.
Con 12 canzoni, l'album include 2 brani precedentemente pubblicati: il disco di platino "farfalle" (Prod. Zef), che si è classificato 5° al Festival di Sanremo all'inizio di questo febbraio e ha già guadagnato più di 25 milioni di stream sulle piattaforme digitali, e "cielo dammi la luna" (Prod. Riccardo Scirè), il suo ultimo singolo inaspettato che ha offerto un look completamente nuovo al suo percorso di scrittura e artistico, rivelando un atteggiamento più intimo e acustico a cui viene dato molto spazio nell'album.
Il disco non ha caratteristiche e solo un paio di brani includono coautori nei testi, sottolineando l'idea di un viaggio veramente personale e alla scoperta di sé. Tuttavia, l'impulso di sangiovanni a condividere il suo atto creativo con gli altri è chiaramente espresso nel paesaggio sonoro del progetto: più di 15 compositori e produttori sono stati coinvolti nell'album, esaltando la ricchezza del suo suono, tra cui il giovane compositore di Sugar Music Publishing Bias, DRD (Dardust), Takagi e Ketra, Sick Luke, Zef, Kyv, Luca Faraone e molti altri.
In una vita di alti e bassi, dobbiamo solo CADERE VOLARE.

‘COMBAT ROCK / THE PEOPLE’S HALL’
IN EDIZIONE SPECIALE DAL 20 MAGGIO
“‘Combat Rock’ is as wrapped up with world events of the day as it is spectacularly still relevant.” - Pitchfork (2021)

Uscito originariamente a Maggio del 1982, ‘Combat Rock’ è l’album finale dei The Clash di Joe Strummer, Mick Jones, Paul Simonon e Topper Headon. Con due delle canzoni più conosciute, ‘Should I Stay Or Should I Go’ e ‘Rock The Casbah’, oltre a ‘Straight To Hell’ and ‘Know Your Rights’, è sia il loro album più venduto che il titolo che ha raggiunto la posizione più alta in classifica, nel Regno Unito e negli Stati Uniti.
In arrivo un'edizione speciale dell'album intitolata 'Combat Rock / The People's Hall', che uscirà il 20 maggio!
Tornati a Londra dopo 17 date al Bond's Casino di New York nel 1981, la band provò e registrò al The People's Hall nella Repubblica occupata di Frestonia vicino a Latimer Road a Londra e da lì partì in un tour nell'est e nel sud est asiatico, durante il quale Pennie Smith scattò l'immagine della copertina di questo album.
I brani di 'The People's Hall' coprono il periodo da quello che fu il loro ultimo singolo Radio Clash fino all'uscita di Combat Rock, includendo versioni inedite e rare.
Il disco evidenzia una nuova versione di 'Know Your Rights' che è stata registrata al The People's Hall sul Rolling Stones Mobile Studio, e lo strumentale inedito 'He Who Dares Or Is Tired'. Altre tracce degne di nota sono 'Futura 2000', un mix originale inedito di 'The Escapades of Futura 2000', 'Radio One' di Mikey Dread, e le outtakes 'The Fulham Connection', precedentemente conosciuta come 'The Beautiful People Are Ugly Too' così come 'Idle in Kangaroo Court'.
'Combat Rock' evidenzia la costante evoluzione dei Clash, un album che è stato influenzato in parte dalla fine della guerra in Vietnam - in particolare 'Sean Flynn' - ispirato dalla scomparsa del figlio del fotoreporter e star del cinema. La curiosità e l’importanza della band si manifestano qui grazie ai diversi stili, in particolare lo spoken word apocalittico del poeta Allen Ginsberg in 'Ghetto Defendant' e il rap dell'artista di graffiti Futura in 'Overpowered By Funk'.
‘Combat Rock / The People’s Hall’ tracklist:
‘Combat Rock’ - SIDE A
‘Know Your Rights’
‘Car Jamming’
‘Should I Stay Or Should I Go’
‘Rock The Casbah’
‘Red Angel Dragnet’
‘Straight To Hell’
‘Combat Rock’ - SIDE B
‘Overpowered By Funk’
‘Atom Tan’
‘Sean Flynn’
‘Ghetto Defendant’
‘Inoculated City’
‘Death Is A Star’
‘The People’s Hall’ - SIDE A
‘Outside Bonds’
‘Radio Clash’
‘Futura 2000’
‘The People’s Hall’ - SIDE B
‘First Night Back In London’
‘Radio One’ - Mikey Dread
‘He Who Dares Or Is Tired’
‘Long Time Jerk’
‘The Fulham Connection’
‘The People’s Hall’ - SIDE C
‘Midnight To Stevens’
‘Sean Flynn’
‘Idle In Kangaroo Court’
‘Know Your Rights’

SONO GIA' DISPONIBILI IN DIGITALE LE COLLABORAZIONI INEDITE CON RANKING ROGER 'ROCK THE CASBAH' E 'RED ANGEL DRAGNET', PROSSIMAMENTE IN UN VINILE 7 POLLICI IN EDIZIONE LIMITATA

SOFIA P
“Modella “ (Etichetta EVOX3 MUSIC)

Dopo una breve assenza dalle scene torna la giovanissima Sofia P.
Appena 14 anni e già diversi singoli all’attivo (tutti prodotti da Mastermaind) Sofia ha la leggerezza tipica dei ragazzi della sua età e il flow che non ha nulla da invidiare alle colleghe più “adulte”.
Questo nuovo singolo “Modella” si inserisce nel solco già tracciato con il singolo precedente Hiptok (che vanta con la sua #Hiptokchallenge oltre 3.5M di visualizzazioni su TikTok ) ed è un brano immediato che parla ai giovani della generazione Z affrontando, in maniera magistrale, tematiche legate al mondo effimero dell’immagine.
Una ennesima prova di maturità , verrebbe da dire, di una così giovane artista.
Del brano Sofia ha detto: “ Modella rappresenta semplicemente il mio pensiero: puntare più sulla sostanza che sulla forma, a differenza dell'attuale situazione, in cui tutti sono affascinati da ciò che vedono più da ciò che ascoltano. ”

THE TAMPERER FEAT. MAYA
"FEEL IT (Albert Marzinotto Re-Feel it Mix), Time Records

Remix di Albert Marzinotto Re-Feel It Mix, una nuova e “fresca” versione di questo "nuovo classico” senza tempo.
"Feel It" di THE TAMPERER FEAT. MAYA è uno dei brani dance italiani più iconici. Pubblicato originariamente nel 1998, "Feel It" è stato per sei settimane consecutive alla posizione #1 della classifica inglese, è stato premiato con dischi d'oro in Inghilterra e in Benelux e d'argento in Francia e Scandinavia.

C A S S E T T E
T E L L M E W H Y
Arriva “Tell Me Why” (Time Records), il nuovo singolo dei CASSETTE

Dopo gli enormi risultati ottenuti in tutto il mondo con “My Way”, oltre 5 Milioni di streaming su Spotify e oltre 8 Milioni di visualizzazioni su YouTube, i CASSETTE tornano con un nuovo incredibile singolo per la primavera/estate!
Il nuovo singolo dei CASSETTE si intitola “Tell Me Why” ed è una rielaborazione in chiave pop-dance della mega hit “Children” di Robert Miles, pubblicato a metà degli anni '90 dal produttore italiano Roberto Milani.
“Children” è un brano iconico riconoscibilissimo per la sua atmosfera unica.
I CASSETTE sono un gruppo rumeno formato dai produttori Sorin Seniuc e Ionut Catana insieme all’incredibile voce di Olivia Alexandru. È un progetto con sonorità deephouse con influenze electro, funk e dance ed ha conquistato le classifiche di mezza Europa con il suo sound moderno ma con un tocco nostalgico.

Di Fretta
LATINO, KEEZY

Il brano “Di Fretta”, primo brano dell’artista Luca Latino, in arte semplicemente Latino, su Evox3 Music, è un brano dalla forte connotazione pop ma che strizza l’occhio, a livello di sonorità, anche al mondo rock e rap. È proprio il mondo rap l’ambiente di provenienza dell’artista che ha già all’attivo diverse tracce in collaborazione con artisti e produttori quali Oliver Green, Jvli, Ricky J e altri.
Anche questo brano vede collaborare Latino con un altro artista emerge nte della scena torinese: Keezy, che è, per l’occasione, anche produttore del beat.
Del brano Latino ha detto:
"Il testo di “Di Fretta” mira a rappresentare come nella vita, nonostante si sia focalizzati su i propri obbiettivi e a cercare di raggiungerli , spesso si trovino situazioni che non ci permettono di arrivare ad ottenere ciò che desideriamo... perlomeno nell’immediato"
Artista: LATINO, KEEZY
Titolo: Di Fretta (Original)
Autori: Luca Latino - Francesco Perrelli
Edizioni Musicali: Evox3 Music S.r.l.
Durata: 2'14"
Anno: 2022
Genere Musicale: Hip Hop/Rap
Radio Date: 18/03/2022
Etichetta: EVOX3 MUSIC

CAROSELLO RECORDS DÀ IL BENVENUTO A
MANDARK
“UMANO”
IL NUOVO SINGOLO 

Carosello Records dà il benvenuto a MANDARK. Il suo nuovo singolo “UMANO”.
Romano, classe 2002, MANDARK è uno dei nomi più interessanti della scena soundcloud italiana. Voce libera e senza filtri della generazione Z, nella sua musica e nei suoi testi Mandark incanala pensieri, preoccupazioni e sentimenti raccontanti nella maniera più viscerale ed energica possibile.
“Questo pezzo parla di una relazione tossica, della sua fine. È un crescendo, un climax che culmina nella quinta fase dell’elaborazione del lutto: l’accettazione. Accettare che un equilibrio si rompa, che un amore finisca e non torni più”. ? racconta MANDARK.
Umano - prodotta da Wepro - è un grido di liberazione, il percorso di una coppia in cui la felicità nel quotidiano lascia spazio alle grida di una litigata. La musica incalza in un’esplosione di chitarre che richiamano la wave emo di inizio 2000 e che sottolineano le emozioni scolpite nella musica: amarezza, rancore, rassegnazione, umanità.
“Un dolore che è mio ma che è anche di tutti, coinvolti totalmente nella sofferenza e nella rinascita in un viaggio coinvolgente e? umano”.
Mattia Cesarini, in arte Mandark, è un artista romano classe 2002. Esordisce a gennaio 2020 con il suo primo EP autoprodotto “Guai”. Seguono i singoli “Ancora” e “Amore Giovanile” e una collaborazione nel disco di Close Listen nella traccia “Bomba”. Nel giugno 2021 pubblica il suo secondo EP “BRIVIDI”. Il suo stile versatile ha influenze rock e pop punk, a cui si alternano sonorità rock e influenze emo. A marzo 2022 firma con Carosello Records pubblicando il suo nuovo singolo “Umano”.

SANTACHIARA

“tutto apposto” (Carosello Records)

SANTACHIARA, che ha esordito live lo scorso settembre al MI MANCHI ANCORA, con i due nuovi brani (Carosello Records) di questa settimana (“felicità artificiale” e “tutto apposto”) ci offre uno sguardo sulla vita vista dai ventenni di oggi.

I due brani sono complici l’un l’altro nel racconto un’esperienza circolare che va in loop: “felicità artificiale”, disponibile in digitale da oggi, racconta il dialogo interiore che porta il cantautore a ritrovare una serenità forzata e - appunto - artificiale con cui, difronte agli ostacolo e ai dubbi della vita, darsi coraggio e nuovo slancio. Mentre “tutto apposto”, fuori questo venerdì, rappresenta la ricaduta dalla consapevolezza appena conquistata verso l’incertezza e i dubbi della vita, dove Santachiara si sente impotente difronte al corso degli eventi.

SANTACHIARA

È USCITO IL NUOVO SINGOLO

“FELICITÀ ARTIFICIALE”

“un viaggio dentro di me,

una voce nella testa

che mi parla dritto al cuore, di notte,

quando sono solo;

che mi chiede due spiegazioni per ogni sbaglio e ad ogni incoerenza ha pronta una scusa.

Il mio mondo è ancora pieno di domande senza risposta e io mi limito a costruire illusioni per accettare finalmente quello che sono, costruendo così quella “felicità artificiale” che mi permette di non sprofondare.”

SANTACHIARA, il giovane cantautore classe 1998, torna con un nuovo singolo “FELICITÀ ARTIFICIALE” uscito oggi (SuoniVisioni Records, distribuzione Carosello Records).

Link per l’ascolto https://orcd.co/santachiara-felicitaartificiale

Dopo gli ottimi feedback ottenuti dall’EP di debutto “sette pezzi”, SANTACHIARA esce con un brano molto intenso e intimo che ricrea un’atmosfera surreale e digitale che rappresenta anch’essa l’essenza del momento: è alla fine della notte, dopo la ricostruzione di noi stessi, che una forzata felicità, ritrovata con la luce del giorno, ci dà coraggio e ci rende pronti a vivere.

Con “FELICITÀ ARTIFICIALE”, SANTACHIARA, all’anagrafe Luigi Picone, pone l’attenzione su un tema molto importante e delicato, che tocca da vicino i giovanissimi e non solo: la vita spesso ci costringe alla solitudine e alla riflessione, le quali portano a risposte e consapevolezze che volenti o nolenti dobbiamo accettare. Ma le risposte durano poco, il senso di inadeguatezza è dietro l’angolo, ed è facile finire in pezzi di nuovo. L’unico modo per ricostruirsi è tornare nell’intimità dei propri pensieri, rimanere da solo, scordare il suo nome e infine mettere apposto i pezzi. Abbiamo fallito solo per riprovarci, ci siamo persi nel buio solo per trovare una “felicità artificiale” che sta a quella vera, come una lampada sta al sole?

Questo brano è solo la prima parte di un viaggio che si chiude venerdi 4 marzo con l’uscita di un altro singolo.

BIO dell’artista

Luigi Picone, in arte SANTACHIARA, nasce ad Alberobello nel 1998 e passa la sua infanzia in giro per l’Italia viaggiando con i suoi genitori, artisti di strada, e crescendo in un ambiente pieno di stimoli culturali. Trascorre la sua adolescenza a Spoleto, per poi trasferirsi a Napoli nel quartiere Santa Chiara, cuore del centro storico della città. Si appassiona al rap sin da ragazzino, ma gli sta stretto e inizia a prendere ispirazione dalla musica più disparata: dal cantautorato italiano al rock, passando per la techno, la classica e l’urban. Studia pianoforte e chitarra e inizia a mescolare su Garage Band i Radiohead con Mozart e i Nirvana, pescando da tutto quello che ascolta, ed è un gioco che fa insieme al compagno di studi Andrea (UNTITLED). Non hanno uno studio di registrazione vero e proprio e così smontano il salotto di casa, costruendo mini-opere di ingegneria casalinga in cui sedie e tavoli reggono microfoni, mixer e pc. Sceglie di chiamarsi Santachiara “perché ho scritto e registrato le mie prime canzoni in quel piccolo appartamento in via Santachiara 1, nell’omonimo quartiere di Napoli”. Debutta discograficamente nel giugno del 2020, tirando fuori 3 singoli in un mese, “quindi”, “io e me” e “alba”, che hanno un ottimo riscontro di pubblico e critica. Nei tre brani viene fuori la sua attitudine a non usare i generi musicale come tratto distintivo, ma piuttosto come tappeti per le parole, le melodie e la timbrica della sua voce. Nel 2021 la sua crescita artistica prosegue con la pubblicazione dei due singoli “credimi” e “passi falsi” e con la sua prima data live al MI MANCHI, ANCORA. 


FUORI IL NUOVO DISCO DEL PRIMO ESPONENTE ASIATICO DELLA SCENA RAP ITALIANA

“ITASIAN” il nuovo album di Mike Lennon (Carosello Records)

Link per l’ascolto: https://orcd.co/mikelennon-itasian

Mike Lennon torna con un nuovo progetto discografico a tre anni di distanza dalla pubblicazione del suo primo EP, “ASIAN”, che lo ha consacrato come primo esponente asiatico nella scena rap italiana. In questi tre anni Mike è cresciuto molto, si è sposato, ha maturato una maggior sicurezza di sé ed è ora pronto a raccontarsi con questo nuovo progetto.
Tutto l’album ITASIAN è basato sulla mia posizione di difendere a spada tratta le diversità facendone un punto di forza, anche quando sono negative e oggetto di scherno.

“CA**O PICCOLO, PALLE GROSSE”, slogan del brano “Oke Oke”, lo riassume perfettamente.

Ci ho lavorato 2 anni e oggi, alla vigilia dell’uscita, purtroppo ci sono questioni ben più rilevanti a cui mi viene da pensare come la soglia di una guerra mondiale.

Mia moglie Kate che appare nel mio video “Kanye West” è russa e, come è facile immaginare, la preoccupazione è alta.

Forse proprio oggi usare quello slogan prende un significato diverso perché il ca**o piccolo di qualche potente, porta a voler mostrare le palle grosse, ribaltando completamente il mio messaggio.”

 Con ITASIAN, infatti, Mike mette a nudo tutte le sue forze e le sue debolezze, addentrandosi di più nei temi che ha sempre nascosto, come il racconto delle dinamiche all’interno della famiglia del padre: numerosa e di origini povere, i cui figli sono tutti emigrati in luoghi diversi del mondo. Chi alla ricerca di un lavoro, chi ha intrapreso cattive strade e chi come Mike invece ha reagito e ha colto gli input delle persone che aveva attorno, incanalandoli nella musica e nell’arte.

Nonostante sia ancora alla ricerca del “suo posto nel mondo”, con un piede in un Occidente che diffida ancora degli asiatici e l’altro piede in un Oriente più chiuso, conservatore e tradizionalista,. Mike dimostra di appartenere a due mondi apparentemente diversi ma che invece hanno molto in comune tra loro, rivelando così la sua vera identità di ITASIAN: un italiano con origini vietnamite, con una identità di musicista, di intrattenitore e che è estremamente meticoloso nelle produzioni e nei mix.

 Assumendo un punto di vista più introspettivo e profondo, sia nei testi che nel sound, che risultano sempre più ricercati rispetto alla “superficialità” precedente, racconta sé stesso in maniera cruda e sincera mantenendo un’energia elevata e con il tono, alle volte, ironico e satirico che lo hanno sempre contraddistinto. È un vero e proprio album di rap puro con alcuni tratti melodici tipici dello stile di Mike. Nel disco sono presenti anche feat con artisti della scena rap italiana.

 Con la sua musica e il suo personaggio, Mike ha cercato di combattere il razzismo e i pregiudizi, cercando di abbattere tutti i cliché sul mondo asiatico (di cui da bambino è stato anche vittima). Un percorso che ha portato Mike a recitare un ruolo e a parlare sostituendo la “R” con la “L”, facendo leva e ironizzando sulle sue origini, estremizzandole e volgendole a suo favore con sagacia e sarcasmo, come raccontato nel suo documentario “From Mono to Stereo - I miei 2 anni tra musica e follia alla rincorsa di un sogno”. https://www.youtube.com/watch?v=GvN0gPMSAGw

 Tracklist del disco:

1. Kanye West
2. NWA (Ninja With Attitude)
3. Oh My God
4. Oke Oke (feat. G.Bit)
5. Johnny Dang (feat. Nicola Siciliano)
6. Lady
7. Lenny Pane
8. Barzelletta Freestyle (feat. G.bit)
9. Lama
10. FAXXX (feat. Pepe)
11. Ninja

 BIO dell’artista:

Mike Lennon, all’anagrafe Duc Loc Michael Vuong, è un designer, grafico, produttore e rapper nato a Parma il 9 Ottobre del 1995. Inizia giovanissimo ad appassionarsi al rap, costruisce in un garage il suo primo studio di registrazione e per circa 4 anni affina il suo talento nelle produzioni. Finito il liceo, si trasferisce a Milano dove studia Design degli Interni al Politecnico. In questo periodo registra i suoi primi brani in inglese, produce giovani rapper della scena come Maruego e collabora con artisti come Gue Pequeno, 2nd Roof, Zifou ed Emis Killa. A pari passo con la carriera da produttore, inizia un percorso molto importante per Mike insieme al fratello di Alessio, Lo-renzo Buso, chitarrista, tastierista, dj e produttore con cui realizza “Lennon-Haze” il primo mixtape interamente in lingua inglese. Dopo il primo mixtape Mike inizia a lavorare a un progetto completamente inedito per la scena rap italiana: un “asian rap” che gioca sugli stereotipi che hanno gli occidentali sulla cultura orientale di cui Mike Lennon è il primo e unico esponente. Il suo primo ep “Asian” è uscito nella primavera 2019, seguito dai singoli “Viale Padova”, “Faccio soldi” feat. MYSS KETA e “Libero”. Nel 2021 segue la produzione dell’album di debutto di Simone Panetti, per il quale partecipa con G.bit e Rooler al brano “Su di te”, oltre a proseguire la propria evoluzione artistica con la pubblicazione dei singoli “Lady”, “ASIABOY”, “FAXX” feat. Pepe e “Ninja”. 

"KANYE WEST”

È uscito il video di “Kanye West” (Carosello Records), il nuovo brano di Mike Lennon che attraversa i momenti più bui del suo passato fino ad arrivare alla serenità ritrovata con il matrimonio celebrato “segretamente” con la sua Kate.

“Kanye West” è una confessione nella quale Mike Lennon offre uno spaccato inedito della sua vita. Il brano è avvolto da atmosfere cupe che si contrappongono alla trasparenza con cui Mike si racconta, svelando la sua storia personale come non l’ha mai raccontata prima: gli abusi di alcol del padre, la dipendenza da droghe della zia e della cugina, la costruzione di affetti al di fuori della famiglia, le aspirazioni per un futuro migliore e il duro lavoro per ottenerlo, il matrimonio “segreto” con Kate e la tensione latente tra i fantasmi del passato e le speranze per il futuro.

Come se fosse nel mezzo di un’oratoria da campagna elettorale, il video di “Kanye West” apre con Mike Lennon sul proscenio di un palco senza pubblico, se non sé stesso, mentre entra nel vivo delle confessioni personali che questo brano porta con sé. Prende il via un vero e proprio raptus di flahsback e ammissioni che ripercorrono gli aspetti più crudi della vita di Mike sino al dolce epilogo finale: il matrimonio celebrato “segretamente” con Kate nel 2020.

Proprio a lei, che affianca Mike nelle scene finali del video, è dedicato il messaggio conclusivo del video dove l'artista racconta per la prima volta pubblicamente di essersi sposato in piena pandemia, superando difficoltà e incertezze:

“Il 21 Novembre del 2020 in piena pandemia, senza dire niente a nessuno, ho sposato Kate, nel piccolo comune di Paderno Dugnano, in provincia di Milano dove abitavo, eravamo io lei e i miei genitori come testimoni e io ero appena guarito dal covid. (...) Ho trovato la persona più importante della mia vita e che solo io posso sapere quello che è meglio per me.”

Kanye West, uno dei grandi idoli di Mike Lennon, viene citato nel titolo, nel testo del brano e nel video come emblema di questa commistione di tensioni, aspirazioni e conflitti che Mike ha vissuto in questi anni.

“Kanye West” prosegue il percorso artistico di Mike Lennon che ha iniziato a raccontarsi al di là del personaggio irriverente degli esordi con il documentario “From Mono to Stereo - I miei 2 anni tra musica e follia alla rincorsa di un sogno”. Facendo leva e ironizzando sulle sue origini, estremizzandole e volgendole a suo favore, Mike è diventato il primo rapper asiatico in Italia, il primo esponente di quello che è stato definito dai media “asian rap”. Sagacia e sarcasmo, caratteristiche che fanno parte dell'identità di Mike Lennon, sono però sempre state accompagnate da un forte ed esplicito messaggio sociale. Con la sua musica e il suo personaggio, Mike ha cercato di combattere i pregiudizi, cercando di abbattere tutti i cliché sul mondo asiatico. Inclusione sociale, forza d’animo, ambizione, genialità e ironia sono le parole chiave che stanno alla base del progetto di Mike Lennon che oggi è pronto a mettersi a nudo più di sempre, raccontando anche i lati più crudi e difficili della sua vita che fino ad ora erano rimasti all’ombra della verve ironica del suo personaggio.

(Video scritto da Mike Lennon e diretto da Amedeo Zancanella)

MIKE LENNON TORNA CON UN NUOVO PROGETTO DISCOGRAFICO

A DISTANZA DI 3 ANNI DALL’EP “ASIAN”

ANTICIPATO DAL NUOVO SINGOLO  "KANYE WEST"

Mike Lennon torna con un nuovo progetto discografico (Carosello Records) a tre anni di distanza dalla pubblicazione del suo primo EP, “ASIAN”, che lo ha consacrato come primo esponente asiatico nella scena rap italiana.

Un unicum il suo, definito “asian rap” dai media e dalla community in rete, che concilia le due anime di Mike, quella orientale e quella occidentale, con lo scopo di avvicinare due comunità oggi più che mai vicine e accendere una luce su quella asiatica in Italia, che ancora oggi viene sottorappresentata nel campo dei media e dell’arte nel nostro paese.

Con la sua musica e il suo personaggio, Mike ha cercato di combattere il razzismo e i pregiudizi, cercando di abbattere tutti i cliché sul mondo asiatico (di cui da bambino è stato anche vittima). Un percorso che ha portato Mike a recitare un ruolo e a parlare sostituendo la “R” con la “L”, facendo leva e ironizzando sulle sue origini, estremizzandole e volgendole a suo favore con sagacia e sarcasmo, come raccontato nel suo documentario “From Mono to Stereo - I miei 2 anni tra musica e follia alla rincorsa di un sogno”

In questi tre anni Mike è cresciuto molto, ha maturato una maggior sicurezza di sé ed è ora pronto alla pubblicazione del suo prossimo progetto discografico, anticipato dal singolo “Kanye West” in uscita il 18 febbraio per Carosello Records.

“Kanye West” è una confessione nella quale Mike Lennon offre uno spaccato inedito della sua vita. Il brano è avvolto da atmosfere cupe che si contrappongono alla trasparenza con cui Mike si racconta, svelando la sua storia personale come non l’ha mai raccontata prima.

Kanye West, uno dei grandi idoli di Mike Lennon, viene citato sia nel titolo che nel testo del brano come emblema della commistione di tensioni, aspirazioni e conflitti che ha vissuto in questi anni.

BIO dell’artista:

Mike Lennon, all’anagrafe Duc Loc Michael Vuong, è un designer, grafico, produttore e rapper nato a Parma il 9 Ottobre del 1995. Inizia giovanissimo ad appassionarsi al rap, costruisce in un garage il suo primo studio di registrazione e per circa 4 anni affina il suo talento nelle produzioni. Finito il liceo, si trasferisce a Milano dove studia Design degli Interni al Politecnico. In questo periodo registra i suoi primi brani in inglese, produce giovani rapper della scena come Maruego e collabora con artisti come Gue Pequeno, 2nd Roof, Zifou ed Emis Killa. A pari passo con la carriera da produttore, inizia un percorso molto importante per Mike insieme al fratello di Alessio, Lo-renzo Buso, chitarrista, tastierista, dj e produttore con cui realizza “Lennon-Haze” il primo mixtape interamente in lingua inglese. Dopo il primo mixtape Mike inizia a lavorare a un progetto completamente inedito per la scena rap italiana: un “asian rap” che gioca sugli stereotipi che hanno gli occidentali sulla cultura orientale di cui Mike Lennon è il primo e unico esponente. Il suo primo ep “Asian” è uscito nella primavera 2019, seguito dai singoli “Viale Padova”, “Faccio soldi” feat. MYSS KETA e “Libero”. Nel 2021 segue la produzione dell’album di debutto di Simone Panetti, per il quale partecipa con G.bit e Rooler al brano “Su di te”, oltre a proseguire la propria evoluzione artistica con la pubblicazione dei singoli “Lady”, “ASIABOY”, “FAXX” feat. Pepe e “Ninja”.

MIDNIGHT OIL
'RESIST'
IL NUOVO ALBUM
(Sony Music)

Quasi 20 anni dopo la loro ultima uscita in studio, gli iconici Midnight Oil pubblicano oggi il nuovo album, intitolato RESIST.

12 tracce che affrontano questioni urgenti: dall'apertura, 'Rising Seas' fino a 'Last Frontier' che chiude il set, i temi ricorrenti includono la crisi climatica, il degrado ambientale e il ruolo dei cittadini che vivono queste difficili sfide.

In parallelo all'uscita di oggi, la band rilascia anche il video 'We Resist': un cortometraggio che combina le presentazioni delle azioni di protesta dei fan dei Midnight Oil di tutto il mondo e le riprese d'archivio di altri eventi e manifestazioni organizzate dalla band nel corso degli anni.
La band in concerto a giugno in Nord America e a Luglio in Europa come parte del tour finale.

RESIST è la quindicesima uscita in studio dei Midnight Oil da quando sono esplosi per la prima volta dalla scena post-punk nel 1978, tracciando una singolare scia di concerti esplosivi dai pub e club australiani alle arene e ai festival di tutto il mondo. È la forte dichiarazione di una band il cui chiaro richiamo è sempre stato "è meglio morire in piedi che vivere in ginocchio". Con la produzione stellare di Warne Livesey (DIESEL & DUST, BLUE SKY MINING, CAPRICORNIA) RESIST sarà accompagnato da alcune speciali performance dal vivo che costituiranno il tour finale del gruppo.

La band ha anche annunciato che questo sarà il loro ultimo tour, pur chiarendo che questo non significa la fine di tutto: ognuno dei membri continuerà i propri progetti nei prossimi anni e rimarranno molto aperti alla possibilità di registrare nuova musica insieme in futuro e a sostenere cause in cui credono.

RESIST THE NEW ALBUM TRACK LISTING
Rising Seas
The Barka-Darling River
Tarkine
At the Time of Writing
Nobody’s Child
To the Ends of the Earth
Reef
We Resist
Lost At Sea
Undercover
We Art Not Afraid
Last Frontier

CAM Sugar è lieta di annunciare l'attesissima uscita di “Profumo di Donna” di Armando Trovajoli, ora completamente rimasterizzata dai master originali degli archivi CAM Sugar. La colonna sonora, che rappresenta uno dei titoli più celebrati nel corpus di opere del compositore, è stata originariamente pubblicata nel 1974 per la colonna sonora dell'omonimo film di Dino Risi. Anche il film è noto per essere uno dei classici di tutti i tempi del cinema italiano, interpretato dal leggendario attore Vittorio Gassman, la cui interpretazione intensa e toccante gli è valsa il Premio come miglior attore al Festival di Cannes del 1975, dove il film è stato un acclamato trionfo. L'anno successivo, il film è stato anche nominato per due Oscar, come miglior film straniero e miglior sceneggiatura adattata da altro materiale.

Armando Trovajoli una volta disse che la colonna sonora “è una delle composizioni per cui ho dato la mia anima”. E ciò non sorprende, date le sue commoventi frasi di tromba, le melodie malinconiche del pianoforte e i raffinati arrangiamenti di archi che si abbinano in modo commovente al sentimento agrodolce di amore e perdita rappresentato dal film. Ma c'è spazio anche per le incursioni in discoteca, offerte da "Woman's Parfume", uno dei momenti salienti dell'album.

Nella partitura è presente anche “Che Vuole Questa Musica Stasera'' di Peppino Gagliardi, uno degli esempi più belli e toccanti della musica pop italiana retrò. Immagina un patio sul golfo di Napoli, una storia d'amore straziante e hai il motivo per cui la traccia è una delle composizioni più ascoltate in streaming e Shazamed del catalogo CAM Sugar di sempre. Una canzone molto amata dal cinema, come si sente anche in "The Man From U.N.C.L.E" di Guy Ritchie. (2015) e ne “Gli spietati” di Renato De Maria (2019).

“Profumo di Donna” in vinile 180gr con un brano inedito, su CD Digipak con sette brani inediti e su tutte le piattaforme digitali con un nuovo artwork e distribuito da Decca.